.
Annunci online

ANESTESIA TOTALE

Satira di difesa 16/1/2012

Da quando c'è il governo tecnico, i partiti sono quasi spariti dai media e sparendo hanno lasciato la Tv da sola a colmare il vuoto che hanno lasciato i vari politicanti. Prima di Montacci tua, l'attuale premier, te li ritrovavi da per tutto i politicanti, ora a Porta Portese a farsi ungere da Vespa in Kway, ora alle previsioni del meteo a dire che la perturbazione che proveniva dall'atlantico era colpa del precedente governo.

Per riempire questi vuoti si fa approfondimento politico ormai in ogni trasmissione, il guaio è che si fa parlare il primo stronzo che passa,o se vi fa piacere il primo Giletti che avanza. E' cosi ci tocca vedere questi Magiogli che parlano a Domenica In di politica, si avete capito bene non vomitate per cortesia, riducendo il problema dei nostri pessimi rapporti con Francia e Germania ad un :”A Sarkosy ggli impariamo noi la moda”.

Rai due risponde con quella faccia da  Milo che conduce “Italia sul due” il tema è la crisi economica e la disoccupazione, Milo invoca speranzoso “Daniele cosa ne dici” il Daniele in questione è Daniele Interrante, noto ai più come l'amico di Costantino, se state pensando “e sti' cazzi” sappiate che è anche il mio pensiero. A quest'ominide del lavoro gli è sconosciuto persino la parola, dato che a esso ha preferito Lele Mora. Ebbene la sua opinione, degna di un economista di Cambrige, la snocciola con la classica faccia da “situazione triste” : “la situazione è drammatica, la gente è in difficoltà”, per lo sforzo celebrale fatto, mette la testa in un cestello per il ghiaccio della Moet Chandon.

Ma abbiamo visto di tutto e di tutti parlare di economia e finanza, persino la Mussolini, col solito fare da mucca pazza. Siamo stati invasi da parole senza concetti di fondo, una su tutte è lo spread. Tutti ormai ne conosciamo la definizione, ma cos'è in realta ? Che influenza ha nella nostra società? E' legato alle borse o alla finanza ? E' possibile fermarlo? Per tutte queste domande non c'è spazio in Tv, forse un po' sui giornali. La Tv pensa solo ad invaderci la testa è riempirla di parole, come in 1984 di Orwell, siamo li a dire spread spread e a insultare il nemico indicatoci dalla Tv, come nel libro prima era l'Eurasia e poi cambiava ed era l'Estasia.

Lo stiamo facendo adesso, oggi con i tassisti. Ci hanno indicato il nemico e stiamo gridando “abbasso i tassisti” siamo sicuri che sia questo il problema principale? Non bisognerebbe prima occuparci delle vere caste che hanno affossato questo paese?

Non ce ne stiamo accorgendo ma stiamo facendo il gioco di chi ha in mano questo paese che spinge alla guerra tra poveri, attacchiamo i tassisti che sono dei lavoratori che hanno famiglia e non sono miliardari, forse c'è solo qualche furbo tra loro.  Mentre non si dice niente sulle aziende quotate in borsa che hanno consiglieri in comune e bloccano la concorrenza e lo sviluppo tecnologico, che fanno cartello facendo tutti lo stesso prezzo (vedi la telefonia), che falsificano i bilanci per far salire le azioni rubando i soldi dei piccoli azionisti, i quali comprano le azioni che i manager delle stesse aziende rivendono dopate.

Non diciamo niente dei petrolieri che comprano tutti il petrolio dallo stesso fornitore, ma ci fanno prezzi diversi, che ci vendono il petrolio della Basilicata come se venisse dall'Iraq. Questi signori creano danni, questi Tronchetti Provera e company fanno stragi di lavoratori e poi vengono venerati dalla Tv e stiamo lì ad invidiarli invece di odiarli.

Tassisti e notati probabilmente dovranno essere riformati, ma solo alla fine di riforme totali della nostra società, è vero più notai significa prezzi più bassi, ma poi la casa chi la compra? Più tassisti significa un po' di occupazione in più, ma il taxi chi lo prende?

LA VERITA' VERA

Satira di difesa 21/10/2010

Sto sfogliando il dossier della Marcegaglia fatto da “il Giornale” una lettura molto interessante, in pratica i giornalisti della suddetta testata sono riusciti a trovare delle prove sconcertanti. Emma Marcegallia è accusata, a parte dei reati per i quali è indagata nei vari tribunali italiani, anche di alcuni famosi fatti di cronaca. Nel 1963 la Marcegaglia avrebbe ucciso John Kennedy, pensate ben due anni prima di nascere, visto che è del '65.

