.
Annunci online

RIFLESSIONI SU CRAXI....

Satira di difesa 29/12/2009

Dedicano un parco a Craxi, ma se proprio dovete intestategli una tangenziale, almeno ci ricordiamo cosa faceva.

Quando si parla di Craxi spesso si va per la tangente.

«È una riabilitazione, una cosa buona e giusta: si esce definitivamente da anni che definire squallidi è riduttivo» dice Paolo Pillitteri (cognato della salma), è come sentire il ladrone che parla bene di Alibabà.

Ma visto come veniva trattato ultimamente dalla gente, più che una strada non era meglio fargli una monetina?

Claudio Martelli :«la riabilitazione è già compiuta, ma finché non ci sarà una robusta forza socialista, democratica e liberale, Craxi sarà sempre in esilio» Qualcuno gli spieghi che la morte è esilio dalla vita senza ritorno, non come la latitanza ad Hammamet

Craxi aveva una passione per Garibaldi, solo che il generale aveva la sua grande causa, mentre Bettino aveva tante cause.

<< Craxi è una figura con cui ancora dobbiamo fare i conti >> (Paolo Pillitteri) infatti quando si decide a pagare?

<<Ero già pronto a partire quanto mi venne comunicato che non potevo allontanarmi da Milano - ha ricordato Pillitteri a proposito dei funerali di Craxi [scontava una condanna] - E ancora non riesco a spiegarmi quali siano state le oscure ragioni>> si chiama legge caro Paolo LEGGE

Craxi non rubava, sottraeva per il bene comune.....dei suoi familiari.

Craxi si è offerto in sacrificio per noi, è non è nemmeno il primo che fa una cazzata del genere.

E' vero Craxi ha sofferto tanto durante la latitanza ed ha versato molte lacrime, questo mi porta ad un interrogativo : Come si rubano le lacrime?

Per Letizia Moratti Craxi “ha dato una svolta al Paese”, non è colpa sua se lì c'era il baratro.

CORRI BETTINO, CORRI !!!

Satira di difesa 2 26/1/2008

 

Il 24 gennaio 2008 si è assistito per l’ennesima volta ad un volgare spettacolo della casta politica, che sembra oramai sempre di più sbattersene della gente e anzi gli butta in faccia la sua arroganza e il suo sfottersene del senso della decenza, ove mai queste persone sappiano cosa sia la decenza.

Se state pensando alla crisi di governo o alle risse in senato siete fuori strada, mi riferisco alla serata di gran galà che è succeduta, circa mezz’ora dopo, alla caduta del governo , in un cinema romano viene proiettato un film documentario su Bettino Craxi “La mia vita è stata una corsa”, devo dire che mai titolo fù più azzeccato di questo come definire altrimenti la vita di Craxi se non una corsa per sfuggire alla giustizia.

La serata organizzata dalla figlia del tangentaro, la quale continua a definire il padre esule e non latitante forse non gli hanno spiegato bene le differenze, ha visto la partecipazione di molti grossi pezzi di……politici, si diceva che dovesse venire l’AstrattoWalter, ma data la situazione stranamente ha pensato bene di lasciar stare, avra rinunciato a malincuore.

Idea che ha Marini non gli è balenata neanche un pò per la testa, lui col cadavere del governo ancora caldo, da buon presidente del senato si reca a vedere il film su un collega che ha avuto la sfortuna di essere stato beccato. In un aria di festa, tipo la notte degli oscar, c’erano un po’ tutti : il BalillaLaRussa, Dini, Gasparri, Letta, insomma i soliti viscidi più, e questo mi fa male, Ciampi e moglie…..che l’abbiano portati con l’inganno ?

Ovviamente come non poteva mancare il Nanodellelibertà(sue), giustamente lui va a tributare l’uomo che più di una volta gli ha salvato le……. televisioni (come non ricordare il “decreto Berlusconi”, chiamato proprio così da Bettino). La notizia passa per molti telegiornali, ovviamente molto velocemente, giusto per dirla, se avessero dedicato uno spazio più lungo c’era il rischio che qualcuno capisse che gran paraculi abbiamo in politica.

