.
Annunci online

TI RICATTO…..MA DEMOCRATICAMENTE !

Satira di difesa 3 29/12/2007



Attualmente ci sono due figure che si stanno facendo notare per le loro iniziative, le quali anche essendo legali sono a dir poco al limite della decenza, e sono un politico e un criminale, cioè : Dini e Contrada……se state cercando di capire chi è il politico o chi è il criminale sarà dura quindi vi do una mano Dini è l’incensurato-politico, dalla moglie o ex , criminale. Persona diverse ma unite da una passione…quella del ricatto.

L’ominidepoliticus, che dalla faccia già lo capisci che si può avere più fiducia per un serpente a sonagli incazzato, questo essere dicevo riesce con un partito, formato dallo stesso numero di persone che trovi in un bar il mercoledì notte, a ricattare un governo intero, se non si facesse come dice lui. Ovviamente per Aigor (lo chiamerò così dato che mi ricorda il personaggio di Frankestein Junior) il suo ragionamento non fa una piega, per lui la democrazia è un coltello da puntare alla gola di un premier a caso sia Romano o Silvio.

E si lui potrà dire diversamente….che si tratta di dialogo politico, ma che dialogo può essere se si dice “o si fa così o niente”…mah vallo a spigare ad Aigor, anche se bisogna dirlo ultimamente c’è stata un apertura dell’ LD, no…la “S” al centro non c’è mai stata, anche se molti credono (visto le stronzate esibite fino ad ora) che un po’ di consumo ci sia, i diniani (che schifo sembra una cosa vomitata) dopo aver preparato un piccolo programma dichiarano : "E' chiaro che il nostro programma non è fatto per essere bocciato ma per poter essere discusso e condiviso" …..ah ecco…menomale…almeno un po’ si può discutere, ovviamente sempre col coltello alla gola.

Forse Aigor ha studiato politica con Saddam Hussein, infatti anche lui quando si candidava alle elezioni aveva la totalità dei consensi…peccato che gli iracheni votavano col mitra puntato alla nuca….però era democrazia…..almeno così diceva lui…..in Aigor vedo lo stesso principio, lui ti punta la pistola alla tempia e poi ti dice :” Hai qualcosa in contrario”…..ma il Bofonchiatore si dice tranquillo…mah secondo me sta abusando di marijuana.

Il secondo ricattatore, come già detto, è Contrada questo omuncolo che chiede la grazia dato che soffre di un male incurabile…no non è un cancro in stadio terminale….ma il terribile diabete ! avete capito bene diabete, insomma o ci prende per il culo oppure non sa che non viviamo nel medioevo e quindi il diabete si può curare…e anche in carcere tu pensa !

Insomma il Picciotto chiede pietà, in che modo però…non mangiando…così sta male e fa velocizzare la richiesta di grazia, qui sta il ricatto…è un genio !...del crimine però….Poi ci vuole la faccia come il culo per chiedere pietà quando lui stesso non ne ha avuta e si è venduto alla mafia le persone che la combattevano. Ancora oggi non si conoscono tutti i retroscena delle stragi di mafia, nelle quali il Picciotto è palesemente coinvolto, ma non ha ne mai parlato.

Come dice Salvatore Borsellino, non è che per caso vogliono premiarlo proprio per questo?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo stragi contrada mafia dini grazia

permalink | inviato da Liberazona il 29/12/2007 alle 17:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

1, 2, 3 LIBERI TUTTI !

Informazione 26/12/2007

 

Che dobbiamo fare sono tempi dubbiosi, non ci sono certezze e quelle poche che avevamo ballano schifosamente come un anziano col morbo di parkinson durante un terremoto. Si parla della grazia a Contrada e molti stranamente s’indignano…non si riesce a capire che non bisogna rompere i coglioni alla mafia.

C’è gente che crede che lo Stato o le istituzioni debbano aiutare i cittadini…..ma che illusi, oddio in un certo senso oggi lo Stato è vicino ai cittadini….ma a quelli mafiosi però ! E logico quindi che un servitore della mafia come Contrada debba avere la grazia…….e che cacchio se non gli riconosciamo il buon lavoro svolto !

Il rischio è quello di creare un pericoloso precedente, infatti se si concede la grazia per motivi di salute a lui bisognerà darla anche ai boss in carcere ( mi verrebbe da dire “Grazia al Cazzo” ma non lo dico)…..finalmente ! così Totò Riina sarà accontentato e la finirà di spappolare la minchia con le lettere al Presidente della Repubblica. Ma poi non si può curare in carcere sto Contrada………porca miseria ! Sono tutti malati quando sono in carcere, un po’ come Tanzi, per il quale i medici diagnosticarono una “intolleranza al carcere”….perchè si sa c’è invece chi è tollerante al carcere…mah è come dire sono allergico alle pallottole quando mi colpisco sanguino.

Ovviamente il ministro Pastella (l’uomo che sussurrava ai maiali) non perde occasione e subito appoggia la richiesta di grazia….mi chiedo cosa gli hanno promesso per sputtanarsi così pubblicamente…mah ho idea che presto sapremo.

Lo Stato subito corre in aiuto della mafia, ma per i parenti delle vittime ?......beh per loro c’è sempre l’espatrio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mastella contrada mafia grazia riina

permalink | inviato da Liberazona il 26/12/2007 alle 23:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa