.
Annunci online

sFIATati

Satira di difesa 12/11/2012

Mancavo da un po', in questi mesi ho aiutato un amico in difficoltà, Osama Bin Laden aveva bisogno di un identità nuova, ormai quella vecchia era sputtanata, nei panni di Renato Brunetta non poteva andare avanti, sia per ragioni fisiche, essere piccolo tutto il giorno era uno sforzo sovrumano, sia per ragioni intellettuali, essere piccolo tutto il giorno era uno sforzo sovrumano.

E così con l'intelligence americana ci siamo messi a studiare la nuova identità di Bin. Nella sala ovale eravamo io, Obama, il pupazzo Uan, Drew Barrymore, e il poliziotto dei Village People. Mangiavamo il cremino, lo so non esiste più ma gli americani, con l'ausilio di raffinatissime tecnologie, ce l'hanno. Obama con lo stecco di gelato in mano parla per primo:

   - Allora facciamo il punto, il cremino è buono prendiamone un altro.

Tutti eravamo d'accordo e ce ne siamo presi un altro.                                                                  

Ma ad un certo punto ho rotto gli indugi, era tempo di decisioni, ed era tempo di uomini veri con le palle che le prendessero, e così, dato che stava per iniziare la puntata di Centovetrine in tv, intervenni in modo risolutivo e veloce.

  - Signori, non siamo venuti qui nella sala ovale per mangiare un cremino, e abusare della stagista morta lasciata da Clinton, incatenata al tavolo, no.

 
  Cazzo hai ragione – aggiunge il pupazzo Uan col pene di peluche fuori.
 
 -  Siamo qui per trovare una nuova identità a Osama, ed io ho la soluzione. - dissi fiero con le 
    braghe ancora calate.
 
  - La metti al posto della Marcuzzi? - mi chiede Drew Barrymore.
 
  - No Drew cazzarola, no l'abbiamo già scambiata la Marcuzzi con Cesare Previti, ma porca zozza Drew! Non ricordi mai la beneamata minchia! Cesare cacava di continuo, quel ruolo era ideale per lui, stai zitta o ti sostituisco con Magioglio – ero incazzato, Drew Barrymore solo perché eravamo stati insieme, crede di poter mettere il becco su tutto.

   - Comunque – riprendendo il discorso – io pensavo a Sergio Marchionne.

Stupore in sala, il poliziotto dei Village People si tocca le palle, Obama diventa bianco, la sala ovale quadrata. Con il labbro superiore tremante, il poliziotto dei Village people si rivolge a me:

   - Ma sei sicuro? - e serra ancora di più l'asfissiante stretta ai coglioni.
 
   - Si caro poliziotto dei Village People, pensateci è il ruolo ideale. Marchionne sta già sul culo a tutti è vero, e bisogna dirlo sta facendo un grande lavoro, ma con questo cambio otterremmo in minor tempo due risultati : 1 A Osama piace stare sul cazzo alla collettività, 2 forse la Fiat farà auto migliori, lo so sembra impossibile, ma forse.... - ero carico.
 
   - Ok a me piace – disse Barack Hussein Obama II , avete capito bene Hussein, avete capito?

Alla fine tutto il consiglio da l'assenso, e il progetto parte. E in questi mesi stiamo vedendo i frutti, ma secondo voi tutte le cazzate dette e fatte non hanno finalità? Certo che ce l'hanno, farsi schifare dalla maggioranza dei normodotati di intelletto, tra i quali non c'è nessun dirigente Fiat.

Pare, ma prendetelo con le pinzette quello che sto per dirvi. Pare che riescano a risolvere anche l'angosciante e storico problema della Fiat, cioè far esplodere le auto dopo almeno 1000 km e non appena comprate. E forse, forse!, riescono a fare un modello bel...carino.

Nella notte lo squillo di una telefonata rompe il silenzio del mio studio, alzo la cornetta e riconosco la voce dall'altro capo del telefono e del mondo, era il poliziotto dei Village People mi dice:

   - Sai io ho un nome, mi chiamo Ermete.

   - Lo so, buonanotte poliziotto dei Village People.

SEI SOLO CHICCHIERE E TITOLI.

Satira di difesa 17/1/2009

Questa è stata una settimana ricca per il governo del NanodelleLibertà(sue), un avvicendarsi di solenni minchiate che non ci si riesce a stare più dietro. Inizia per primo Brunettolo, il quale visto che da un po’ di tempo non aveva qualche titolo sui giornali, o qualche minuto al tg, ha deciso di dire la solita stronzata sui fannulloni. Secondo il recente aggiornamento tutti i lavoratori pubblici sono fannulloni ( e meno male che i qualunquisti sono quelli che protestano contro la casta). Il guaio di Brunettolo è la mancanza di fantasia, potrebbe iniziare a variare un po’ le cazzate che dice, col tempo rischia di non avere più il titolo, consiglio come prossime dichiarazioni da fare alla stampa le seguenti :

1- I1 Il Papa è un fannullone, dice solo una messa a settimana, troppo poco per i soldi che gli diamo.

2- 2 Tutti i fannulloni sono gay e rubano le spillatrici dalle scrivanie per perversi giochi sessuali.

3- 3 Legalizziamo la prostituzione, ma fremo pagare una “tassa per la penetrazione”, infine inseriremo un tornello vaginale per accertarci che le battone non evadano.

4- 4 Vi racconto la barzelletta del ministro che bacchetta i fannulloni, ma prende due stipendi per fare un lavoro solo : quello da ministro e quello da parlamenta…..ops.

Lo so che sono cose impossibili, ma tanto deve solo dirlo non attuarlo, come d’altronde sta già facendo da mesi.

Ma a proposito di stronzate immani come non occuparsi della Lega, che da dopo la legge porcata è diventata maestra e fa scuola. Ha fatto discutere l’emendamento che autorizza la “tassa sui permessi di soggiorno” vanto di DuMaroni, che ci rende ancora più razzisti. In pratica quello che cercano di fare questi malati di mente è di fermare l’immigrazione, cioè un fenomeno che esiste da quando esiste l’uomo. Se qualche africano , nella preistoria, non avesse lasciato la sua terra per stabilirsi più a nord forse gran parte dell’Europa non sarebbe esistita.

I chiari sintomi di follia sono visibili soprattutto nella approvazione dell’art.19 del pacchetto sicurezza che prevede il reato di clandestinità. La legge apparentemente sembra scritta da comici come Luttazzi o Albanese, ma sono parlamentari e ministri. Per il clandestino beccato sarà prevista una sanzione tra i 5mila e i 10mila euro. Avete capito bene, voglio multare una persona che vive in povertà (clandestini ricchi non se e sono mai visti) e come fa a pagare? E se non pagano? Li metti in galera? A spese dello Stato? Insomma è tutta fuffa per dar aria alla bocca e occupare qualche titolo di giornale.

E’ la stessa cazzata che è stata fatta a Firenze, cioè punire i mendicanti con una multa. Al fatto che il mendicante essendo appunto mendicate non abbia una lira nessuno ci ha pensato. La follia è ancora più evidente dalla felicità che DuMaroni esprime ai giornali : “con la crisi economica si è vista una diminuzione dell'immigrazione regolare” e allora champagne!!!!!!!

In tutto sto marasma il Demente del Consiglio come al solito non prende una posizione chiara, è contrario ma approva oppure è favorevole ma boccia. Quello che è certo è che tutta sta libertà ai legaioli la pagheremo quando si toccherà la materia giustizia, li ne vedremo delle brutte. Intanto la confusione di Ciuffone continua anche i campo internazionale, dato che non va alla celebrazione di Obama, siamo ancora amici degli Stati Uniti? O ci stiamo spostando verso Mosca?


NON SONO RAZZISTA, E’ LUI CHE E’ NEGRO.

Satira di difesa 10/11/2008

Dopo una bella settimana di vacanza uno pensa di trovare qualcosa di diverso negli ambienti che frequenta di solito, non dico grossi cambiamenti, ma piccole modifiche. Invece niente, anzi qualche cambiamento si, ma in peggio. Il governo del NanodelleLibertà, ovvero i Dilettanti allo Sbaraglio, ha collezionato altre figure di merda, da incollare al già ricco e triste album delle figuracce, che Silvietto nostro, con tenacia e costanza accumula.

In una sola settimana il nostro triste premier Sbirulino si fa subito amico Obama, con una battutaccia razzista e stupida, quasi più stupida di quella che disse qualche settimana fa a Washington. “Bush è stato un grande presidente” è grossa, considerando che forse Bush junior come impopolarità raggiungerà i livelli di Nixon. Probabilmente il nostrom premier dovrebbe smettere di frequentare il bagaglino, almeno l’umorismo migliorerà.

Come se non bastasse il nostro premier, in uno dei sui soliti deliri di onnipotenza, tipici di quando prende il solito viagra, manda affanculo tutti quelli che osano criticarlo e da anche la laurea di coglione. Senza preoccuparsi del conflitto d’interesse, visto che i “coglioni” erano, secondo lui, quelli che votavano a sinistra. Atteniamo chiarimenti.

Comunque nessuno dei Dilettanti allo Sbaraglio voleva sfigurare, anche loro ci tengono a fare la loro figuraccia e se possibile internazionale, si sa viene meglio. C’era addirittura chi aveva anticipato il premier come NeuroneGasparri, il quale definì una probabile vittoria di Obama come una vittorua di Al Qaeda. Una cosetta soft insomma, tanto per gradire.

I telegiornali poi iniziano la loro bagarre di interviste, con lo scopo di far diventare quello l’unico argomento nazionale. Magari alla gente interesserebbe sapere che il Senato ha cancellato il referendum del 1987 sul nucleare, oppure sulla bidonata targata CAI, ma invece il telespettatore italiano si ritrova quelle facce da stupratori di verità di Cicchitto (che non direbbe la verità neanche se torturassero la madre), NeuroneGasparri e Bonaiuti ancora umido di saliva.

Tutti a dire la solita tiritera cioè : Sbirulino non voleva dire ciò che ha detto, ma ha detto ciò che voleva dire solo per simpatia verso Obama, ma l’opposizione comunista ha deformato quello che ha detto facendo apparire come se avesse detto una cosa che non ha detto come se l’avesse detta per razzismo, purtroppo i giornali e i microfoni sono sempre tutti contro il nostro supremo. Questi comusti che sono lì tutto il giorno ad aspettare che il premier dichiari qualcosa e subito scattano nella disinformazione appena il supremo finisce la puttanata etc.etc.