.
Annunci online

SI DICE IL PECCATO, MA NON IL PECCATORE !

Informazione 31/3/2008



Ieri è stata inaugurata un nuovo tipo di informazione televisiva, il fatto o fattaccio è andato in onda su Canale 5, ovvero sulle NanoEmittenti, già questo potrà far capire che tipo di informazione può uscire da lì, ma se state pensando ad un qualcosa che sfacciatamente favoriva il titolare della ditta Mediaset, alla Fede tanto per capirci, state sbagliando la cosa è più sottile quanto subdola, è stato un vero e proprio gioco psicologico.

Durante la trasmissione “Fiera degli Incapaci” rinominata “Buona Domenica” si è dedicato uno spazio importante per discutere di lavoro e quindi del precariato. Tra i tanti partecipanti alla discussione c’era anche il senatore uscente dell’unione e direttore dell’anonimo quotidiano “Il Riformista” Antonio Polito, quotidiano anonimo ma miracoloso dato che nonostante gli edicolanti non sappiano come sia fatto il giornale in questione, esso appare puntualmente nelle rassegne stampa dei tg. Le protagoniste della discussione erano due donne che raccontavano la loro storia, purtroppo comune a tanti, di precariato. L’intera discussione viene gestita in modo da portare le donne alle lacrime, sfruttando schifosamente la loro disperazione, che il regista puntualmente immortala anche per molto tempo, alla Maria De Filippi tanto per capirci. E tanto per dargli il colpo di grazia gli si fa la carità in diretta, sfruttando la grande generosità degli italiani.

La discussione è tutto uno scandalizzarsi per la situazione del lavoro in Italia, anche se chiamarlo lavoro è grossa forse sarebbe meglio chiamarla schiavitù giusto per essere sinceri, in primis la conduttrice è stupefatta per la situazione e poi tutti gli ospiti, ma la VolpePerego è furbissima riesce a parlare della tragedia omettendo chi l’ha causata, eh si perché chi ha portato il lavoro a questo schifo è stato il suo datore di lavoro il NanodelleLibertà(sue), che giusto per ricordare fece approvare la legge 30, rinominata subdolamente legge Biagi, la quale ha introdotto vari contratti talmente brevi che scadevano già appena firmati.

Ma la VolpePerego riesce a gestire il tutto senza mettere il cattiva luce il suo padrone e quindi della serie “si dice il peccato, ma non il peccatore”, devo dire che è stata molto aiutata anche da Polito, dal quale essendo un giornalista di “centro-sinistra”, almeno così dicono..mah!, ci si aspettava che dicesse qualcosa, ma niente solo una serie di ovvietà ovvie, ma d’altronde cosa vi potevate aspettare da uno che ha come editore Angelucci, che è lo stesso di “Libero”, e per di più scrive sul “Foglio” e “IL Giornale”, ovvietà appunto !

A cercare di impensierire la VolpePerego ci prova Luigi Furini, autore di un libro sul precariato e presente in studio, Furini tentava di ricordare come la politica abbia gestito male e continui a non occuparsi bene della situazione del lavoro, ma veniva bruscamente interrotto dalla VolpePerego, la quale si giustificava :<< Siamo in campagna elettorale non ne possiamo parlare >> , lo so cosa state pensando, se non se ne parla in campagna elettorale in modo che la gente sappia come intendono affrontare la questione i candidati, allora quando ?

Ma non meravigliatevi più di tanto è informazione tv che vive in una sorta di mondo al contrario, è già successo prima con i condannati in parlamento, sono stati tutti bravi a denunciarli dopo l’elezioni 2006, ma nessuno si pronuncia prima delle elezioni (non sia mai c’è il rischio che la gente non li voti), eccezione per Annozero, ma si sa quelli sono faziosi……



P.S. un appunto per il post “Il pollo è influenzato dalla mozzarella”, su più di 2000 tra caseifici e allevamenti di bufale, solo 23 casi di diossina rilevati, alla faccia dell’allarmismo.

