.
Annunci online

ATTENZIONE CADUTA FESSI !

Satira di difesa 29/4/2009

Non c’è niente da fare, è più forte di loro chiunque diventi segretario del PD deve diventare per forza autolesionista. E’ un lento ma continuo martirizzarsi le palle, dai e dai, il significato di “opposizione” resta un qualcosa di oscuro da quelle parti. Eppure le occasioni non mancano per attaccare il premier e raccattare qualche voto, ma Harry Potter Franceschini più che un oppositore sembra un curatore d’immagine del Nano delle Libertà.

Come definire altrimenti le mosse fatte il 25 aprile, se non autolesionistiche. Sono riusciti a sputtanarsi l’unico giorno della memoria gestito, per ovvie ragioni, dalla sinistra. Questi dirigenti utili quanto un termosifone nel deserto, filosofi dell’ovvio, idolatri del dio Taffazzi, avrebbero potuto stare zitti e celebrare la Liberazione, salvo poi attaccare il premier per l’ennesima assenza, ma invece no tendono la manina a Ciuffone e fanno la fine di Capitano Uncino, il caimano si mangia quella il braccio e tutto il resto, dando a Ciuffone altro spazio mediatico non previsto.

Ma il Nano delle Libertà non molla, vuole far risalire il PD nei sondaggi e le tenta tutte. Racconta balle sull’emergenza rifiuti, mentre l’Unità del 28 aprile scopre la farsa dell’inceneritore di Acerra, a più di un mese dall’inaugurazione ancora non è in servizio e forse non lo sarà prima dell’inverno. Ci si aspettava qualche parola di sdegno in casa PD, ma niente silenzio piatto, non parla neanche la salma di Fassino o l’intelligentissimo D’Alema.

E’ strano il concetto che si ha di opposizione, invece di contestare loro cercano di non infastidire il premier al massimo fanno qualche borbottio, ma a bassissima voce. Ciuffone spara la cazzata del G8 all’Aquila, sperando in un no o almeno in un indignazione dei democratici, ma niente neanche una parola per difendere i sardi privati dell’evento, per non parlare poi della follia di organizzare un G8 tra le macerie, anzi addirittura elogi mancava solo il bacio della Finocchiaro e poi era perfetto.

Si cerca invano di dialogare contro chi ti prende a calci nel sedere, anche uno scemo qualsiasi o un Buttiglione a caso reagirebbe ad un certo punto, ma loro no anzi continuano imperterriti a dare assist al Nano, ed assistiamo all’apoteosi del sadomasochismo : il prono a tutto Violante si fa promotore di una legge contro la possibilità di poter candidare magistrati, quindi vietare ad altri come lui di poter entrare in politica, visto che è un ex magistrato.

Solo in un occasione alzano la voce : nell’attaccare Di Pietro, si sa il problema non è il governo ma chi si oppone veramente. E pensare che basterebbe poco, tipo due persone che urlino “ci stai rovinando”, per vedere Ciuffone scappare col parrucchino tra le gambe.