.
Annunci online

LA STAGIONE DELL'AMORE

Satira di difesa 25/11/2010

Emilio Fede picchiato. Ricoverato il pazzo, ancora libero l'aggressore.

Emilio Fede picchiato in un ristorante, l'amaro gli ha fatto male.

Emilio Fede pestato. Porta fortuna.

Dopo Capezzone anche Fede picchiato,Cicchitto per sicurezza si chiude in casa.

Montezemolo :"Devo fare qualcosa per l'Italia". Tipo stare a casa.

Gli studenti manifestano conto la riforma della scuola. la Gelmini:" E' inaccettabile, io non faccio riforme"

Il ministro Gelmini "Questa è una riforma epocale". Infatti dopo di essa non ci sarà più la scuola.

Ricercatori sul tetto della facoltà di Architettura. Illusi credevano di sfuggire alle visite dei politici

Perquisita la casa Farmaceutica Menarini, Maxi sequestro da un miliardo di euro. La supposta stavolta se la sono presa loro.

Berlusconi:"Irresponsabile andare al voto” certo potrebbe perderle.

Boldi :“Io con De Sica se il premier torna con Fini” .Insomma è una questione fra comici.

NON SI PENSI CHE SIA FASCISMO.

Satira di difesa 2 26/5/2008

C’è un ritorno al fascismo ? Non credo, ma accadono cose strane. Il fatto non è tanto il ritorno al fascismo, cosa molto difficile, spero, ma il fatto che abbiamo dei fascisti senza palle, molto più pericolosi di quelli del ventennio. E si perché i fascisti vissuti nel ventennio, e immediatamente dopo, si dichiaravano tranquillamente per quello che erano senza avere paura delle conseguenze, cioè con orgoglio, e mantenevano una loro coerenza, anche se sbagliata.

Oggi invece ci sono questi diciamo “fascisti evoluti” che non hanno il coraggio di prendersi le responsabilità delle conseguenze delle loro dichiarazioni - atti, o semplicemente sono paraculi, e già questo spiegherebbe tutto. Si fomenta l’odio, si esaltano le ronde, poi se succede che qualche idiota prende alla lettera le parole dei suoi leader, essi si riparano nel prendere le distanze.

Un esempio, prendiamo il sindaco di Verona Tosi, il leghista della ronda accanto. Alcuni neo-nazisti-fascisti-testecazzisti pestano a morte un ragazzo, con la scusa dell’accendino, ebbene il nostro Tosi giustamente si dichiara contro la violenza. Poi vai a vedere meglio e ti accorgi che a Verona si registrano tantissimi casi di violenza simili ora a uno straniero, ora a un gay, ora a una persona di sinistra. Vai a vedere ancora meglio e ti ritrovi Tosi che partecipa alla manifestazione si Forza Nuova, movimento di estrema destra, e vedi che il nostro sindaco capeggia sorridente il corteo, nel quale non mancano le croci celtiche e altri simboli e striscioni razzisti, insomma tutto il materiale dell’antisemita fai da te. Quindi chi compie certi atti si sente incentivato da uno come Tosi, il quale però è anche paraculo dato che prima butta il sasso, poi quando c’è una tragedia nasconde la mano e si dice contro la violenza.

Al club del paraculo andrebbe aggiunto anche Gentilini, il quale ha trovato un curioso escamotage per essere sindaco di Treviso per il terzo mandato consecutivo (vietato dalla legge). In pratica alle elezioni vince Gobbo, sempre della Lega, ma lui lo manda a spasso e anche essendo il suo vice, di fatto fa il sindaco, che esempio di democrazia. Anche lui è contro la violenza, per carità, ma poi dichiara “disposizioni alla comandante dei vigili urbani affinché faccia pulizia etnica dei culattoni” oppure sugli extra-comunitari ai quali, secondo Gentilini, “bisognerebbe sparare ai gommoni”. Insomma un pacifista convinto

Ma la nostra penisola offre tanti esempi di questi grandissimi figli di…della lupa, prendiamo Alemanno a Roma. Gianni appena eletto festeggia con un corteo di croci celtiche e altri accessori, “stranamente” assenti nei tg, poi vuole dedicare una strada al fascista Almirante (una volta si dedicavano a chi liberava l’Italia e non a chi l’occupava). Ebbene Gianni appena sente di atti vandalici contro negozi gestiti da stranieri, subito fa un salto di paraculismo prendendo le distanze da certi atti che, si sappia per i maligni, non sono fascisti, la coerenza e tutto.

Come non parlare della discarica di Chiaiano, il governo dello “Stato prima di tutto” della legalità e della libertà come primo atto toglie la libertà di manifestare contro le discariche. Inizia bene, poi manda poliziotti e carabinieri contro i cittadini, vengono pestati tutti anziani compresi, il tutto poi per via decreto, come ai tempi andati, ma attenzione non è fascismo per carità dicesi libertà. Ovviamente dai tg chi protesta passa per camorrista, dimenticando un piccolo particolare e cioè che per vivere hai bisogno dell’acqua, se si fa una discarica sulla falda acquifera come la mettiamo ? E per questo che si protesta. Ma i cittadini, abbandonati anche dall’opposizione ( hanno la coda di paglia a causa di Bassolino) , diventano loro i criminali e vanno manganellati (o per punizione devono subire la compagnia della Mussolini), dato che non si rassegnano a bere acqua.

Insomma il problema non è il ritorno al fascismo, ma l’affermarsi del paraculismo, accompagnato da ipocrisia pura, certi politicanti hanno paura di mostrarsi per quello che sono realmente, rischiano di rimanere soli. Quindi è meglio prendere le distanze, è non si pensi che sia fascismo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napoli fascismo proteste ronde chiaiano

permalink | inviato da Liberazona il 26/5/2008 alle 9:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa