.
Annunci online

SEI SOLO CHICCHIERE E TITOLI.

Satira di difesa 17/1/2009

Questa è stata una settimana ricca per il governo del NanodelleLibertà(sue), un avvicendarsi di solenni minchiate che non ci si riesce a stare più dietro. Inizia per primo Brunettolo, il quale visto che da un po’ di tempo non aveva qualche titolo sui giornali, o qualche minuto al tg, ha deciso di dire la solita stronzata sui fannulloni. Secondo il recente aggiornamento tutti i lavoratori pubblici sono fannulloni ( e meno male che i qualunquisti sono quelli che protestano contro la casta). Il guaio di Brunettolo è la mancanza di fantasia, potrebbe iniziare a variare un po’ le cazzate che dice, col tempo rischia di non avere più il titolo, consiglio come prossime dichiarazioni da fare alla stampa le seguenti :

1- I1 Il Papa è un fannullone, dice solo una messa a settimana, troppo poco per i soldi che gli diamo.

2- 2 Tutti i fannulloni sono gay e rubano le spillatrici dalle scrivanie per perversi giochi sessuali.

3- 3 Legalizziamo la prostituzione, ma fremo pagare una “tassa per la penetrazione”, infine inseriremo un tornello vaginale per accertarci che le battone non evadano.

4- 4 Vi racconto la barzelletta del ministro che bacchetta i fannulloni, ma prende due stipendi per fare un lavoro solo : quello da ministro e quello da parlamenta…..ops.

Lo so che sono cose impossibili, ma tanto deve solo dirlo non attuarlo, come d’altronde sta già facendo da mesi.

Ma a proposito di stronzate immani come non occuparsi della Lega, che da dopo la legge porcata è diventata maestra e fa scuola. Ha fatto discutere l’emendamento che autorizza la “tassa sui permessi di soggiorno” vanto di DuMaroni, che ci rende ancora più razzisti. In pratica quello che cercano di fare questi malati di mente è di fermare l’immigrazione, cioè un fenomeno che esiste da quando esiste l’uomo. Se qualche africano , nella preistoria, non avesse lasciato la sua terra per stabilirsi più a nord forse gran parte dell’Europa non sarebbe esistita.

I chiari sintomi di follia sono visibili soprattutto nella approvazione dell’art.19 del pacchetto sicurezza che prevede il reato di clandestinità. La legge apparentemente sembra scritta da comici come Luttazzi o Albanese, ma sono parlamentari e ministri. Per il clandestino beccato sarà prevista una sanzione tra i 5mila e i 10mila euro. Avete capito bene, voglio multare una persona che vive in povertà (clandestini ricchi non se e sono mai visti) e come fa a pagare? E se non pagano? Li metti in galera? A spese dello Stato? Insomma è tutta fuffa per dar aria alla bocca e occupare qualche titolo di giornale.

E’ la stessa cazzata che è stata fatta a Firenze, cioè punire i mendicanti con una multa. Al fatto che il mendicante essendo appunto mendicate non abbia una lira nessuno ci ha pensato. La follia è ancora più evidente dalla felicità che DuMaroni esprime ai giornali : “con la crisi economica si è vista una diminuzione dell'immigrazione regolare” e allora champagne!!!!!!!

In tutto sto marasma il Demente del Consiglio come al solito non prende una posizione chiara, è contrario ma approva oppure è favorevole ma boccia. Quello che è certo è che tutta sta libertà ai legaioli la pagheremo quando si toccherà la materia giustizia, li ne vedremo delle brutte. Intanto la confusione di Ciuffone continua anche i campo internazionale, dato che non va alla celebrazione di Obama, siamo ancora amici degli Stati Uniti? O ci stiamo spostando verso Mosca?


LEI E’ INDEFESSO, NEL SENSO DI LAVORATORE.