Nei brevi filmati trasmessi in tv elogi all’estinto, ma ovviamente i giornalisti non accennano nessuna parola sulla vita giudiziariria di Bettino, non è il caso può sembrare inopportuno. La figlia Stefania si dice contenta che finalmente si rivaluta la figura del padre, ovviamente è contenta lei ma credo che molti italiani onesti saranno incazzati come faine, o come Borghezio quando vede un rumeno. L’altro figlio di Bettino, Bobo, si augura che presto la Rai dedichi una fiction sulla vita del padre, forse la Rai no, ma Mediaset dopo aver mitizzato il boss Riina, vuoi vedere che non ti beatifica il tangentaro Bettino ?

Insomma agli operai della Tyssenkrup morti nessuno più gli dedica spazi televisivi o di informazione generica, mentre ai delinquenti i media danno tutto lo spazio possibile…se lo sono guadagnato. Si aspettano con ansia puntate di Porta a Portese, o del suo clone Matrixciana dedicate all’estinto.

P.S.(che non sta per partito socialista) ho scritto due lettere una a Marini e l’altra a Ciampi per esprimere il mio disgusto per la loro presenza a quella celebrazione, i loro indirizzi sono : marini_f@posta.senato.it , ciampi_ca@posta.senato.it, riporto il testo nel caso vogliate farlo anche voi.

“Egregio Sig. Franco Marini

Sono un cittadino italiano e elettore della sua coalizione alle ultime elezioni politiche. Non le scrivo in merito alla crisi di governo, ma per evidenziarle un fatto che mi ha lasciato disgustato. La sera del 24 gennaio c.a. con un governo appena caduto e da presidente del senato, lei ha ritenuto opportuno recarsi al cinema per assistere alla prima del film dedicato al noto latitante Bettino Craxi. Io che credevo, data la sua storia di uomo e politico, che riuscisse a differenziarsi da una certa feccia che oramai infesta il nostro parlamento, noto invece a malincuore che anche lei ne è complice.

Mi permetta una domanda : Con quale faccia lei il 31 gennaio c.a. riceverà l’Associazione Nazionale Magistrati ? Come potrà parlare di giustizia, visto che si è recato, insieme ad altri uomini politici, a vedere quel film in un area totale di festa che non teneva conto delle vicende giudiziarie del protagonista, ma anzi si cercava di ometterle.

Cordiali Saluti

Nome Cognome, cittadino disgustato.”

“Egregio Sig. Carlo Azeglio Ciampi

Sono un cittadino italiano, che durante tutti questi anni ha sempre creduto in una sua certa autorevolezza, lo stimata per l’operato svolto da Presidente della Repubblica, secondo me è stato uno dei migliori presidenti che l’Italia abbia avuto, anche per come ha lottato nel difendere la nostra Costituzione e la Bandiera dai continui attacchi che certi governi facevano con leggi che ne minavano le fondamenta.

Devo però sottolinearle un fatto che posa un ombra pesante su di lei, il 24 gennaio c.a., dopo la caduta del governo, lei ha ritenuto opportuno recarsi alla prima del film dedicato al noto latitante, nonché tangentaro, Bettino Craxi. La serata si è svolta in un clima di festa, che non teneva conto delle vicende giudiziarie del protagonista del film, ma anzi cercava di occultarle omettendo i crimini commessi da quella persona, che con la sua latitanza si è sempre sottratto alla giustizia.

Proprio per quello che lei sig. Ciampi ha rappresentato per me e per gli italiani, devo prendere atto da questa sua caduta di stile, che anche lei è complice di un sistema politico corrotto come molta feccia presente in parlamento.

Cordiali Saluti

Nome Cognome, cittadino disgustato.”

PENSIERO ORRENDO NASCE UN POCO STRISCIANDO

Pensiero Orrendo nasce un poco strisciando 21/1/2008

 

Ieri in quella casa chiusa chiamata Buona Domenica (data la presenza di molte note zoccole) è andato in onda la beatificazione di S. Craxi, protettore della Fininvest martire di Tangentopoli, e l’accoglienza maestosa di Apicella, con tanto di applausi scroscianti. Neanche il miglior Pavarotti ha avuto elogi simili.

La domanda è : Che cazzo sta succedendo ?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. craxi tangentopoli fininvest apicella

permalink | inviato da Liberazona il 21/1/2008 alle 14:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa