.
Annunci online

ANCORA TUU, MA NON T’AVEVANO MANDATO A FANCU

Satira di difesa 5/5/2010

Diciamoci la verità, sinceramente, a chi non è mai capitato di avere una casa in regalo senza saperlo. Scajola è incolpevole e giustamente dichiara: «Non posso sospettare di abitare in una casa pagata in parte da altri», ecco sospetta lui. Anche un mio amico per sbaglio girava in una macchina che poi ha scoperto non essere sua, ogni mattina per entrarci doveva rompere il finestrino, ha iniziato ad avere dubbi quando, dopo un anno, notava che ogni mattina doveva rompere sempre lo stesso finestrino nonostante lui non lo facesse mai riparare. La magistratura comunista però non gli ha creduto e lo hanno accusato di furto, bah non c’è più giustizia.

La distrazione, è questa la causa e non mi dite che è impossibile perché capita a tutti. Tu stai lì nel tuo appartamento e dopo 15 anni di distrazione ti ricordi che la casa ti è stata regalata, e pensi “a chi sto pagando il mutuo allora?”. Anche a me la distrazione fa brutti scherzi, per il mio addio al celibato i miei amici mi hanno pagato una troia, nonostante non dovessi sposarmi. Mi fecero lo stesso regalo il 20 gennaio per il mio compleanno anche se sono nato ad agosto. Comunque nonostante la ragazza indossasse solo un perizoma a novembre, non avevo capito che fosse una prostituta credevo che il pasticcere l’avesse chiusa per sbaglio nella torta, può succedere. Anche da piccoli capita di andare a ficcarci in posti strani. Sta di fatto che sono un puttaniere per distrazione.

La cosa che mi fa più stupire e che ci stupiamo del caso Scajola. Ma che Scajola fosse un incompetente, come ministro o amministratore pubblico in genere, già si sapeva, egli ha dato prova al mondo intero di come la parola “incapace” non basti per definire la sua inettitudine . Lasciamo stare gli “esordi” in politica con la galera, quella in certi partiti fa curriculum. Era il G8 del 2001 a Genova, il nostro eroe era ministro dell’interno, per consentire ai potenti della terra una discussione su come rimandare le decisioni al prossimo G8, l’Italia ha semplicemente sospeso la democrazia e la libertà.

Non si è mai visto tanta disorganizzazione nel gestire un vertice internazionale, ci sono stati: scontri continui con forze dell’ordine mandate allo sbando; l’omicidio di Carlo Giuliani; migliaia di feriti; strani camion pieni di mazze di ferro che superavano tranquillamente i controlli per andare ad armare manifestanti di destra; il massacro della scuola Diaz; gli abusi nella caserma di Bolzaneto; l’ordine dello stesso Scajola di sparare sui manifestanti. Il tutto obbligandoci a vedere Emilio FidoFede quasi tutte le sere.

Come se non bastasse sempre da ministro dell’interno, il nostro Claudio si è distinto per altre gesta da statista, il quale ha come unico interesse il benessere della nazione. Si parla tanto di auto blu e dei relativi spechi, ebbene Scajola ha fatto di più ha creato l’aereo blu. In pratica il nostro eroe ha obbligato l’Alitalia a creare una rotta Roma – Alberga con voli quotidiani, in modo che potesse tornare la sera a casa sua. Evidentemente a casa ha qualcuno che sa fare bene i pompini, non trovo altra spiegazione. Rotta sospesa appena il ministro si è dimesso nel 2002.

Altro gesto infine, che ne ha portato alle già citate dimissioni, è stato gli insulti a Marco Biagi, ucciso dalle BR il 19 marzo 2002, definendolo un rompicoglioni.

La sua carriera politica poteva finire qua, ma un elemento del genere, nel governo del Puffo Puttaniere, non poteva restare da parte ci sono tante cose ancora da distruggere e poco tempo per farlo. Nel 2003 ritorna nell’ancora sconosciuto ministero dell’attuazione del programma,ovviamente ripristinando il volo Roma-Albenga e che cazzo.. Riesce a non lasciare nessuna traccia, e si vede dalla penosa situazione attuale, nei ministeri dell’attività produttive (governo Berlusconi III 2005) e nel ministero dello sviluppo economico (dal 2008 fino al 4 maggio 20010, governo Berlusconi IV).

Era lì nella sua bella ombra a farsi i fatti suoi quando l’inchiesta legata ad Anemone e agli appalti irregolari colpisce anche lui. Neanche qui ci sono novità la passione per il mattone nel governo del Nano Liberticida è assai diffusa, vedi Matteoli. C’è il libro “Il partito del cemento” edito da Chiarelettere che spiega chiaramente come il duo Burlando-Scajola stia cementificando la Liguria strafottendosene delle regole, quindi niente vergini a gridare allo scandalo.

Mi chiedo ma in un paese dove il tasso di corruzione è aumentato del 229% rispetto al 2008 di cosa ci meravigliamo? Hai voglia ad arrestare gente, adesso tocca ad un altro verginello, il Camerata Ciarrapico. Siamo circondati da incapaci, mediocri e ladri che tutti insieme formano la classe dirigente italiana. Lunedì 3 maggio a “Otto e mezzo” il sotto(o sub) segretario alla giustizia Casellati illustrava in modo penoso la lotta del suo governo alla corruzione,insieme al comodore 64 che è collegato al cervello di Alfano. Ormai non riescono neanche ad autoconvincersi delle puttanate che dicono, la poveretta si arrende alla prima obiezione del rappresentante dell’IDV, vogliono combattere la corruzione con un premier che ha corrotto testimoni e finanzieri, dai su rubate ma almeno non siate ipocriti.