Secondo il giornalista le prove, compreso il fucile usato per l'omicidio, sono state trovate in un covo usato poi sempre da Emma per il rapimento di Moro, infatti sono state trovate dai giornalisti delle lettere del presidente della DC, erano sotto la scatola nera del DC9-Itavia, precipitato nei mari Ustica, insieme a dei progetti per una bomba. Sembra un indagine seria quindi.

Giro un po' per strada e vedo che effettivamente il Lodo Alfano capeggia nell'opinione pubblica. I disoccupati manifestano in tutte le piazze del paese chiedendo l'immunità del Nano Prescritto, a Boscoreale e Terzigno fanno delle vere e proprie guerre urbane per chiedere lo scudo al Puffo Prestigiatore.

Infatti l'informazione comunista parla di problemi ancora con i rifiuti, ma sono bugie Puffo Prestigiatore ha fatto la sua magia e la monnezza era sparita, la fatina Stracquadanio aveva provveduto a spargere il suo bel manto di cazzate per spiegarci che tutto era perfetto, ed è così. I cittadini erano talmente felici che pregavano e pregano tutt'ora di avere la monnezza, non per l'ennesima volta nel loro comune, ma proprio in casa nel proprio giardino, vogliono essere sommersi dalla democrazia , ci devono nuotare sguazzare, inoltre non solo vogliono i rifiuti normali, ma chiedono anche rifiuti tossici, così magari diventano trasparenti e risparmi sulla luce.

Il sempre attento Tg1 di Minzostriscia, ha affrontato seriamente il problema e nel suo tg parla della realtà reale dicendo la verità vera. Nelle città dove c'è l'emergenza rifiuti il direttorissimo ha presentato la notizia così : “ C'è possibilità di fare affari immobiliari eccellenti, le case ad Acerra Terzigno e Boscoreale hanno prezzi veramente eccezionali, al prossimo tg parleremo delle ville regalate a Kabul”.

Viva il tg1 che racconta l'Italia è il mondo vero, pieno di foche orgogliose di essere gay, di italiani che acquistano sempre di più yacht, che non muoiono di fame ma fanno la dieta perchè sono salutisti, che decidono di convivere con sconosciuti non perchè sono poveri, ma perchè sono aperti alla nuova conoscenza, che si dedicano alle passeggiate non perche sono stati licenziati ma perche sanno tenersi in forma.

Insomma viva il Puffo Prestigiatore e evviva il direttorissimo Minzostriscia.

ONOREVOLI CENSORI.

Satira di difesa 2/3/2010

Ancora scandali a Bananalandia, la repubblica più amata dagli evasori fiscali. Grosse aziende di telecomunicazioni sono state inquisite per truffe, evasione fiscale, e tra l'altro si è scoperto un legame tra un parlamentare, tale Di Girolamo, e la 'ndrangheta. Niente mignotte per ora, ma non ci scoraggiamo.

Dal partito del presidente del consiglio, Puffo Puttaniere, sul caso Di Girolamo si alza un grido unanime : “non ne sapevamo niente, se l'avessimo saputo mica stava qua, l'avremmo fatto ministro”. Il nostro eroe si è dimesso ed ora il parlamento dovrà esprimersi se accettarl o meno. le dimissioni. E qui un altro dubbio sorge : Perché mai il nostro eroe deve dimettersi, mentre il suo collega sottosegretario, tale Cosentino, no ?

Si pone quindi un grosso problema etico, a Bananalandia chi intrattiene rapporti con la 'ndrangheta è svantaggiato rispetto a chi ce li ha con la camorra, non è giusto bisogna dare gli stessi diritti a tutti.

Altra storia curiosa è quella che sta accadendo alla tv pubblica di Bananalandia. Da anni, visto lo strapotere televisivo di Puffo Puttaniere, invece di regolare quello strapotere si è deciso di distruggere la televisione libera, con il bene placido della Strana Opposizione, il partito opposto a quello di Puffo. Storie tipiche di Bananalandia.

Con la scusa delle elezioni regionali è stato stilato dai politici uno strano regolamento televisivo, si in questa repubblica è la politica che controlla l'informazione e non viceversa. In pratica alle trasmissioni che fanno informazione politica, tra le quali c'è ne qualcuna libera, è stato vietato di fare trasmissioni politiche senza pollitici. I poveretti al servizio di Puffo Puttaniere credevano che così queste trasmissioni si sarebbero bloccate.

