.
Annunci online

UN CAIMANO AL MAAREEEEEH.....

Satira di difesa 3/9/2009



BACIO – Beccato dai paparazzi il ministro Bondi mentre baciava una donna. Insorgono le chiappe di Berlusconi : “Traditore !!! “ gridano e annunciano il divorzio da Sandro, se ne occuperà Ghedini.

CELEBRAZIONI – Il premier Berlusconi è in giro per celebrazioni varie: in Libia per festeggiare i 40 anni di dittatura di Gheddafi ( il regalo è stato una frusta d’oro); il Polonia invece per commemorare le vittime della Seconda Guerra Mondiale causate dalla dittatura nazzista ; Infine previsto a Palermo il suo intervento per nel 27esimo anniversario dell'uccisione del generale Dalla Chiesa per mano della mafia, il premier ci tiene ad essere presente per ricordare a tutti come Mangano sia un eroe.

GIORNALI – Dopo “La Repubblica” e “L’Unità” Berlusconi querela anche il giornalino di un asilo di Reggio Emilia, colpevole di una campagna contro il presidente del consiglio. La querela sarebbe scattata dopo la pubblicazione di una vignetta fatta da Giorgio, 5 anni, il premier nella vignetta appare senza capelli e più basso del solito. Anche Feltri attacca Piero, il direttore di 3 anni : “E’ un culattone che va con i minorenni”. La difesa di Piero : “Allora scompaaa”.

FESTE – Il governo festeggia : sono 2 giorni consecutivi che nessuna ragazza sputtana il premier, che sia finito il viagra ?

SCUOLA – Continuano le proteste dei 18mila docenti della scuola pubblica licenziati dalla Gelmini, non si sono convinti neanche dopo le parole del ministro , anzi pare che la protesta sia aumentata dopo le seguenti parole : “ Il governo è a cuore la squola italiona e pur kueste motevo che mi impegnassi a risolvessi il questione”.

LIBIA – Berlusconi in Libia promette in diretta tv a tutti i Libici : lavoro, scuola, ospedali, benessere, il passaggio del Frejus, la tangenziale di Mestre, la Salerno – Reggio – Tripoli, e tanta figa. Sul ponte dello stretto di Messina dice : “ Stiamo con i piedi per terra, l’opera è irrealizzabile”.

COINCIDENZE ANDREOTTIANE.

Informazione 12/5/2008



Personalmente non credo molto alle coincidenze, un poco forse, ma dipende sempre dove accadono e con quali soggetti accadono. Premettendo che la Treccani definisce : "coincidènza s. f. [der. di coincidere]. – 1. Il coincidere, l'accadere simultaneo e fortuito di due o più fatti o circostanze diverse..." . Il fatto è che nelle sale cinematografiche uscirà tra breve un film di Paolo Sorrentino “il Divo”, il quale racconta gli ultimi anni di potere di Giulio Andreotti, il Quasimodo di NotreSenato, e delle tante figure che lo hanno circondato, ovviamente convivenze mafiose comprese.

La “coincidenza” è che sui giornali la notizia del film è data in modo quasi anonimo, poche righe generiche, cacchio eppure credo sia più importante delle cagate tipo “Vacanze di Natale” (che tra l’altro hanno paginate intere), nelle quali a parte menzionare titolo e regista, non viene approfondita la figura di Giulietto, come ad esempio la prescrizione per mafia che ci dice che Giulietto, fino al 1980, ha sicuramente collaborato con CosaNostra, ma non c’è stato tempo per condannarlo. Niente di niente. Neanche sul solito editoriale palloso di Scalfari.

Il caso vuole, se vogliamo essere ingenui lo definiamo “coincidenza”, che proprio in contemporanea all'uscita del film si è registrata un esposizione mediatica incredibile del GobbodiNostreSenato, il quale si era ormai da anni messo in disparte col suo posticino in senato. In tutte le sue apparizioni ci viene mostrato come un padre fondatore, il 25 aprile viene intervistato da radio1 e ci parla del valore della resistenza (poveri partigiani, se avessero saputo..). Successivamente lo vediamo a Rete4 parlare di Moro. Lo abbiamo visto come presidente temporaneo del senato alla nomina di Schifani ( ah le tradizioni..). Insomma in nessuna occasione si parlava ne del film e nemmeno della sua condanna, solo tanto lecchinaggio.

Lo trovo alquanto strano, esce un film che parla di lui e c’è lo ritroviamo i tutte le salse gustose sui media. Poi succede un secondo fatto, Travaglio durante la trasmissione di Fazio “Che tempo che fa”, nell’illustrare la scarsità d’informazione attuale, racconta di come nessun giornale, salvo poche eccezioni, accenna al fatto che in nuovo presidente del senato Schifani (destino curioso) prima di entrare in politica fosse socio con alcuni boss.

