.
Annunci online

IN VAGINA VERITAS......

Satira di difesa 10/9/2009

E’ iniziata la guerra, Puffo Puttaniere  da grande stratega si è preparato. Insieme al fido alleato Rinco Bossi sta per andare a Salò dove instaurerà una piccola “Repubblica del Pelo”. A fargli da scorta ci saranno DuMaroni e l’Inutile Calderoni, i maiali da caccia del premier, e una truppa di irriducibili casalinghe ipnotizzate da Beautiful. Dato che serviva qualcuno intelligente che li organizzasse, è stato chiesto a Neurone Gasparri di trovarne uno, ma il poveretto non poteva sentire dato che non sa ancora come si indossano le mutande, le aveva in testa e gli hanno isolato l’unico neurone. E’ stato Adolf Borghezio ad avere la genialata , ha rubato il Sapientino di Minzolini e sarà quell’oggetto a dare le future strategie.

  

Intanto Puffo Puttaniere prepara il contrattacco, col mezzo che in passato gli ha dato tante soddisfazioni: la televisione. Il guaio è che sta per cominciare la stagione televisiva in Rai, bisogna bloccare Santoro e la Gabbanelli, ma non in modo diretto. Ebbene si questi geni del PDL si sono accorti che se cacci un giornalista senza motivazione la gente può pensarla male. Ecco le mosse:

 

A Santoro non rinnovano alcuni contratti dei collaboratori, ma ecco che subito si pensa ad una soluzione, al posto dei collaboratori, Veltroni potrebbe prendere posto da Santoro e sparare le suoi soliti monologhi logorroici su Kennedy, Martin Luter King, o peggio ancora sul cinema italiano degli anni ’50-’60. Così sarebbe garantito  un repentino cambio di canale dei telespettatori, e per i più coraggiosi che restassero si beccheranno un otite ai coglioni.

 

Per la Gabanelli invece è stato deciso di togliere la copertura legale della Rai, in pratica se qualcuno decide di fargli causa devono arrangiarsi da soli. Proteste urla addirittura qualcuno del PD si è lasciato scappare un sovversivo “ooh”. Ma anche qua il Puffo Puttaniere da una soluzione: della difesa di Report se ne occuperà Ghedini. Pare che alla notizia la Gabanelli abbia deciso di fare da sola, sembra che se si faccia difendere dal ragazzo del bar abbia più possibilità di cavarsela.

 

Al tg3 infine si pressa il PD per far sostituire l’attuale direttore con un cactus, ma il PD insorge “il cactus è troppo rischierebbe di fare opposizione, meglio mettere Rutelli”. E così sarà.

 

Il PD intanto si rimbocca le maniche e sembra, come al solito, pronto a niente. Mentre è caos nel paese loro si occupano di primarie e i candidati vanno in giro a parlare del loro programma, pare che ci sia una vera e propria lotta interna, diversità di pensiero che si scontrano, c’è chi pensa che “un po’ bisogna dialogare con Berlusconi”, chi invece dice “No bisogna dialogare tanto con Berlusconi” e poi ci sono i più estremisti che hanno una linea tanto divergente quanto radicale : “Bisogna far guidare il partito a Berlusconi”.

 

Tarantini intanto fa sapere che le mignotte procurate al premier erano 30, quindi in realtà il triplo. C’è stato una attimo di panico nel PDL, Gianni Letta ha perso il suo solito sorriso da ebete rimpiazzandolo con un espressione seria da ebete. Ma il panico è durato poco. Il Grande Puffo Puttaniere ha subito trovato la soluzione : ha fondato la M.A.B. una Milizia Armata formata da Baldracche. Al  comando della truppa ci sarà il maresciallo Brunettolo, egli si occuperà dell’addestramento e la formazione, cioè dato il livello si partirà da 1+1=2 e dal dettato. In un primo momento si pensava ad una calata su Roma, ma dato che le ragazze non sapevano cosa fosse Roma si è deciso per una totale occupazione televisiva.

 

Queste donnine prive di intelletto hanno in compenso sviluppato il deretano, il quale è fondamentale in televisione. Ci saranno donnine nei tg, nel meteo, nei programmi culturali, nelle telecronache sportive, nei varietà e nella messa domenicale. La divisa di ordinanza sarà il perizoma con la faccia del premier, solo in un secondo momento si è deciso di ricorrere anche al reggipetto per venire incontro alla chiesa.