Si credono talmente importanti che i cittadini di bananalandia non avrebbero mai visto trasmissioni senza i loro urletti, le loro cifre inventate, le loro soluzioni banali. Veramente credevano che gli sarebbero mancate le menzogne e i “mavalà” di Niccolo Cretini, avvocato del primo ministro ?

Purtroppo, per i pollitici, i cittadini avevano visto comunque quelle trasmissioni anche senza la loro presenza, e addirittura le avevano trovate migliori. Ecco quindi che urge un duro provvedimento . Saranno sospese, per la durata della campagna elettorale, le trasmissioni di informazione sulla tv pubblica. Giustamente gli elettori devono arrivare disinformati alle urne, c'è il rischio che sappiano che tipo di persone eleggono, e questo i pollitici bananesi non possono permetterlo.

E così invece di occuparsi di cose più consone al loro incarico, tipo stilare le liste per le candidature cose che dovrebbero essere la normalità per un partito, ma in due regioni si è visto che non sono capaci neanche di questo, loro si occupano di televisione. Insomma è il solito “al cittadino non far sapere quanta merda c'è tra chi vuole il potere”.

CHE CONFUSIONE SARA’ PERCHE TI LODO

Satira di difesa 16/10/2009



C’è un caos pazzesco, una confusione totale che non fa capire niente della situazione che stiamo vivendo. I Berlusaz,  cioè il manipolo di deviati mentali agli ordini del premier, ormai fanno una difesa ad oltranza del capo senza più scindere il politico dall’imprenditore. Intervengono in tv e giornali con fumogeni e mescolano le carte in tavola.

 

Pur di difendere Puffo Puttaniere ho sentito difendere l’Italia da Castelli, si avete capito bene da Castelli della Lega Nord quella che è contro l’unità nazionale e si riconosce in uno stato inesistente, cioè la Padania, la quale appunto ha la stessa entità giuridica di Paperopoli. “Siete contro l’Italia” tuonava ad Annozero  Castelli, ovviamente i riferimenti a buoi che danno del cornuto agli asini si sprecano. Ma il Castelli continua e ci scappa anche la difesa alle aziende del premier, che onore essere difesi da un esponente del governo.

 

Ma non è l’unico caso ovviamente, ormai Puffo Puttaniere è una confusione vivente e pur di difenderlo si mescola dalle sentenze, per processi di vent’anni fa, alla politica cianciando di disegni eversivi, puttane che andavano a far divertire il premier diventano spie comuniste all’ordine di D’Alema, si avete capito bene Baffetto a Vela è a capo dello spionaggio contro il premier, insomma il PDL è attaccato da un suo dirigente.

 

Ormai c’è un blocco formato da Il Giornale-Mediaset-Mondadori-PDL-Ku Klux Klan, questi hanno unito le forze per il capo e si aiutano per l’obbiettivo finale. Ieri su “Mattino Cinque” condotto da Brachino, cioè uno della manovalanza che si spaccia per giornalista, va in onda un attacco al giudice Mesiano , il quale ha condannato Fininvest a rimborsare 750 milioni di euro. Il programma è una vera e propria palla di merda e Brachino, da buon stercorario, la trascina fino alla demenza aiutato dal  condirettore de “il Giornale”  Sallustri, che è anche la controfigura di Aigor di Frankestein Junior, ovviamente con una moralità più bassa.

 

Il giudice Mesiano viene definito “stravagante” dai due, senza capire perché, viene contestato il fatto che una volta a cena in un ristorante qualcuno, del quale non sappiamo il nome, ha sentito il giudice attaccare Berlusconi, cioè per i due ci sono tutti i presupposti non solo per non farlo giudicare, ma anche per arrestarlo magari, insomma siamo al “un amico del mio amico ha sentito da un conoscente del bar…etc.”. Insomma se un giudice non ha la stessa idea di Berlusconi non può giudicarlo, allora se un giudice critica un notaio che si fa ? Non potrà giudicare i notai?

 

Ma la follia continua, e così si assiste al massimo della follia, parte un servizio in cui si vede una telecamera, che di nascosto riprende il giudice Mesiano in giro per strada, la voce di sottofondo del servizio prende letteralmente per il culo il giudice, ridicolizzando i suoi modi di fare, le persone che incontra e addirittura l’abbigliamento, il servizio infatti chiude con una rivelazione shock il giudice “indossa calzini turchesi”…e si ci sono tutti i presupposti per la galera insomma.

 

E’ strano che proprio loro che inneggiavano alla privacy e al “dividere la vita pubblica da quella privata” si mettano a seguire di nascosto un giudice nel suo tempo libero. D'altronde quello li è solo il primo ministro che va a puttane mentre l’altro è un giudice che ha osato addirittura mettere un calzino turchese.

