.
Annunci online

L'AMICO DI TUTTI....

Satira di difesa 3/12/2010





Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. putin russia usa mafia stato wikileaks italia amicizia affari

permalink | inviato da LZ il 3/12/2010 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

TU CHIAMALE SE VUOI INGERENZE...

Satira di difesa 1/4/2010

Con questo primo post analizzerò periodicamente le tematiche che vedono maggior scontro tra Stato italiano e Vaticano, onde cercare di capire perché il secondo non si fa i cazzi suoi su come il primo voglia gestire il suo territorio.

 

Fecondazione eterologa. Il Vaticano è contro perché la fecondazione eterologa prevede che nella fecondazione una delle parti, ovulo o sperma, non appartenga alla coppia. Cioè in pratica la chiesa dice che i figli devono essere di entrambi i genitori e non con l’aiuto di un esterno…mmm..ma dove ho sentito sta storia……minchia! ma la sacra famiglia allora cos’è ? Giuseppe non è il vero padre di Gesù . In realtà tutto questo accredita la mia versione dei fatti sull’accaduto, che il Vaticano si ostina a coprire ed inventando storie assurde di vergini incinte. La mia versione è grosso modo questa:

 

La Madonna una sera decide di darsi alla bella vita,e così insieme a delle sue amiche, tra le quali le ci sono le Winx e Monica Bellocci, vanno a ballare al “Disco Inferno” di Nazaret Inferiore . Il tutto fatto all’insaputa di Giuseppe, il marito della Madonna, la quale non lo amava ma stava con lui perché, con la sua attività di falegname, era un buon partito. Infatti da poco Giuseppe aveva concluso un accordo con la Scavolini per fargli le cucine.

 

La Madonna è una ragazza molto bella, e in  discoteca mentre balla viene subito notata dai maschi del locale anche per il suo modo di ballare. La Madonna infatti riusciva a ballare e schiacciare contemporaneamente i serpenti che affollavano la pista. Tra i tanti maschi presenti in sala si fa avanti un giovane sui venticinque anni tale Giulio Andreotti, che nonostante non fosse molto carino era famoso per essere un gran baciatore. Si vociferava che avesse baciato vari boss della mala locale, e molti testimoni giurano di averlo visto baciare, come conclusione di un accordo, anche Barabba, un giovane malavitoso che stava diventando sempre più potente.

 

A Giulio la Madonna piace molto inizia a ballarci vicino poi le offre da bere, e così dopo cinque mojito e quattro capiroska la Madonna inizia ad essere più malleabile e decidono di appartarsi. Alla Madonna quell’avventura la eccitava molto, di solito lei non si concedeva molto anzi se la tirava in genere, va beh tranne quella volta con la squadra di rugby di Betlemme, ma da buona cattolica praticante si era concessa solo analmente. Comunque tra una cosa e l’altra la Madonna e Giulio fanno l’amore  tra la sabbia del deserto su una duna, la Madonna, anche se scomoda per via del cambio, resta tutta la notte con Giulio.

 

Passa qualche settimana e la Madonna, tramite il test dell’urina su Brunetta, scopre che essendo diventato blu Brunetta era incinta. Giuseppe entra di soppiatto in camera e vedendo Brunetta blu capisce che la moglie è incinta, in un primo momento è felice, ma poi ripensandoci pensa che è impossibile visto che in tre mesi di matrimonio ancora non avevano fatto l’amore a causa del suo ciclo. Giuseppe s’incazza inizia ad urlare e pretende spiegazioni, ed è lì che la Madonna viene salvata da una copia dell’Osservatore Romano.

 

Infatti Lapo, fratello della Madonna, collezionava giornali che usciranno nel futuro, ed aveva lasciato proprio lì una copia dell’Osservatore Romano edizione 2003. Nel giornale si parlava di una storia strampalata, in pratica lei da vergine era rimasta incinta dallo Spirito Santo  e lui aveva accettato il figlio. La Madonna, dopo aver letto la storia, la racconta a Giuseppe  ed egli la crede, salva in calcio d’angolo insomma.  




MAFIASET

Satira di difesa 23/10/2007



La Mafia
è la prima azienda del paese, ebbene si io direi finalmente.

Tanta fatica a qualcosa è servita, duro lavoro ad applicare il “papello” di Riina, ma i frutti poi si raccolgono.

Nel nostro anormale paese, lo Stato si è accordato con la Mafia (come in una riunione di CDA), e non conta che erano appena morti Falcone e Borsellino, e c’erano e ci sono magistrati che credono ancora alla giustizia, alla lotta, al non guardare in faccia nessuno, a discapito della loro incolumità.

Quindi perchè meravigliarsi se la Mafia fattura oltre 90mila mld di Euro ( senza contare le aziende del Nanodellelibertà(sue) ), è il Made in Italy (sarà contento Montezemolo) l’unica cosa che riusciamo a fare bene, quindi perché non quotarlo in borsa, lo chiamamo MAFIASET, sai com’è un pò di restyling ci vuole.

Illusi sono quelli che vogliono combattere la Mafia, oh non riescono proprio a capirlo, ma parliamoci seriamente un parlamento che tra le sue fila ha Dell’Utri (fantastica la sua frase a Mobydich di Santoro : <<se esiste l’Antimafia esiste anche la mafia>>) condannato per Mafia ( 1°grado), e nessuno si pone il problema almeno morale, al senato c’è Andreotti riconosciuto mafioso ma prescritto (e cito solo i nomi più conosciuti). Un paese che ha all’Antimafia Cirino Pomicino condannato per tangenti, ma a chi vogliamo far ridere, con cosa la vuoi combattere la Mafia ( idea, mandiamo il Bofonchiatore(Prodi) così i mafiosi stremati dai suoi discorsi si suicidano).

Che speranze ci sono di una Giustizia giusta con queste istituzioni così corrotte, dove un Lunardi da ministro dei lavori pubblici si permette di dire, senza dare poi le dimissioni, : <<Bisogna convivere con la Mafia>>, no non era ubriaco, di solito quando beve ne spara più grosse tipo Babbo Natale esiste, Berlusconi è onesto, il Papà è un transessuale……cose impossibili.

Mi sembra logico che i Magistrati vengano spostati, è il nuovo tritolo della mafia-politica-finanza e non fa morti (o quasi). Ormai ministri, parlamentari, senatori, governatori, sindaci, assessori, indagati in varie parti d’Italia non si contano più, se sei onesto ti guardano con disprezzo. Una volta c’era il politico il finanziere e poi il mafioso (puro), dato che la mano d’opera era cara anche loro hanno fatto dei tagli (o esecuzioni ) oggi spesso i tre profili precedenti sono incarnati, in molti casi, dalla stessa persona.

Forse l’ultima speranza è non far cadere l’attenzione su certe cose ( Borsellino diceva bisogna sempre parlare di Mafia), in modo tale che se un giorno si torni a votare il candidato e non il partito possiamo automaticamente epurare certi personaggi.

Copio uno slogan : “che mondo sarebbe senza Mastella”, sicuramente migliore.

P.S. firmate l’appello per De Magistris e guardate il video.