IL POLLO E’ INFLUENZATO DALLA MOZZARELLA.

NAPOLInelCUORE 29/3/2008


Nessuno vuole negare che ci siano casi di mozzarelle alla diossina, ma da napoletano non me la sento di far passare questa gogna mediatica in silenzio, non posso sopportare l’ennesimo attacco di incompetenza informativa ai danni della mia città…. Va bene tutto ma sulla mozzarella mi incazzo!

La situazione dell’informazione di questo caso, come in molti altri, è gestita malissimo annunci urlati, allarmi a tutte le ore, avvisi da fine del mondo, mozzarelle assassine che svaligiano banche e compagnia cantando. In pratica stiamo vivendo la stessa cosa avvenuta per l’aviaria, un po’ più soft ma uguale, vi ricordate del terribile virus aviaria ? quella terribile influenza dei polli che doveva seminare morte e distruzione da Pechino a Nuoro. Che ha quasi costretto gente come Amadori al fallimento,e a noi cittadini ad assistere ad uno Sposini che mangiucchiava un cosciotto di pollo in diretta.

Beh che ne è stato, niente finito tutto la malattia non esisteva, tranne qualche caso in Cina, la gente per mesi si allarmava appena vedeva tossire il piccione sul balcone, e lo Stato acquista per qualche milione di euro un vaccino che si scopre essere una bufala, quello, in pratica acquistiamo un vaccino finto per una malattia che non esiste…..ah l’Italia, che fantasia abbiamo.

La stessa cosa si vive per la beneamata mozzarella di bufala campana, parlano tutti meno gli esperti del settore delle asl o di qualsiasi ente addetto ai controlli, abbiamo titoloni sui giornali, che per fortuna si stanno riducendo, e non abbiamo ancora notizie sicure certe sull’entità del disastro. Ma l’importante è allarmare la gente, i telegiornali hanno qualcosa con cui occupare i loro spazzi vuoti, in questi giorni si sono visti addirittura servizi su bambini che ridevano, notiziona dato che nessuno mai ha visto ridere un bambino.

Insomma è stata una manna dal cielo per chi fa informazione, eppure c’è ne sarebbero di cose da dire alla gente, oltre alle mozzarelle si potrebbe parlare seriamente delle elezioni, di chi la gente sarà costretta a mandare in parlamento, da Dell’Utri a Cuffaro passando per Crisafulli, o di quanto ci costerà la campagna elettorale, visto che tutti si danno alle pazze spese tra Camper e Pulmini. Niente neanche un minuto in tv ne una righa sui giornali, sarebbe fare informazione e non stà bene, dobbiamo essere riempiti di cacca ed avere paura perché disinformati.

Nessuno dice che a Napoli, che ricordo per i distratti si trova in Italia, ci sono tantissimi caseifici e allevamenti che rispettano le leggi italiane sui controlli, niente anche qui deve passare come una città o una regione dove si fa tutto alla cazzo di cane e via, è normale che poi un cittadino di Torino si spaventi e non acquisti mozzarella.

Ci viene solo detto che ad esempio la Francia chiude alle mozzarelle, notizia falsa smentita da Bruxelles, trattasi solamente di effettuare giustamente dei controlli. Insomma speriamo che per questo caso si faccia una giusta informazione e non finisca nel silenzio quando ci si accorge che trattasi di bufala.


QUANDO LA CAMPAGNA ELETTORALE E' SINCERA.....3

Satira di difesa 2 29/3/2008






BALLE VOLANTI.

Satira di difesa 2 27/3/2008


E’ un manicomio, sarebbe scontato dire che con questa campagna elettorale si è toccato il fondo, è banale, anche perché è da tempo che si scava. E’ una grossa fiera dell’assurdità, dove c’è il capocomico, il Nanodellelibertà(sue), e la sua spalla, l’AstrattoWalter, questi Totò e Peppino, dei poveri si capisce, si scambiano battute a distanza, insulti, polemizzano e noi guardiamo questo assurdo spettacolo attoniti, guardiamo lo spettacolino squallido e pensiamo al nostro futuro in mano a uno di questi dementi.