IN VAGINA VERITAS......

Satira di difesa 10/9/2009

E’ iniziata la guerra, Puffo Puttaniere  da grande stratega si è preparato. Insieme al fido alleato Rinco Bossi sta per andare a Salò dove instaurerà una piccola “Repubblica del Pelo”. A fargli da scorta ci saranno DuMaroni e l’Inutile Calderoni, i maiali da caccia del premier, e una truppa di irriducibili casalinghe ipnotizzate da Beautiful. Dato che serviva qualcuno intelligente che li organizzasse, è stato chiesto a Neurone Gasparri di trovarne uno, ma il poveretto non poteva sentire dato che non sa ancora come si indossano le mutande, le aveva in testa e gli hanno isolato l’unico neurone. E’ stato Adolf Borghezio ad avere la genialata , ha rubato il Sapientino di Minzolini e sarà quell’oggetto a dare le future strategie.

  

Intanto Puffo Puttaniere prepara il contrattacco, col mezzo che in passato gli ha dato tante soddisfazioni: la televisione. Il guaio è che sta per cominciare la stagione televisiva in Rai, bisogna bloccare Santoro e la Gabbanelli, ma non in modo diretto. Ebbene si questi geni del PDL si sono accorti che se cacci un giornalista senza motivazione la gente può pensarla male. Ecco le mosse:

 

A Santoro non rinnovano alcuni contratti dei collaboratori, ma ecco che subito si pensa ad una soluzione, al posto dei collaboratori, Veltroni potrebbe prendere posto da Santoro e sparare le suoi soliti monologhi logorroici su Kennedy, Martin Luter King, o peggio ancora sul cinema italiano degli anni ’50-’60. Così sarebbe garantito  un repentino cambio di canale dei telespettatori, e per i più coraggiosi che restassero si beccheranno un otite ai coglioni.

 

Per la Gabanelli invece è stato deciso di togliere la copertura legale della Rai, in pratica se qualcuno decide di fargli causa devono arrangiarsi da soli. Proteste urla addirittura qualcuno del PD si è lasciato scappare un sovversivo “ooh”. Ma anche qua il Puffo Puttaniere da una soluzione: della difesa di Report se ne occuperà Ghedini. Pare che alla notizia la Gabanelli abbia deciso di fare da sola, sembra che se si faccia difendere dal ragazzo del bar abbia più possibilità di cavarsela.

 

Al tg3 infine si pressa il PD per far sostituire l’attuale direttore con un cactus, ma il PD insorge “il cactus è troppo rischierebbe di fare opposizione, meglio mettere Rutelli”. E così sarà.

 

Il PD intanto si rimbocca le maniche e sembra, come al solito, pronto a niente. Mentre è caos nel paese loro si occupano di primarie e i candidati vanno in giro a parlare del loro programma, pare che ci sia una vera e propria lotta interna, diversità di pensiero che si scontrano, c’è chi pensa che “un po’ bisogna dialogare con Berlusconi”, chi invece dice “No bisogna dialogare tanto con Berlusconi” e poi ci sono i più estremisti che hanno una linea tanto divergente quanto radicale : “Bisogna far guidare il partito a Berlusconi”.

 

Tarantini intanto fa sapere che le mignotte procurate al premier erano 30, quindi in realtà il triplo. C’è stato una attimo di panico nel PDL, Gianni Letta ha perso il suo solito sorriso da ebete rimpiazzandolo con un espressione seria da ebete. Ma il panico è durato poco. Il Grande Puffo Puttaniere ha subito trovato la soluzione : ha fondato la M.A.B. una Milizia Armata formata da Baldracche. Al  comando della truppa ci sarà il maresciallo Brunettolo, egli si occuperà dell’addestramento e la formazione, cioè dato il livello si partirà da 1+1=2 e dal dettato. In un primo momento si pensava ad una calata su Roma, ma dato che le ragazze non sapevano cosa fosse Roma si è deciso per una totale occupazione televisiva.

 

Queste donnine prive di intelletto hanno in compenso sviluppato il deretano, il quale è fondamentale in televisione. Ci saranno donnine nei tg, nel meteo, nei programmi culturali, nelle telecronache sportive, nei varietà e nella messa domenicale. La divisa di ordinanza sarà il perizoma con la faccia del premier, solo in un secondo momento si è deciso di ricorrere anche al reggipetto per venire incontro alla chiesa.

SANTO SILVIO APROSTATA.

