Blog: http://ZONALIBERAta.ilcannocchiale.it

MATTI DA LEGAIOLI

Sinceramente non ne volevamo parlare, in queste settimane del dopo voto io e Topo Gigio, il mio consulente politico, volevamo evitare di parlare del risultato elettorale e di allinearci alle tante discussioni, ma dopo l'ennesimo programma televisivo politico dedicato alla Lega, dove addirittura è stato detto che c'è una "xenofobia buona", abbiamo detto basta prima che qualcun'altro parli di nazzismo dal lato umano.

Topo Gigio è stato scaricato dal governo dopo che era evidente che il virus H1N1 era una bufala per vendere il vaccino. Il topo è caduto in depressione, già aveva toccato il fondo dando un bacio a Bonaiuti, ha iniziato a bere e a frequentare cattive amicizie, c'è chi l'ha visto con Miccichè andare ai cocaparty in discoteca. Topo Gigio è sempre stato gay, ma questo momento di confusione l'ha portato a frequentare Hello Kitty, su “Chi” sono uscite le foto dei loro accoppiamenti carnali in un cimitero ligure. Come se non bastasse la settimana scorsa ha mandato pure a cagare un bambino che voleva farsi la foto con lui.

Insomma il topo viene già da mesi duri, sentire queste cazzate sulla Lega e su come tutti gli altri partiti dovrebbero prendere esempio da lei, lo ha fatto sentire peggio. E così a casa mia abbiamo iniziato una discussione volta ad analizzare la situazione politica attuale. Oltre a me e a Topo Gigio c'erano anche alcuni cognati di Bertolaso, i quali mi stavano distruggendo la cucina per poi ricostruirla al triplo del prezzo.

Il punto sul quale tutti sono d'accordo è l'inutilità di chiamare elezioni questa cosa che si è fatta a fine marzo. Nelle elezioni vince chi ha totalizzato più voti, in queste regionali invece ha vinto chi ha perso meno voti. Puffo Puttaniere riesce a vincere,nonostante perda voti, perché dall'altra parte il PD (Partito Disastrato) ha gli elettori in pieno esodo di massa dal partito. Le idee di quel partito sono utili come una scorreggia in mezzo al deserto, non c'è nessuno col quale condividerla.

Il cognato di Bertolaso numero 45, mentre faceva entrare delle donnine svestite che presentava come “fisioterapiste del pene”, porta avanti un nuovo argomento di discussione: La lega e il suo successo. Topo Gigio nel sentire le parole “lega” e “successo” rutta, quindi si suppone non sia d'accordo. Il cognato di Bertolaso numero 66 ha questa visione dei fatti : <<Il successo della lega è relativo, visto che pd e pdl si assomigliano così tanto, quelli che ancora votano scelgono loro. Ma se ci pensate bene avete mai sentito un leghista dare soluzioni a dei problemi o illustrare una linea di sviluppo per il futuro?>> e aggiunge guardando il mio balcone <<Lo sai che hai una vista fantastica, dal tuo balcone si vede la tangenziale, potrei costruire un albergo a sette stelle sul tuo balcone con vista tangenziale>>.

A parte la questione dell'albergo il cognato 66 di Bertolaso aveva ragione, la Lega non ha soluzioni per risolvere i problemi, ma trova solo dei colpevoli, che ieri erano i meridionali oggi sono gli stranieri, e tutto ciò in un momento di crisi porta consenso. Ci sono leghisti talmente estremisti che danno la colpa del riscaldamento globale agli extracomunitari <<Emettono più CO2 degli italiani>> afferma il sindaco di Val de Minchion.

A questo punto Topo Gigio stacca la lingua dalla vagina della fisioterapista e dice finalmente la sua sulla questione: << Hai visto il Piemonte ? Ha vinto Cota, dico Cota, la gente non sapeva neanche chi fosse Cota, è uno che sa indossare bene un vestito, ed è l'unica cosa positiva che si dice di lui. La gente lo ha votato perché la Bresso aveva lo stesso programma del PDL. Probabilmente avrebbe vinto anche una mietitrebbia rotta conto la Bresso, e il Pdl non ha candidato la mietitrebbia , perché la stessa ha rifiutato la candidatura. Dopo hanno scelto Cota.>>.

La discussione stava scemando, Veltroni era uscito dalle macerie del bagno, che svariati cognati di Bertolaso stavano distruggendo per fare un inceneritore.Walter stava elargendo il solito pistolotto su Kennedy, metre tutti noi stavamo facendoci fare pompini dalle fisioterapiste. Se ci fosse stato tempo avrei ricordato la figura di Luca Zaia, il quale sarà ricordato come ministro dell'agricoltura per un grande atto : ha messo una sottiletta di Asiago in un panino McDonald's. Un colpo da statista, e pensare che erano contro la globalizzazione.

Pubblicato il 15/4/2010 alle 11.41 nella rubrica Satira di difesa.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web