Oramai lo schema è chiaro, bisogna superare le affermazioni assurde dell’avversario con cazzate altrettanto assurde, offendendo sfacciatamente l’intelligenza della gente. L’AstrattoWalter dice che aumenterà le pensioni di 400€, il Nanodellelibertà lo supera promettendo 1000€, che volete fare è fatto cosi se l’Astratto dicesse di aver fatto una cacca di 3 chili, il Nano convocherebbe subito i giornalisti per annunciare di averne fatta una da 25. Il problema delle promesse è che non hanno copertura finanziaria, sono stati sgamati dal “Sole 24 Ore”, ma loro se ne strafottono e continuano la sagra della minchiata.

E così si va avanti, il Nano spara menzogne sulla pelle dei lavoratori di Alitalia, cordate inventate al momento come solo un grande artista della balla volante sà fare, oramai lo sappiamo che ci vuole mettere le manine senza metterci un euro o comunque pagando il minimo come per la Mondadori e la SME ; l’Astratto dall’altra parte parla di sostegno economico ai disoccupati a chi ha un bambino, cifre sui 2000 euro o giù di lì, demonizza l’avversario che lui stesso ha salvato dalle macerie del suo partito, facendolo tornare alla ribalta per la gioia dei nostri coglioni massacrati.

E intanto si fa sempre più chiaro cosa succederà dopo le elezioni, qui e là sui giornali passa la notizia del quasi sicuro pareggio al senato, ma viene negato da tutti. Guardiamoci in faccia a chi la vogliono raccontare, chiunque vinca non riuscirà mai a governare tranquillo, non riuscirà a prendere una maggioranza schiacciante. In caso di vittoria del Nano avrà contro tutto l’arco costituzionale, per governare tranquillo dovrebbe prendere il 60% , impossibile, stessa cosa per Vuolter.


L’inciucio è il futuro e già lo sanno, l’amore non è bello se non è litigarello e i due lo sanno bene, mettono su la commedia come già fece il BaffettoaVela, diceva a tutti di mettere il Nano in mutande poi si è messo a 90 ° in bicamerale. Non è cambiato niente è tutto teatro, risparmiateci almeno la campagna elettorale, risparmieremo soldi nostri…nostri ! e non vedremo facce da culo in tv.



P.S. La Santanchè è inascoltabile, se fosse vivo Mussolini avrebbe paura di lei.


QUANDO LA CAMPAGNA ELETTORALE E' SINCERA.....2

Satira di difesa 2 26/3/2008







Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni pdl manifesti elettorali

permalink | inviato da Liberazona il 26/3/2008 alle 9:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

QUANDO LA CAMPAGNA ELETTORALE E' SINCERA.....

Satira di difesa 2 26/3/2008





    

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ELEZIONI MANIFESTI ELETTORALI PD

permalink | inviato da Liberazona il 26/3/2008 alle 8:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

IPOCRISIA OLIMPICA.

Informazione 24/3/2008



Se l’ipocrisia si potesse vendere ci sarebbero miliardi di persone ricche nel mondo, in molti in questi giorni ci stiamo scandalizzando per la questione Cina – Olimpiadi, per le violenze continue che avvengono in quel paese e nei confronti delle popolazioni confinanti che chiedono l’indipendenza. Ci meravigliamo di come questo paese possa rappresentare una manifestazione pacifica, che esprime i più alti valori sociali, come un Olimpiade. Addirittura si muovono, giustamente per contestare, grossi enti internazionali come “Reporter senza Frontiere”.

Ma quello che dimentichiamo è la storia, la quale non ci insegna niente, purtroppo, dimentichiamo più o meno ipocritamente, che le olimpiadi da decenni non rappresentano più niente al livello morale, anche loro sono business non più sport, è sana competizione di atleti dopati spinti a vincere e fare qualsiasi cosa per vincere.