Satira di difesa 23/7/2009

E' difficile fare satira in questi momenti, come fai quando il soggetto vittima è peggio di ogni immaginazione. In pratica Puffo Puttaniere, il nostro vizioso premier, ha ammesso che tra un vertice internazionale e l'altro è sovente frequentare, anche nel letto di Putin, signorine, le quali oggi sono chiamate escort ma qualche anno fa le avremmo tranquillamente chiamate mignotte.


Ovviamente necessita bloccare la legge contro la prostituzione, tanto comunque non la rispetterebbe, ma sarebbe imbarazzante farsi beccare con l'uccello di fuori, su una statale con BingoBondi che glielo sistema facendogli la solita siringhina di viagra extra declamando poesie. Ogni giorno che passa, questo governo prende sempre più la forma di un film di Alvaro Vitali, c'è sempre il vecchio zozzone se ci fate caso. Ed infatti pare che nella nuova riforma della scuola sia prevista, per ogni classe, la maestra con la minigonna succinta e il bambino che allunga la mano. Già pronti, per fare da esempio, la Pia Carfagna e Brunettolo.


Cambierà, si suppone, anche la linea dei fedelissimi berluscaz, questo manipolo di deviati mentali sempre pronti a difendere il capo qualsiasi cosa faccia. Infatti se Ciuffone di se stesso dice che “non è un santo”, cose ovvie, Ghedini si è già iniettato la solita dose di metadone per sparare la dichiarazione-vaccata pazzesca. Voci di corridoio dicono che inizi così : “ E' un figlio di puttana ma è il migliore cazzo!!”, si prospettano risate insomma.


Un po' in crisi Sorriso di Morte Cicchitto, il quale non sapendo che dire in difesa di Ciuffone, preferisce andare a presentazioni di libri sulla vita di leader politici israeliani, insomma l'omino è con l'acqua alla gola. Male anche NeuroneGasparri da quando si è visto fare allo specchio un espressione intelligente è in shock, non se lo aspettava. Bonaiuti invece ha lubrificato bene la lingua , pare che il lubrificante provenga da una ditta austriaca, già fornitrice di Rossella, che lo ricava dal sudore dei maiali secessionisti. Paolo avrebbe già detto ad alcuni giornalisti “Eh vabbeh ma chi non si è mai fatto frustare da una prostituta a casa di Bush....ops...non ho mai detto quello che ho detto”.


I telegiornali invece ignorano quasi totalmente la vicenda, anche dopo l'uscita degli audio degli incontri, alcuni tg sono talmente criptici che presentano la notizia così “ Il vecchio falco si è fatto beccare con la fava mentre le fragole sono rosse e la vecchia è nellìorto”. A parte Minzolini sottolinierei il fedele Mimun.


Costui fa quotidianamente anche peggio del suo collega del tg1, e addirittura anche peggio di quando il tg1 lo dirigeva lui. Per errore sabato vidi il tg5, il quale informava il popolo italiano di veri e propri scoop. La prima parte era piene di suicidi e omicidi ai quali vengono dedicati servizzi lunghi non si capisce per quale motivo, invece di rispettare l'intimità delle famiglie colpite. La seconda parte è un capolavoro.


Prima notizia: In Italia si mangia l'anguria, ebbene si dopo 50 anni se ne sono accorti, segue servizio dell'inviato che ci informa che in Italia si vende l'anguria, addirittura dal fruttivendolo e in strada, è buona “piena d'acqua e non fa ingrassare”, ci mancava solo che ci dicessero “è rossa con la buccia verde” .

Seconda notizia: Milano Marittima è la meta preferita dei vip ( il “sti' cazzi è d'obbligo”) ma anche qui segue servizio, dove per vip si intende quei derelitti umani che frequentano divani televisivi con non si sa quali meriti, o almeno si posso immaginare nel caso delle donne.


Terza notizia: Angolo cucina, cuochi che con fare da filosofi parlano di fusilli e altri piatti, ovviamente lungo servizio anche qui con voce entusiasta che parla di primati dell'Italia eccetera, non si capisce ovviamente come mai quel giorno il tortellino o la fettuccina meritassero un menzione, forse perché pur di non parlare della realtà tutto fa brodo.

NOTIZIE DAL FUTURO.

Satira di difesa 3/3/2009

27 LUGLIO 2010 – Scoperto il gene dell’intelligenza. La scoperta, fatta dai ricercatori del CERN, ha stabilito che è possibile migliorare il proprio intelletto curando quel gene, addirittura si potrebbe arrivare a intelligenze incredibili. Soddisfazione da parte del governo che ha subito annunciato il ricovero di Borghezio, la speranza è quella di poter arrivare almeno ad un livello che lo distingua dai babbuini. Bocciata invece, dopo attenti esami, la richiesta di ricovero di Gasparri, il capo dei ricercatori ha detto : “ Serve almeno un po’ di cervello”.

