.
Annunci online

LA STAGIONE DELL'AMORE

Satira di difesa 25/11/2010

Emilio Fede picchiato. Ricoverato il pazzo, ancora libero l'aggressore.

Emilio Fede picchiato in un ristorante, l'amaro gli ha fatto male.

Emilio Fede pestato. Porta fortuna.

Dopo Capezzone anche Fede picchiato,Cicchitto per sicurezza si chiude in casa.

Montezemolo :"Devo fare qualcosa per l'Italia". Tipo stare a casa.

Gli studenti manifestano conto la riforma della scuola. la Gelmini:" E' inaccettabile, io non faccio riforme"

Il ministro Gelmini "Questa è una riforma epocale". Infatti dopo di essa non ci sarà più la scuola.

Ricercatori sul tetto della facoltà di Architettura. Illusi credevano di sfuggire alle visite dei politici

Perquisita la casa Farmaceutica Menarini, Maxi sequestro da un miliardo di euro. La supposta stavolta se la sono presa loro.

Berlusconi:"Irresponsabile andare al voto” certo potrebbe perderle.

Boldi :“Io con De Sica se il premier torna con Fini” .Insomma è una questione fra comici.

LE CONSEGUENZE DELL’AMORE.

Satira di difesa 24/3/2010

Era una calda giornata di agosto del novembre 2070. Ero in gita per le campagne di Montecavolo, viaggiavo su quelle belle stradine di campagna tipiche dell’emilia con la mia fiat punto, mi fermo a fare pipì vicino ad un albero quando ad un tratto sento un esplosione BOOOMM. Era la punto, avevo dimenticato che era arrivata a mille chilometri. La punto quando arriva a mille chilometri tende ad esplodere, dalla Fiat dicono che non è un difetto di fabbricazione, è successo appena ad un milione di modelli, e solo in due casi si sono avuti reclami da parte dei proprietari, mentre negli altri casi ,misteriosamente, i proprietari sembrano scomparsi.

 

Mi avvicino alla zona dell’esplosione mentre ancora pezzi di cartone pressato, cioè la carrozzeria, calano in fiamme dal cielo, della macchina non è rimasto niente c’è solo un foro largo 150mq e profondo una cinquantina di metri. La curiosità è tanta mi sporgo ma non vedo niente, noto però che si può scendere giù e lo faccio. Alla base trovo un vaso, vicino al vaso c’è il corpo di Rutelli che si è fatto seppellire insieme ai seguaci del suo partito, cioè il suo orsetto trudy. Ecco dov’era finito pensai, dal 2009 non c’erano più tracce di Rutelli, ma nessuno lo cercava dato che se l’erano dimenticato tutti.

 

La mia attenzione torna al vaso, sembra antico lo apro e trovo un diario, sembra anzi è un agenda della banca Mediolanum c’era una foto di Ennio Doris con un bastone nel sedere intento a fare disegni. L’anno dell’agenda è il 2010, e alla fine c’è scritto “stampata dalla Mondadori, l’agenda è fatta in lingua di Emilio Fede”, “che schifo !” urlo,  e mi pulisco le mani sull’orsetto di Rutelli. Nel vaso c’era pure una coperta fatta in pelle di Frattini, la presi, era bucata al centro, “doveva essere la zona delle palle, chissà dove sono” avvolsi la coperta al libro e corsi a casa a studiare il documento.

 

La prima pagina dell’agenda portava il titolo “Vangelo di Silvio secondo Cicchitto”, seguivano una serie di pagine tipo “ In principio era il Verbo,il Verbo era presso Silvio e il Verbo era Silvio” oppure “In Silvio era la vita e la vita era la luce degli uomini”. L’agenda ha un segnalibro e apro a quella pagina, il segnalibro era un pene essiccato,suppongo di Frattini, ed era attaccato tramite i testicoli, lo sollevo e da un lato del pene c’è la scritta “chi lo trovia contatti Frattini Franco…” . La pagina del segnalibro era quella del 20 marzo 2010. La riporto così com’è:

 

“Quel giorno Silvio, dio nostro, convocò tutti i cavalieri difensori della liberta et giustizia. Giunsero milioni e milioni da tutto il regno della terra, c’erano anche i coniugi Milioni. Il profeta cieco Verdini li contava al varco, onde evitare errori di conteggio da parte delle forze del male, i diavoli questori. Silvio era lucente l’aureola  presa all’esselunga illuminava da sola tutta la piazza, e lui sovrastava tutti in altezza. I suoi 13 discepoli umilmente lo guardavano dal basso pendenti dalle sue parole, respiravano tutti le sue flatulenze, perché non erano flatulenze dannose, ma facevano bene alle vie respiratorie ed aiutavano nello spiegare la parola di Silvio ai popoli del globo.

 

Silvio parlava ai cavalieri e i cavalieri, con i loro denari nelle mani gridavano <<Barabba Barabba>> si erano confusi, ma era la confusione del troppo amore. E di amore Silvio inondò quel popolo accorso per la sua parole, quell’amore marrone che si usa per concimare le piante inondò tutti. Egli nella sua grandezza iniziò le guarigioni con queste parole << Entro tre anni sconfiggeremo il cancro>> ma già come fini di pronunciare queste sante parole, 4,5 e poi 10 dei cavalieri presenti gridarono “sono guarito Dio Silvio sei grande”.

 

E allora preso dall’entusiasmo e guidato dalla sua magnanimità, Egli prese una delle sue discepole, iniziò a baciarla adoperandosi con la sua benedetta lingua e alla fine disse << Ti ho guarita dal tartaro>>, poi diventato blu, come il nettare in pillole di cui si nutre, si reca da un'altra discepola, e con la sola imposizione delle mani sui glutei la guarisce dalla cellulite. Poi…”


Il racconto finisce qui la pagina è strappata.



ACCATTATEVI IL LIBRO DI  PV !!!


BASTA POCO CH’ C’ VO’

Satira di difesa 2 27/10/2008



Quello che è successo in questi giorni spero che serva da lezione a qualcuno, soprattutto agli addetti all’opposizione. Come abbiamo visto basta organizzare qualche manifestazione di dissenso, sia da movimenti liberi come quelli studenteschi sia da partiti politici come sabato scorso, ed ecco che il nostro premier, il NanodelleLibertà(sue), va nel pallone. E inizia a delirare. Cioè delira di più del solito, tenendo conto che il soggetto in questione ormai mente talmente tanto che non sa distinguere neanche lui la verità dalla balla.

E’ bastato poco e quello che sembra un gigante inattaccabile mostra qualche punto debole, basta fare opposizione. La settimana scorsa Ciuffone l’Arcoretano da Napoli, durante il suo monologo comico offerto a confindustria, fa l’ennesimo attacco alla RAI, ovviamente non se la prende con l’UntuosoVespa o con Gianni Caciotta(Riotta) veri e propri deformatori della realtà, ma con quei due programmini che fanno un po’ di informazione seria tipo Annozero e Report, quest’ultimo colpevole di aver smontato la bufala su Colaninno e la CAI. Inoltre, da persona disinteressata all’argomento, ha anche consigliato ai suoi colleghi imprenditori di non investire in pubblicità sulle reti pubbliche, che voglia arrivare a controllare anche l’ultima fettina di torta pubblicitaria? non arriverebbe comunque al 100%, la7 ha anche lei qualche briciolina.

Insomma è bastata un po’ di informazione seria in tv, pensate le due trasmissioni sopra citate sono solo una goccia d’acqua pura rispetto al mare di merda che ci trasmette la tv quotidianamente. Basta questa goccia per far cadere il castello di carte. Basta una manifestazione di piazza del PD, finalmente, ed ecco che il NanodelleLibertà(sue) cade nelle solite dichiarazioni banali. Basta che manifestino gli studenti-insegnanti-maestri-bidelli e ratti (insomma tutto il sistema scolastico italiano) ed ecco che invoca i manganellatori di manifestanti, come il buon vecchio duce.

Fare opposizione, questo basterebbe per far uscire a galla i problemi di questo governo. L’AstrattoWalter dice che “l’Italia e migliore di chi la governa”, direi che è stato tenero, secondo me è migliore persino del parlamento che la rappresenta. Quindi per questo è importante non cedere adesso, più si avvicinano le europee e più Ciuffone preme per cambiare la relativa legge elettorale, dato che ha un bisogno terribile di togliere la preferenza diretta anche lì, dato che nelle sue fila i condannati impresentabili crescono sempre di più e c’è il rischio che i futuri Previti e Dell’Utri restino fuori dai giochi.

Se il 25 ottobre fosse veramente il giorno della rinascita dell’opposizione, mi auguro che da quelle parti si sia capito che bisogna fare le cose per bene, e soprattutto cambiare le vecchie facce,a cominciare dal duo Veltroni e D’Alema, le ex amanti di Ciuffone. Dopotutto ottobre è il mese della prevenzione.


IMAGINE ALL THE PEOPLE LIVING LIFE IN PEACE….

Satira di difesa 3 15/3/2008

 






Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. manifestazione cina tibet imagine

permalink | inviato da Liberazona il 15/3/2008 alle 22:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

INFONDO A DESTRA

Satira di difesa 2 15/10/2007



L’attenzione è tutta sulla sinistra, ma alla destra non ci pensa nessuno? Un po’ di riflettori pure su loro ci vorrebbero se lo stanno meritando.

Mentre a sinistra sembrerebbe unirsi ( anche se una sinistra che si fonde coi cattolici che sinistra è ), la destra invece sembra frammentarsi, dalla Mussolini a Storace da Fini a Bossi sembra che ci sia una gara a chi si dimostra più camerata dell’altro.

La Mussolini si sta evidenziando per voler unire Fini e Berlusconi (di nuovo, mamma mia che novità, ma poi te lo immagini la copula tra i due…brrr), non capisco perché la Mussolini venga ancora ritenuta un interlocutore politico serio, data la sua, oramai, conosciuta incapacità, solo perché è nipote del duce ? (che tra l’altro ha dimostrato di non saperne di politica visto che era un dittatore).

E’ come dire che il figlio del meccanico deve capire per forza di motori, dove sta scritto…mah.

A proposito di grandissimi figli di….balilla (che avevate capito… maliziosi) come non citare Storace, fondatore del partitone La Destra (questi politici hanno una fantasia per i nomi), il camerata si sta evidenziando per le sue esternazioni da vero statista (che non cito per non piangere), il suo obbiettivo è chiaro vuole superare Bossi su chi la spara più grossa, ne deve fare di strada ha una maestro davanti.

La destra sembra unita, non solo nello stemma della fiamma, ma nel voler mandare a casa Prodi, mi domando : visto la debolezza del governo, come mai non ci sono riusciti ? Forse perché fa comodo tenere prolungata l’agonia in modo da arrivare a 3 anni di legislatura e guadagnare la pensione, ma forse penso male io…..

Eppure sia Storace che Fini hanno collaborato col governo alle votazioni, non cito il Nanoellelibertà(sue) perché sarebbe anche inutile l’incoerenza ce l’ha nei geni, volete Prodi a casa non appoggiatelo. semplice


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. manifestazione destra storace governo

permalink | inviato da Liberazona il 15/10/2007 alle 0:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Bossi, il Masaniello!

Satira di difesa 2 30/9/2007


 

E’ l’ennesima prova della fuga di cervelli dall’Italia.

 

L’esule in questione era quello del MasanielloUmberto, che se ne andato lasciando in Italia un corpo, il quale privo del fondamentale organo dice le vaccate più assurde sottoponendo l’italico popolo ad un continuo e inarrestabile lesionamento del sacco scrotale.

 

Sono di ieri le dichiarazioni del duce padano Bossi: «Da qui possono partire ordini di attacco dal nord. Io sono certo di poter avere dieci milioni di lombardi e veneti pronti a lottare per la libertà», ne seguono tante altre di simile e folle tono. Mi domando perché dobbiamo essere sottoposti ad una simile tortura.

 

Ma il Ducedipolenta  non è nuovo a queste dichiarazioni qualche giorno fa diede dello stronzo a Cavour e Garibaldi, lui si permette una cosa simile (è come se la cacca criticasse la cioccolata) , cioè non so che dire è incredibile quanta attenzione mediatica possa ottenere uno che dice queste cose senza che nessuno gli inondi il viso di saliva.

 

Già nel 1997 c’era stato l’eroico assalto al campanile di San Marco a Venezia, pensate con un pericolosissimo carro armato di cartone e lanciavano letali bombe di polenta, insomma roba forte a livelli delle BR e Alcaica, della serie la mamma degli idioti e sempre incita (e crede che esista la padania).

 

A proposito figli della mamma di cui sopra alla sagra delle Amenità partecipa anche Berlusconi, ovvio dove ci sono stronzate volanti nell’aria il Nanodellelibertà non può non esserci e dice del    Ducedipolenta : «l'alleato che mi ha sempre sostenuto più di tutti», ricordo che ne 1994 lo chiamo Giuda e disse che non si sarebbe più alleato con lui. Ah… il Nano è sempre un campione di coerenza.

 

Mi domando cosa si aspetta ad arrestare una persona del genere, scusate per la parola persona è inappropriata visto di chi si parla,  uno che ha attaccato più volte l’unità nazionale (ricordo il suo  «Roma ladrona», anche se da ministro poi lo stipendio di Roma faceva comodo).

 

Forse si aspetta che anche lui faccia una marcia degna di nota come Benito, nella Repubblica delle Banane tutto è possibile.

 

P.S. Da notare che “Il Giornale.it” non fa accenno alla cosa.  Quando si dice informazione….….