CASA CHIUSA DA SILVIO, SOLO VACCHE ITALIANE.

Satira di difesa 29/7/2009

La botta un po’ c’è stata, il nostro premier Puffo Puttaniere, dopo gli scandali a luci rosse di questi giorni, ha deciso che le vacanze a Villa Certosa quest’anno saranno più soft, parola d’ordine “basso profilo”. Annullata l’ordinazione dalla Thailandia, le baldracche da ospitare in villa saranno solo 250 tutte italiane, invece delle solite 1300, e pare che stavolta gli sarà vietato di girare nude, almeno le mutande dovranno averle. Niente da fare pure per le 69 zebre lesbiche che dovevano accoppiarsi la sera per allietare il padrone di casa, ma pare  siano confermati gli orango che blandiscono abnormi vibratori. Dopo le polemiche per le tombe dei fenici ritrovate nei terreni del premier, e fatti rimuovere non si sa come, per ora è stato bloccato lo smantellamento del Colosseo, che doveva essere poi rimontato nell’orto di Villa Certosa. Puffo Puttaniere commenta : “ Peccato stava bene vicino ai i bronzi di Riace, adesso saranno soli”.

 

In nome dell’austerità anche il  vulcano artificiale di Villa Certosa sarà acceso solo una volta al giorno, dopo cena quando Ciuffone, per dare un suo tocco di classe alla serata, intonerà “meno male che Silvio c’è” ruttando. Per simulare l’eruzione, non saranno utilizzati i soliti delfini bruciati vivi e profilattici usati, ma si è pensato ad una soluzione interna: saranno bruciate le copie dei bonifici estero su estero di Previti. Pare che l’omino dall’alto senso morale, secondo il suo killer di fiducia, appena abbia ricevuto la notizia gli sia scappata una lacrimuccia, eeh quanti ricordi in quei bonifici. Alla notizia di una lacrima di Previti i giornalisti si sono mobilitati era già pronto un titolo sul Giornale  : “Visto? E’ Umano!”, ma poi Cesare Dart Fener, cosi viene chiamato dagli amici per la sua sensibilità,  dichiara : “Di che vi stupite ? Anche i coccodrilli, dopo aver mangiato i propri cuccioli, piangono” niente da fare titolo saltato.  

 

Intanto ministri e sottobosco vario del governo è, purtroppo, al lavoro, non c’è speranza che la macchina infernale si blocchi. La Lega persevera nell’abuso di sostanze stupefacenti e così, dopo l‘approvazione delle ronde, gli insulti ai napoletani da parte di Salvini, la possibilità di poter chiamare meridionali i residenti di Bergamo bassa, la proposta dei mezzi pubblici separati per i bianchi e i neri, pare che questi eccelsi pensatori stiano pensando di sottoporre gli insegnanti neo assunti ad un test regionale con prova orale in dialetto, a seconda della regione di lavoro. Il trucchetto servirebbe per scoprire meridionali infiltrati ed impedirgli di insegnare. Smentisce tutto il maiale portavoce di Calderoli :” Sono illazioni non abbiamo niente contro i luridi meridionali, e per la precisione è Calderoli che mi fa da portavoce e non viceversa”.

 

Intanto Lombardo e Miccichè minacciano la fondazione di una “lega del sud” se il governo non s’impegna per il meridione, “meridioche ?” afferma Ciuffone con faccia confusa. Intanto alle accuse della stampa di cercare il voto della Mafia, Micciche risponde “Magari ”. Ma il nostro eroe cerca di imporsi come nuovo che avanza, e cosi tra un cubo è una pippata di coca organizzerà un dibattito sull’etica insieme a Dell’Utri, era atteso, come oratore, anche Jack lo Squartatore ma all’ultimo momento si sono accorti che era morto, lo rimpiazzeranno col Mostro di Milwaukee.

 

Infine volevo sottolineare l’appello del direttore del quotidiano ”Libero…per ora.” Vittorio InFeltrito. Il poveretto si lancia in una pesante critica al premier con un articolo dai toni duri dal titolo: “Caro Berlusconi, chiedi cosa fa la moglie di Sacconi”. Egli sottolinea la posizione di conflitto d’interessi del ministro del welfare con delega alla Sanità, e chiede un intervento risolutore di Ciuffone. In pratica la moglie di Sacconi è al vertice di Farmindustria, cioè la società alla quale sarà commissionato il vaccino per l’influenza A. Sarà interessante vedere come un conflitto d’interessi umano, cioè il nostro premier, interverrà per porre fine al conflitto d’interessi sacconiano. Sarà un orgia sadomaso a suon di deleghe e di finti controllori guardoni che si masturbano.

