.
Annunci online

NON VA BENE, MA LO PRENDO.

Satira di difesa 7/1/2009


Due notizie signori miei : la CAI, cioè gli Sbancarottieri Fraudolenti che si spacciano per imprenditori e che con qualche spiccio si sono presi Alitalia, molto probabilmente chiuderanno un accordo con AirFrance col bene placido del Demente del Consiglio arcoretano; la seconda notizia è che Air France è italiana !!!!

Non c’è altra spiegazione, i francesi sono diventati italiani. Tutto è possibile nel berlusconismo, la faccia come il culo sarà requisito fondamentale per spiegare alla gente come mai AirFrance prima, in campagna elettorale, era inaffidabile e non doveva acquistare Alitalia. Poi tutto d’un tratto diventa il partner internazionale e sorpresa delle sorprese Malpensa ridimensionata o chiusa. E meno male che ci pensava PistolinoBossi.

Alla fine si sa come andrà la storia, quando l’obbligo di tenere le azioni, da parte dei Sbancarottieri Fraudolenti, sarà cessato venderanno tutto ai francesi. Insomma il segreto di pulcinella. C’è da dire che si vede l’impronta leghista del governo. Dopo l’abolizione dell’Ici per le seconde case e per quelle “dei ricchi”, l’unica tassa federalista che avevamo, ecco un’altra vittoria per il PistolinoBossi.

Ma il governo dei dilettanti allo sbaraglio è, purtroppo per noi, al lavoro continuo h24. Ci sono ancora tante figure di merda da fare e cosi poco tempo per farle. Ci ha provato l’Entita degli esteri Frattini, il quale dato che ha la stessa importanza di una scoreggia di formica fa esternazioni quasi sempre ignorate dai tre quarti del globo terracqueo, contando che l’altro quarto e composto da sordi.

Il NullaFrattini, con un ritardo pazzesco prende posizione sui fatti di Gaza, posizione talmente inutile che riesce a far fare un’ottima figura all’AstrattoWalter, per dire mission impossible compiuta. Frattini se ne esce con un “aumenteremo gli aiuti per il popolo palestinese”, ma dove vive? Ma ha visto come siamo messi noi? Cosa dai ai palestinesi la social card ?

Invece di sparare cazzate a vuoto potrebbe fare qualcosa per la situazione tra Ucraina e Russia, che so portare il caffè a Putin per esempio, o magari iniziare a lavorare seriamente. Dimenticavo ai berluscaz le cose serie non gli riescono.

"Dopo alcuni incidenti pianificati dai tedeschi, come l'incidente di Gleiwitz, che diedero alla propagandatedesca una motivazione per l'autodifesa, la prima azione di guerra vera e propria avvenne il 1° settembre 1939 alle 4:40 del mattino, quando la Luftwaffe attaccò la città polacca di Wielun, distruggendo il 75% della città e uccidendo circa 1.200 persone, la maggior parte dei quali civili. Cinque minuti dopo, alle 4:45, la vecchia nave da guerra tedesca Schleswig-Holstein aprì il fuoco sul transito militare polacco a Westerplatte, nella Città Libera di Danzica sul Mar Baltico. Alle 8:00 le truppe tedesche, senza che ancora fosse dichiarata la guerra formalmente, attaccarono presso la città polacca di Mokra. Durante il giorno stesso, i tedeschi aprirono fronti lungo i confini occidentale, meridionale e settentrionale, mentre gli aerei iniziarono i raid sulle città polacche. Le principali vie di attacco furono quella che dalla Germania orientale portava verso la Polonia e quella che dalla Prussia orientale conduceva verso sud. La Slovacchia alleata dei nazisti attaccò anche da sud; tutti e tre gli attacchi avevano come obiettivo la città di Varsavia."

"Il termine olocausto viene principalmente utilizzato per indicare lo sterminio sistematico di milioni di ebrei (le stime vanno da 5 a 7,5 milioni, con una media accreditata di 6 milioni circa) che vivevano in Europa prima della seconda guerra mondiale. Il numero delle vittime è confermato dalla vasta documentazione lasciata dai nazisti stessi (scritta e fotografica) e dalle testimonianze dirette (di vittime, carnefici e spettatori) e dalle registrazioni statistiche delle varie nazioni occupate."
(L'invasione della Germania nazista in Polonia e vittime dell'olocausto, da Wikipedia l'enciclopedia libera).



"GAZA
- Il giorno dopo l'avvio dell'attacco di terra, l'esercito israeliano è entrato nella città di Gaza attaccando con i carri armati. Violenti combattimenti tra i militari e miliziani sono in corso dentro la città e in periferia. Presa di mira un'area commerciale molto frequentata nel centro: cinque civili palestinesi sono morti, una quarantina di feriti. A Netzarim, alle porte della città, una famiglia composta da cinque persone (tra cui una ragazzina di 14 anni) è stata sterminata: l'auto si cui si trovavano è stata presa di mira da un carro armato israeliano di stanza. Nella capitale la situazione è drammatica: è isolata dopo che sono stati bloccati tutti i principali punti di accesso, da giorni diversi quartieri sono privi di corrente elettrica e le linee telefoniche sono sull'orlo del collasso. " (Invasione dell'esercito israeliano a Gaza, Corriere della Sera - 04/01/2009).