Blog: http://ZONALIBERAta.ilcannocchiale.it

NO NANO, NON MI TOCCARE BIAGI CHE M’INCAZZO !

 
clicca sulla foto per vedere il filmato

Ma quanto dobbiamo sopportare ancora le menzogne del Nanodellelibertà(sue), oramai sempre più senza ritegno da quella boccuccia spara le più assurde cazzate, l’analisi di Montanelli risulta sempre più reale, egli infatti nel definire il Nano disse : << Berlusconi crede alle bugie che dice, è un bugiardo in buona fede >> e infatti la cosa si verifica continuamente, ma quello che fa più rabbia è quando parla di gente che non può difendersi essendo passata a miglior vita.

E’ il caso di Biagi che ancora una volta da morto viene offeso, il giorno della sua morte il Nanodellelibertà disse, con una faccia da culo bronzata, che non c’era stato nessun editto bulgaro per la cacciata del trio Biagi Luttazzi e Santoro, è già questo dovrebbe bastare come si fa a negare un filmato che ha fatto il giro del mondo ? Ma al Nano non basta, deve andare sempre oltre senza che un BingoBondi qualsiasi lo faccia tacere a furia di tirargli calci negli stinchi. Ebbene questa volta durante un’intervista di TV7, il Bugiardino brianzolo dice su Biagi : << Mi sono battuto perché Biagi non lasciasse la televisione, ma alla fine prevalse in lui il desiderio di poter essere liquidato con un compenso molto elevato >>.

Pensate in tutto ciò Riotta, che lo intervistava, non gli ha neanche fatto ingerire il microfono, giustamente le figlie di Biagi negano che i fatti si siano svolti così, perché mai Biagi avrebbe dovuto combattere per anni per riconquistare il suo spazio in Rai se avesse voluto andare in pensione, la logica manca, ma al Nanodelleliberta(sue), con delega alla menzogna, non serve la logica lui spara la minchiata nucleare e poi da la colpa agli altri che non hanno capito.

Il Nano poi essendo in vena ha iniziato ancora a sparane altre e mi dichiara : << In Rai non c'è stata un'occupazione negli anni del mio governo. Io sono ormai distante dal gruppo e credo che sia fuori luogo parlare di oligopolio nel mercato di oggi >> ma qui siamo alla follia, e la telefonata con tanto di leccata di natiche di Saccà, e il cane da compagnia di Mimun, e gli uomini nel cda e la Deborah Bergamini, la ex- segretaria di Berlusconi messa a dirigere il marketing Rai, ma in realtà sabotava l’azienda e consigliava agli amichetti di Mediaset quando mandare in onda “qualcosa di forte” in modo da fargli fare più ascolto.

Ci sono limiti di decenza che non si possono superare, ma per il Nano quei limiti non esistono, un vecchietto della sua età dovrebbe almeno capire quando vergognarsi.



P.S.
Consiglio il libro di Gomez e Travaglio “Le mille balle blu”

Pubblicato il 16/2/2008 alle 10.17 nella rubrica Informazione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web