Blog: http://ZONALIBERAta.ilcannocchiale.it

I SOLITI NOTI.

Sono sedici i primi soci che hanno sottoscritto quote paritetiche simboliche e pari a poche migliaia di euro nella società Compagnia Aerea Italiana, costituita con l'obiettivo di dare vita alla nuova compagnia di bandiera italiana.

Ecco di seguito i partecipanti: Roberto Colaninno (attraverso Immsi), che sarà il presidente della nuova società: Gruppo Benetton attraverso Atlantia; Gruppo Aponte; Gruppo Riva; Gruppo Fratini attraverso Fingen; Gruppo Ligresti attraverso Fonsai; Equinox [ fondo lussemburghese, ndr]; Clessidra; Gruppo Toto [ Airone, ndr]; Gruppo Fossati attraverso Findim[ holding lussemburghese, ndr]; Marcegaglia; Caltagirone Bellavista attraverso Acqua Marcia; Gruppo Gavio attraverso Argo; Davide Maccagnani attraverso Macca; Tronchetti Provera; Intesa Sanpaolo.” ( Il Sole24Ore, 26 agosto 2008).

“Mittel, finanziaria guidata da Giovanni Bazoli (presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo), e il fondo Equinox di Salvatore Mancuso hanno sottoscritto un accordo con Banca Mps e Banco Popolare, creditrici di Fingruppo, per liquidare in bonis la società della galassia del finanziere bresciano Emilio Gnutti - finito in disgrazia in seguito alla calda estate dei furbetti del quartierino, anno 2005, quando fu coinvolto nella vicenda giudiziaria delle scalate bancarie e delle intercettazioni telefoniche - e degli imprenditori a lui vicini.” ( Il Sole24Ore , 23 luglio 2008).

“E' pronto il piano industriale di Marco Fossati, azionista di Telecom Italia con il 4,5 per cento circa del capitale, alternativo a quello attuale, da presentare a settembre.” (AGI, 22 luglio 2008).

“Furbetti del quartierino? Ci sono quelli doc, gli scalatori di Antonveneta come Gianpiero Fiorani, Danilo Coppola e Chicco Gnutti, immortalati dal loro amico Stefano Ricucci in una memorabile conversazione telefonica finita agli atti dell'inchiesta penale della Procura di Milano. Poi ci sono i furbetti di complemento. Banchieri, imprenditori e finanzieri che nei modi più diversi hanno dato man forte al manipolo dei raider. Alcuni di loro sono già saliti alla ribalta delle cronache. Come Giovanni Consorte, gran capo dell'Unipol. Nell'aprile scorso, nei giorni caldi della scalata occulta, la compagnia della Lega Coop si affrettò a investire 130 milioni di euro in titoli Antonveneta.[…]

Sono invece rimasti nell'ombra altri tifosi e simpatizzanti di Fiorani, Ricucci & C. Per esempio il banchiere Fabrizio Palenzona. Oppure l'affiatatissima coppia composta da Sergio Billè, presidente di Confcommercio, e Francesco Bellavista Caltagirone, numero uno della holding Acqua Marcia quotata in Borsa, nonché cugino dell'editore del 'Messaggero' […] l'immobiliarista Giuseppe Statuto, i costruttori Domenico Bonifaci, Vito Bonsignore e Marcellino Gavio, impegnatissimo, tra l'altro, nel business delle autostrade. […].” (L’Espresso, 27 ottobre 2005)

“ [….]All'inizio del 2001, nonostante abbia appena ceduto importanti asset (l'80% di Italtel e Sirti tra gli altri), il gruppo Olivetti-Telecom è in grandi difficoltà e Colaninno, Gnutti e i loro soci sono costretti a passare la mano. Dopo diverse trattative viene trovato un accordo con Tronchetti Provera e Benetton. La cessione di quel 23% ha creato una notevole plusvalenza (1,5 miliardi di euro) nelle casse di Bell, la società veicolo lussemburghese con la quale Colaninno e Gnutti ottennero il controllo di Telecom. Per questa plusvalenza Bell è stata indagata per evasione fiscale e multata dall'Agenzia delle entrate per 1,937 miliardi di euro. L'accertamento con adesione a cui hanno aderito i soci di Bell ha permesso la riduzione delle sanzioni ad un quarto del minimo, così la società ha dovuto versare al Fisco solamente 156 milioni. […] Dal luglio 2001 Telecom è controllata dalla finanziaria Olimpia, partecipazione di Pirelli (al 60%), Edizione Holding dei Benetton, Banca Intesa e Unicredito Italiano, a cui in seguito si è aggiunta Hopa, la finanziaria bresciana di Gnutti (tramite Holinvest, scatola cinese (vuota) attraverso la quale Hopa detiene il 3.7% di Telecom Italia).[…]” ( da Wikipedia l’enciclopedia libera).

Pubblicato il 30/8/2008 alle 23.32 nella rubrica Pensiero Orrendo nasce un poco strisciando.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web