Ci scandalizziamo per Pechino 2008 chiediamo di bloccare tutto, ma di Berlino 1936 ? La Berlino capitale del Nazismo e della dittatura folle di Hitler, non bastò a spostare le olimpiadi e pure Adolph si impegnò molto a fare i suoi morti. Oppure dimentichiamo il massacro di Città del Messico 1968 ? Centinaia di studenti ammazzati su ordine del presidente Gustavo Diaz Ordaz, il tutto avveniva durante le olimpiadi ed ovviamente non si fece nulla, neanche quel sangue le fece fermare.

E’ il business baby, abbiamo costruito una società dove conta l’introito prima di tutto e che passi su tutto, è uno schiaccia sassi fatto di inserzioni pubblicitarie, sponsor di sportivi, spazi televisivi, che un po’ tutti alimentiamo senza neanche saperlo. Lo abbiamo voluto e ci toccano anche i mostri perché lo schiaccia sassi non si può fermare, uno spazio pubblicitario venduto vale più di centinaia di vite.

Ancora altri esempi : Mosca 1980, in peno regime comunista, ovviamente l’occupazione dell’Afghanistan avvenuta poco tempo prima non ne impedì lo svolgimento, ci furono solo alcune nazioni che decisero di non partecipare, tra le quali gli USA, che giustamente volevano l’eslusiva sulle occupazioni, vedi Vietnam ; Se non sono bagnate dal sangue, le olimpiadi sono spalmate di corruzione e doping come a Seoul 1988.

Di cosa dovremmo meravigliarci quindi, della cerimonia di accensione della fiaccola, con l’atleta che in una mano porta la fiamma e nell’altra un ulivo simbolo di pace, ancora ipocrisia alle stelle.

Forse è questo il vero nemico da combattere, l’ipocrisia, senza di essa forse riusciremmo veramente a risolvere i problemi del mondo.

SIA CHIARO MI SACRIFICO PER LA PATRIA.

Satira di difesa 2 22/3/2008



Ci sono delle volte in cui il Nanodellelibertà(sue) si morderebbe la lingua, uno di questi casi è la fantasiosa panzana messa su per il caso Alitalia, se si potesse leggere nei pensieri dello statista rinfoltito sicuramente sentiremmo un “chi me lo ha fatto fare” grande quanto un palazzo. Il Nano spara la solita menzogna per farsi bello in campagna elettorale e quindi crea una irreale cordata italiana che voleva comprare Alitalia, ma è stata estromessa dai comunisti al governo, stavolta non se la cava facilmente l’ha detta grossa e visto che il fatto è serio gli chiedono spiegazioni e per sua sfortuna la cosa non cade lì, Tanto è vero che neanche la sarta Bonaiuti riesce a mettere la solita pezza all’ennesima stronzata detta dal principale.

Succede quindi che gli chiedono di questa misteriosa cordata e allora ecco che continua il lavoro di fantasia, tra i validi capitalisti pronti per la patria, ad investire nel buco nero di Alitalia, uno sicuro è il figlio PierSilvio, giusto per aumentare un po’ il conflitto d’interesse, e poi delle banche come l’Intesa, la quale smentisce subito e dice di non saperne niente, ma è probabile che siano dei bugiardi comunisti complottisti. Comunque il cavaliere è alle strette e adesso deve fare qualcosa, insomma come ha già fatto con il PDL creato una sera all’improvviso da una vaccata detta, e garantisce al paese e ai dipendenti della compagnia di bandiera : << mi impegno io , quindi si farà >> e giù tutti a toccarsi.

Il problema è proprio questo, già se ne occupato lui per questo la situazione è disastrosa, in cinque anni di governo le persone messe a dirigere Alitalia sono state Mengozzi, Bonomi e Cimoli, i quali hanno accompagnato l’azienda sul baratro e l’hanno abbandonata, alcuni come Cimoli prendendosi una liquidazione di circa 5 milioni di euro, per il buon lavoro svolto. Il fatto è che se oggi c’è solo Airfrance è perché è l’unica che riesce a mettere tutto il capitale per acquistare Alitalia, e cioè quasi 3 miliardi di euro, 140 milioni per l’acquisto e il resto per pagare i debiti, è questo che non viene mai detto. AirOne non ha i soldi per farlo dato che con tutta la copertura dell’Intesa non arrivava neanche ai 140 milioni necessari.