Boom ! E c’è di nuovo la “coincidenza”, e cioè gli stessi giornali che erano anonimi sul film, ma parlavano benissimo di Giulio, ora invece di approfondire la questione Schifani, magari farci sapere se le cose dette sono vere, attaccano Travaglio definendolo un calunniatore.

Dei tre fatti c’è un punto in comune la Mafia. Non so io alle coincidenze non credo, ma alle prese per il culo si !, e questa non è una coincidenza.

SOPRESSO A MEZZO STAMPA.

Informazione 27/4/2008



Il successo del V2-Day di Beppe Grillo è visibile dalla sua scomparsa dai mezzi di comunicazione, nei telegiornali poco spazio, il TG3 e il TG di La7 fanno una piccola eccezione ma non approfondiscono molto, In un solo giorno sono state raccolte 1milione e trecentomila firme, risultato storico e che farà sicuramente storia un giorno (speriamo non lontano), ma non è bastato al TG1 ed altri che dedicano molto più tempo ad un salvataggio di un canotto da parte dei vigili del fuoco, il vigile stesso era sbigottito dalle domande della giornalista su un intervento così comune, non è da escludere un edizione straordinaria dove Riotta mostrerà un pompiere mentre salva un gattino da un albero. Ma la tre giorni dei TG si occupa un po’ di tutto dai lunghissimi servizi-angoli cucina, al gossip, alle vacanze del ponte del 25 e ovviamente alle elezioni di Roma. Segnalo un servizio del TG5, andato in onda il pomeriggio del 26, si parla di Positano e, notizia straordinaria, dei turisti, cosa notoriamente sconosciuta sulla penisola amalfitana, ebbene il servizio si chiude col giornalista che dice “L’emergenza rifiuti sembra dimenticata”. Strano perchè solo un paio di giorni prima le emittenti del Nanodellelibertà(sue) sembravano ricordare bene e martellare continuamente nel ricordare la situazione, mostrando tra l’altro sempre la stessa strada con gli stessi sacchetti (ma un po’ di fantasia cacchio), e invece il 26 puff…che sia iniziata la fase 2 ? Cioè quando Ciuffone è presidente non se ne parla più…rimuovere….mah !

Notizia delle notizie FaccettadiGasparri vuole denunciare Grillo, perché si sente insultato..poverino, in realtà è stato colpito nell’orgoglio dato che il terzo referendum riguarda l’abolizione della sua legge che regolamenta la tv. Al giornalista non viene proprio in mente di ricordargli che quella legge è gia stata dichiarata schifosa dall’Europa, di sicuro quindi avremo da farci altre risate.

Nei giornali invece è tutta un’altra storia, in peggio ovviamente, se se ne parla lo si fa male altrimenti si dedicano poche righe sminuendo l’affluenza della piazza (120mila persone circa). Dai giornali c’era da aspettarselo visto che i referendum colpiscono i finanziamenti pubblici ai giornali e l’abolizione dell’ordine dei giornalisti, “l’Unità” in particolare si scaglia contro Grillo, ha perso un’altra occasione per avvicinarsi alla gente, ma d’altronde che pretendete da chi è sotto minaccia del PD. Proprio loro hanno una situazione particolare, i proprietari del giornale, dopo averlo rimesso in carreggiata dal fallimento, vorrebbero vendere a tutti tranne che a Di Stefano (proprietario di Europa7 vi dice niente ?), al quale ovviamente gli viene impedito di acquistarlo dato che avremo poi l’anomalia di un editore puro, che magari dà anche delle notizie vere….ma siamo pazzi ?

Un alro che non perde occasione per stare zitto, ma inondare di cazzate la gente è l’OrridoFacci, il quale continua la battaglia sul “ il Giornale”, l’Orrido è da mesi occupato a scagliarsi e a gettare merda su Grillo con un’inchiesta che anche un ceco capirebbe che trattasi di stronzate. Non si è mai vista una raccolta cosi piena di imprecisioni, voci di corridoio confermate da fonti non dichiarate, fatti attaccati tra loro in modo assurdo e senza una logica. Ma d'altronde cosa aspettarsi dall’uomo che sussurrava al latitante ( era Craxi il latitante in questione).

In linea generale sui siti dei giornali il V2-Day stà sparendo totalmente, il guaio è che i direttori non hanno capito che così è peggio, dato che chi ha partecipato a quella giornata sa come sono andate le cose, e vedendo come viene trattata dall’informazione, non riceve altro che delle conferme, e quindi s’incazza….diventa consapevole…e s’incazza ancora di più.


PS segnalo l'iniziativa "Calderoli Premier", trovate il link di lato, firmate tutti.