 

11 GENNAIO 2058, notizia Ansa – E’ morto, all’età di 23 anni, nella sua villa di Arcore Silvio Berlusconi V. Berlusconi V, questo il nome era del quinto clone derivante dalla salma del primo Silvio Berlusconimorto nel 2021 dopo un pompino andato male (pare che la ragazza invece  di succhiare abbia soffiato e gli ha causato un embolo). Berlusconi V pare abbia avuto un ictus dopo aver fatto alcune ricerche sulla vecchia legge Gasparri, pare che la lettura del demenziale testo gli sia stata fatale, I funerali avverranno nella sala Mangano del Quirinale saranno presenti tutti dagli amici ai ministri del governo, ad aprire la cerimonia il ministro per la Tutela della Mafia Peppu O’ Licantrupu’ . il funerale sarà trasmesso dalla tv di stato canale 5.

 

5 MAGGIO 2102, dal quotidiano “Libero con la Condizionale” – E’ ufficiale, nella giornata di domani l’ONU ad unanimità ha deciso di isolare la Repubblica Berlusconiana Italiana. Pare che questa decisione si sia arrivata dopo le indagini fatte da un agenzia non governativa, la quale ha provato che ormai la fuga di cervelli italiani si è conclusa e siano rimasti solo dei coglioni. Al fine di evitare un invasione in tutta Europa e nel mondo, l’ONU ha deciso di calare sull’Italia una grossa cupola di vetro che isoli la penisola. Soddisfazione della Lega Nord, il portavoce :  “Finalmente non arriveranno più clandestini ne uomini ne alieni”.  L’opposizione commenta duramente : “E’ uno scandalo, non hanno previsto dei passaggi per l’aria”. Mediaset annuncia . “ Il tempo tecnico per piazzare telecamere su tutta la cupola e la nuova edizione grande fratello sarà pronta”.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. notizie informazione

permalink | inviato da Liberazona il 3/3/2009 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

LO STRANO CASO DEL TG2

Satira di difesa 12/11/2008


Certo che certe cose capitano proprio a fagiolo. Un esempio è la puntata del 10 novembre di Matrixciana diretta dallo scomodo, si fa per dire, Mentana. Il nostro dedica una puntata alla satira in Italia e non smette di ribadire che da noi c’è tanta libertà da fare schifo. Tra l’altro dirlo a Mediaset è come gridare che c’è la democrazia dal balcone di Mussolini Invertebrati come Facci ritengono addirittura che bisogna stabilire dei limiti e delle regole alla satira, dato che secondo lui non è possibile che si arrivi a parlar male del papa. Povero Dante Alighieri .

Lo ScomodinoEnrico porta avanti la sua tesi, proprio lo stesso giorno in cui veniamo a sapere che siamo un paese talmente libero da rispolverare quella schifezza della legge Levi sul controllo dei blog, per dire. E’ vero che da noi si fa ancora satira, ma non dimentichiamo che ci sono casi come quelli dei Guzzanti e Luttazzi, i quali sono chiari esempi che la satira dura viene zittita. Ma il problema è un altro al posto di celebrare la satira, necessiterebbe una puntata che commemorasse l’informazione. E’ lei la grande assente nel nostro paese, tranne qualche piccola isola felice televisiva o della carta stampata.

Prendiamo un telegiornale a caso come esempio, non il TG1 di Gianni Ricotta già ampiamente e giustamente martirizzato, dato che è una schifezza totale. Prendiamo il TG2 che a fatica sta cercando di essere peggiore di quello di Rai Uno, in un incredibile corsa al ribasso. Ebbene neanche nella Corea del Nord si vedrebbero certe cose. Il Tg2 va a stagioni in primavera dedica tanti servizi a una discussione fondamentale che sta spaccando il mondo della scienza : Bisogna fare il pisolino pomeridiano ? E quanto deve durare? Questo quesito fondamentale vede da anni il TG2 farne una crociata per far sapere al cittadino cosa dice questo o quel ricercatore di un università impronunciabile.

Poi arriva l’autunno, cadono le foglie e arriva l’influenza, vuoi che il Tg2 non abbia già pronto il solito servizio sui vaccini? E infatti eccolo puntuale, le immagini sono sempre le stesse cambia qualche volta la voce fuori campo, ma finisce sempre alla stessa maniera: opinioni della gente. Chi lo fa, chi no e al termine il telespettatore non capisce se sto cazzo di vaccino lo deve fare o meno.

Poi per tutti gli iscritti al WWF c’è sempre qualche animale che da qualche parte del globo terracqueo sta mangiando/scopando/o rompendo i coglioni a qualcuno in modo tanto particolare tanto da meritare un posto tra le notizie del Tg2. Negli ultimi giorni l’Obama mania sembra aver posseduto il direttore Mazza. Ogni giorno ha sempre una novità demenziale a proposito del neo presidente eletto negli USA. Dalla cucina preferita al cane che sceglierà, insomma tra poco arriveremo a sapere anche la posizione preferita per scopare.

Anche oggi Mazza non ne ha potuto fare a meno sacrificando spazio al ricordo della strage di Nassirya. Ma forse è meglio così qualcuno potrebbe farsi delle domande tipo : perché eravamo lì ?


COMUNQUE VADA SARA’ UN SUCCESSO…..

Informazione 20/9/2008



Se questo è il governo più popolare che abbiamo avuto nella nostra storia, c’è da stare freschi. Una cosa è sicura è il governo con il più alto tasso di cazzate dette e non smentite dalla stampa. Ormai non si riesce a starci dietro ogni giorno, o ogni ora, c’è qualche emerita testa di…ministro o portavoce o premier che spara una vaccata gigantesca, assurda, che non sta ne in cielo ne in terra. Ma tranquillamente essa passa nei nostri organi di informazione senza una smentita di un qualche giornalista.

Ovviamente parlo della Tv soprattutto. In questi giorni se ne vedono e sentono di tutti i colori. Il NanodelleLibertà(sue) in Inghilterra dice ai giornalisti che l’Italia non ha problemi economici, è un paese ricco e agiato a altre belle stronzate. Ovviamente i giornalisti inglesi non ci credono, loro hanno i dati veri sul nostro paese. Ma invece nei nostri tg sparano l’emerita minchiata tra le prime notizie senza che un inviato dica che Ciuffone sta delirando. Può succedere alla sua età, ma niente.

Come non parlare della TagliolaGelmini. I sondaggi-sola di Ciuffone l’Arcoretano danno la ministra tra i ministri più amati, senza aver fatto ancora niente…per fortuna. Ebbene la Tagliola ovunque vada riceve valanghe di fischi e dissensi, peggio di quelli che subiva Prodi un anno fa, in certi casi addirittura chi manifesta contro viene fermato e identificato dalle forze dell’ordine. E meno male che siamo nell’era delle libertà. Comunque anche in questo caso le italiche televisioni mostrano applausi scoscianti di aule semi vuote (raramente si arriva al centinaio di persone come a Venezia). Mentre invece dei manifestanti si vedono immagini a caso, con spiegazioni alla supercazzola scappellata di Tognazzi. Una cosa chiara è l’indignazione del FidoFede, il quale si mostra disgustato da questi poveracci che non capiscono il disegno del SupremoNano.

Con Alitalia poi la situazione è al limite della demenza, se non della follia totale. Il telespettatore medio italiano viene violentato dalla faccia da segaiolo beccato dalla mamma di SacchettoSacconi, il quale con tono severo alla Frau Blücher in Frankenstein Junior ( gli manca solo il nitrire dei cavalli ) afferma che sono tutti matti che nessuno dei dipendenti capisce la grandezza dell’offerta della CAI, i sindacati poi sono degli assassini. Il ministro, sembra incredibile ma è ministro, viene aiutato dal servizievole Tg1 e Tv7, ma in linea generale su tutte le tv passa la linea “dipendenti farabutti”, mentre la Banda dei Soliti Noti (ovvero la cordata italiana) passa per i “grandi manager che vogliono salvare Alitalia” , pensate in diciotto hanno messo 300  milioni di di euro…che sforzo. Nessuno che dica che il grosso errore dei sindacati è stato quello di far fuggire Air France, per credere alla cordata del NanoinLibertà, che infatti l’ha costruita solo dopo aver vinto le elezioni sospendendo le regole antitrust. Nessuno spiega l’anomalia che chi vende un azienda non può mettere su anche la cordata di imprenditori per acquistarla, soprattutto se è lo Stato a vendere.

Insomma quello che succede è che la nostra tv è diventata una sorta di Re Mida. Trasforma fallimenti e figure di merda in successi strepitosi. Quello che semplicemente non può trasformare perché è troppo lo omette, anche in tv c’è un limite alla decenza. Quanti minuti sono stati dedicati al fallimento di Catania? La città dove Scapagnini, medico del Ciuffone, è scappato facendosi eleggere in parlamento? Quasi zero. E del MaialinoBorghezio che va a Colonia ad una manifestazione xenofoba e razzista ? Niente anche qui, una manifestazione proibita in larga parte dal sindaco che giustamente afferma <<La città è intollerante con gli intolleranti>>.