In Italia abbiamo i soliti capitalisti con le pezze al culo o come dice il filosofo Ricucci : << So’ tutti froci col culo degli altri >>, abbiamo i capitalisti che comprano con soldi delle banche e scaricano il debito sull’azienda acquistata. Infatti il NanoconleAli ha subito chiarito l’eventuale piano aziendale , e cioè da vero capitalista vuole 300 milioni dallo Stato per “sacrificarsi” e prendere anche gli aerei con il minimo della spesa…oh per i malpensanti, ringraziatelo lo ha fatto per l’Italia.

SADOMASOBOLZANETO

Satira di difesa 20/3/2008


La passione con tua moglie si è spenta ? Hai voglia di qualcosa di più quando siete insieme ? Magari hai voglia di qualche fantasia sessuale perversa ? Ti piace il Sadomaso ?

Allora corri, la Caserma Bolzaneto a Genova fà al caso tuo. Alla Caserma Bolzaneto siamo specializzati in tutte le torture che più ti eccitano. Ti piace trombare mentre ti depilano il culo e pestano tua moglie ? Cari signori avrete a disposizione una larga scelta di manganelli, col quale farsi torturare, in : ciliegio, frassino, noce e i nuovi in piombo e ossa di comunista.

Siamo un azienda specializzata in piacere, troverà le nostre referenze sui giornali abbiamo avuto molti clienti soddisfatti e sanguinanti. OFFERTA SPECIALE per chi si presenta ai cancelli come no-global o tuta bianca in regalo sarà preso a calci con scarpe chiodate col sottofondo musicale di faccetta nera.

Non perdere l’occasione, chi si ferma è perduto!!!!!!!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. g8 torture caserma bolzaneto

permalink | inviato da Liberazona il 20/3/2008 alle 21:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

PACCO, DOPPIO PACCO E CONTROBROGLIO.

Satira di difesa 2 18/3/2008



Ormai è tradizione, e si sa le tradizioni sono sacre e vanno rispettate, così anche per questa tornata elettorale ci ritroviamo il Nanodellelibertà(sue) che annuncia di nuovo i brogli, il Nano sa per certo che avvengano, ma come al solito non sa come, visto che se le castronerie che dice fossero vere dovrebbe denunciarlo alle autorità.

Nel PDL siamo alla riproposizione del vecchio e conosciutissimo repertorio di battute: da una parte c’è l’anziano capo comico, il Nano, che sforna le sue vecchie promesse e vaneggia di obbiettivi raggiunti dal suo governo, per quelli non raggiunti è colpa di quel belzebù dell’InsulsoCasini; dall’altra parte abbiamo gli altri clown detti i “Condannati in Libertà”, tipo Tremonopoli, che con facce da culo mai viste in tv ripromettono di non fare condoni e altre belle schifezze, dimenticando di averle già fatte prima con relative promesse.

Ad un PDL inascoltabile risponde un PD , quest’ultimo dopo averlo ascoltato per bocca dell’AstrattoWalter pone a tutti un grave quesito : Ma che cazzo ha detto ?. L’Astratto continua il suo tour in giro per la penisola nel segno del cambiamento, c’è gente che ormai rimpiange i vecchi tempi in cui a disturbarti a casa erano i testimoni di Geova, oggi ti puoi ritrovare un segretario fuori la porta che pretende un pasto caldo.

Come non concludere con l’InsulsoCasini, anche lui bravissimo a denunciare le schifezze fatte dal Nano, purtroppo dimentica che c’era anche lui a farle. Insomma più che una campagna elettorale sembra una gara di “la sai l’ultima ?” , vince chi la spara più grossa.