SANTO SILVIO APROSTATA.

Satira di difesa 23/7/2009

E' difficile fare satira in questi momenti, come fai quando il soggetto vittima è peggio di ogni immaginazione. In pratica Puffo Puttaniere, il nostro vizioso premier, ha ammesso che tra un vertice internazionale e l'altro è sovente frequentare, anche nel letto di Putin, signorine, le quali oggi sono chiamate escort ma qualche anno fa le avremmo tranquillamente chiamate mignotte.


Ovviamente necessita bloccare la legge contro la prostituzione, tanto comunque non la rispetterebbe, ma sarebbe imbarazzante farsi beccare con l'uccello di fuori, su una statale con BingoBondi che glielo sistema facendogli la solita siringhina di viagra extra declamando poesie. Ogni giorno che passa, questo governo prende sempre più la forma di un film di Alvaro Vitali, c'è sempre il vecchio zozzone se ci fate caso. Ed infatti pare che nella nuova riforma della scuola sia prevista, per ogni classe, la maestra con la minigonna succinta e il bambino che allunga la mano. Già pronti, per fare da esempio, la Pia Carfagna e Brunettolo.


Cambierà, si suppone, anche la linea dei fedelissimi berluscaz, questo manipolo di deviati mentali sempre pronti a difendere il capo qualsiasi cosa faccia. Infatti se Ciuffone di se stesso dice che “non è un santo”, cose ovvie, Ghedini si è già iniettato la solita dose di metadone per sparare la dichiarazione-vaccata pazzesca. Voci di corridoio dicono che inizi così : “ E' un figlio di puttana ma è il migliore cazzo!!”, si prospettano risate insomma.


Un po' in crisi Sorriso di Morte Cicchitto, il quale non sapendo che dire in difesa di Ciuffone, preferisce andare a presentazioni di libri sulla vita di leader politici israeliani, insomma l'omino è con l'acqua alla gola. Male anche NeuroneGasparri da quando si è visto fare allo specchio un espressione intelligente è in shock, non se lo aspettava. Bonaiuti invece ha lubrificato bene la lingua , pare che il lubrificante provenga da una ditta austriaca, già fornitrice di Rossella, che lo ricava dal sudore dei maiali secessionisti. Paolo avrebbe già detto ad alcuni giornalisti “Eh vabbeh ma chi non si è mai fatto frustare da una prostituta a casa di Bush....ops...non ho mai detto quello che ho detto”.


I telegiornali invece ignorano quasi totalmente la vicenda, anche dopo l'uscita degli audio degli incontri, alcuni tg sono talmente criptici che presentano la notizia così “ Il vecchio falco si è fatto beccare con la fava mentre le fragole sono rosse e la vecchia è nellìorto”. A parte Minzolini sottolinierei il fedele Mimun.


Costui fa quotidianamente anche peggio del suo collega del tg1, e addirittura anche peggio di quando il tg1 lo dirigeva lui. Per errore sabato vidi il tg5, il quale informava il popolo italiano di veri e propri scoop. La prima parte era piene di suicidi e omicidi ai quali vengono dedicati servizzi lunghi non si capisce per quale motivo, invece di rispettare l'intimità delle famiglie colpite. La seconda parte è un capolavoro.


Prima notizia: In Italia si mangia l'anguria, ebbene si dopo 50 anni se ne sono accorti, segue servizio dell'inviato che ci informa che in Italia si vende l'anguria, addirittura dal fruttivendolo e in strada, è buona “piena d'acqua e non fa ingrassare”, ci mancava solo che ci dicessero “è rossa con la buccia verde” .

Seconda notizia: Milano Marittima è la meta preferita dei vip ( il “sti' cazzi è d'obbligo”) ma anche qui segue servizio, dove per vip si intende quei derelitti umani che frequentano divani televisivi con non si sa quali meriti, o almeno si posso immaginare nel caso delle donne.


Terza notizia: Angolo cucina, cuochi che con fare da filosofi parlano di fusilli e altri piatti, ovviamente lungo servizio anche qui con voce entusiasta che parla di primati dell'Italia eccetera, non si capisce ovviamente come mai quel giorno il tortellino o la fettuccina meritassero un menzione, forse perché pur di non parlare della realtà tutto fa brodo.