Il nostro MaialinoBorghy non solo fa fare al nostro paese una figura pessima, ma si meraviglia del divieto e ha anche il coraggio di affermare alla stampa che la manifestazione è «stata un'iniziativa simile a cento di quelle che la Lega tiene in Italia contro la costruzione di nuove moschee». Purtroppo il nostro è abituato male, è abituato all’Italia.

NOTIZIE FOTOCOPIA.

Informazione 7/9/2008



A volte mi domando a cosa serve leggere tanti giornali diversi, dato che sembrano essere tutti uguali, sia nel riportare le notizie, sia nel non spiegarle alla gente, insomma un “copia e incolla” delle agenzie di stampa, notizie fotocopia. Per fortuna però ci sono quei giornalisti che si differenziano e fanno in modo che i quotidiani per i quali scrivono si differenzino almeno un po’. I nomi si conoscono da Travaglio a Saverio Lodato, passando per Gomez, Rizzo e Stella etc.etc.

Se si analizza la giornata di oggi ad esempio, dai siti dei quotidiani, si vede che: In tutti o quasi c’è il monito del papa, il quale si augura: "Servono politici cattolici che siano competenti e rigorosi". Detto dalla Chiesa Cattolica, che è la stessa che appoggia i condannati con doppia o tripla famiglia dell’UDC o di Forza Italia, è tutto da ridere. Ecco un commentino che ricordi queste cose a sua santità non c’è, zero.

Altra notizia lo sfogo dell’AstrattoWalter, leader del PD il primo partito entità d’Italia. Tutti scrivono dei suoi rimproveri a Parisi e Di Pietro, riportano le sue dichiarazioni da leader. Tutti omettono che l’uomo che si vuole differenziare dal NanoinLibertà, si fa intervistare da Mentana, uno dei migliori servi del Nano. Per di più a casa sua durante la festa del suo partito, il quale dopo anche l’intervento di Bossi è sempre di più un porto di mare aperto al primo fesso che passa.

Altra notizia riportata da tutti i quotidiani è quella dei braccialetti elettronici ai detenuti. Questa “innovativa” proposta di Alfano ormai è un cult, che ogni tanto si ripropone come la peperonata di notte. L’incredibilmente nostro ministro della giustizia vuole applicare il braccialetto elettronico per i detenuti che devono scontare una pena inferiore o residuale pari a due anni. Se andate alla ricerca di qualche commento che ci spieghi meglio la situazione o la sua vera utilità state freschi. L’ultimo a proporre la sperimentazione fu Enzo Bianco, dal ’99 al 2001 ministro dell’interno del centro-sinistra, si era partiti con tutti i buoni propositi, per poi abbandonare il tutto. Totale della spesa 140 milioni di euro. E grazie.

Possibile che le notizie siano cosi fotocopiate , nessun commento sul fatto che forse sarebbe meglio spendere soldi non in queste tecnologie morte, ma nella costruzione delle carceri o nella ultimazione delle tante carceri, costruite ed abbandonate, disseminate sul nostro territorio. Negli altri paesi questo genere di tecnologie del braccialetto o simili si usano per controllare il detenuto dentro la prigione, ed ormai sono superate da tecnologie più raffinate.

In realtà questa iniziativa ha come l’unico obbiettivo quello di dare una possibilità in più alla nostra classe dirigente di poter evitare la galera. I reati che affliggono i nostri dirigenti sono la corruzione, l’aggiotaggio, il falso in bilancio. Tutti reati, i quali grazie a bravi avvocati, riescono ad avere una pena massima di due anni….ops. Quindi vedremo i Tanzi e Previti del futuro, con la loro bella cavigliera, andare a parlare di etica politica in giro.

Insomma queste notizie fotocopia servono esclusivamente a coprire le notizie vere. Anche quelle più banali. Ad esempio grazie al fondamentale sito “Italia dall’estero”, riusciamo a sapere delle critiche che piovono sul governo in materia di cultura. In questi mesi quotidiani svizzeri, irlandesi o svedesi, criticano alcune scelte di governo sulla cultura, lo stato di Pompei, la svendita dei monumenti o simili. Oppure le critiche che fanno al nostro ministro poeta Bingo Bondi, sempre presente dove c’è una figura di merda, BingoBondi ci tiene sempre a mostrare la sua incompetenza come ministro della cultura. I giornali esteri lo sottolineano i nostri lo coprono.

Gli articoli di "Italia dall'estero" : 1, 2, 3.