Informazione 19/7/2008



E’ incredibile come la nostra informazione corra dietro a ogni emerita coglionata che il primo mitomane ministro, o presunto tale, dissipa alla stampa. E’ il caso di Brunetta, il quale ha iniziato questa battaglia contro i fannulloni pagati dallo Stato. A sentire certi tg o a leggere certi giornali, egli viene osannato, o addirittura mitizzato, per l’iniziativa nuova. In realtà la “lotta” ai fannulloni è vecchia come il mondo. L’informazione seria dovrebbe dire alla gente che nessun provvedimento sarà efficace se non si parte prima dall’alto, e cioè dai quasi mille parlamentari e senatori, ai quali diamo un abbondante stipendio senza che rendano conto dei loro obbiettivi raggiunti.

E non parliamo dei vari assessori, il fannullone Sgarbi quando vede Brunetta si tocca i coglioni visto la sua condanna del ’96 per truffa ai danni dello Stato, il nostro intelligentissimo intellettuale, sempre dedido al turpiloquio, si assentava spesso e volentieri quando era un funzionario dei beni culturali del Veneto. L’Inteliggentissimo dichiarava al giudice che le assenze erano dovute per la redazione di un catalogo d’arte, quindi anche doppio lavoro.

“Il ministro Brunetta obbliga la visita fiscale anche per un giorno di malattia”, questo è il bombardameto tipo che stiamo ricevendo. Purtroppo nessuno chiede al ministro come farà a realizzare una stronzata del genere. Il ministro non ha idea forse di quanti italiani si assentano per malattia, anche per un solo giorno, ogni giorno. Ma anche un bambino di 2 mesi mentre dorme capirebbe che tutto questo è solo fumo da buttare negli occhi della gente, tanto per occupare tg e titoli sui giornali, in realtà la sostanza è poca.

In linea generale è il governo più mediatico del NanodelleLibertà(sue), in appena tre mesi già non si contano più le conferenze stampa del Ciuffone & co. Ovviamente conferenze stampa con domande dei giornalisti molto molto molto idiote, e senza opporsi al cumulo di balle (queste si riciclabili ) che vengono dette con una facilità impressionante, e senza il minimo imbarazzo, vedi il caso della Napoli “ripulita”dai rifiuti.

Il problema non si risolve, ma si dà l’impressione di averlo risolto, e la gente pian piano comincia a crederci. L’altra balla che ogni tanto ritorna è l’intenzione di voler diminuire i lavoratori statali e i parlamentari. In pratica vorrebbero risolvere un problema causato un po’ da quasi tutti i partiti. Se oggi il numero di statali è troppo alto sono dovute alle tante promesse fatte in cambio del voto, quindi dato l’attaccamento che si ha alla poltrona è difficile che ci sia un’inversione di marcia. Ma ogni tanto lo si dice, tanto non costa nulla.

LEI E’ UN FANNULLONE, S’INFORMI !

Satira di difesa 2 6/6/2008



“Tre settimane di lavoro al mese, ma a un ritmo serrato dal lunedì al venerdì. Obiettivo: 28 ore a settimana e 85 ore al mese di sedute con voto. Un risultato mai raggiunto in passato.
E' la 'cura' di Gianfranco Fini per assicurare una maggiore produttività all'aula di Montecitorio […]” (Adnkronos 4 giugno 2008).

Ho capito bene ? Nella Casa del Grande Bordello, ovvero il nostro parlamento, attualmente si lavora meno di 28 ore a settimana e neanche tutte le settimane….cacchio cose da far girare la testa e non solo. Possiamo quindi affermare che sono i primi lavoratori part-time, molto part, che guadagnano bene, circa 25mila euro al mese a cranio.

Con quale faccia poi questa gente qui andrà dai dipendenti pubblici per intimarli al dovere sarà poi da vedere, visto che si sentono moralmente a posto. Mi domando, a questo punto, perché non far risolvere il problema dei furti direttamente ai ladri.

Gli esempi devono partire dall’alto, ma a loro cosa interessa tanto “E noi Paghiamo”, giusto per citare il principe De Curtis.