.
Annunci online

INCIUCIO 2.0

Satira di difesa 23/12/2009

Sono le 3 di mattina di un piovoso lunedì pomeriggio, due uomini sono ai lati opposti di una strada tipica della periferia milanese neri pressi del Colosseo. Si riconoscono ma fanno finta di non conoscersi, entrambi si sono camuffati per non farsi vedere da nasi indiscreti, uno porta un vistoso cerotto e si è cancellato i capelli dalla testa, l’altro ha scelto un abbigliamento anonimo : si è vestito da tennista maglietta e pantaloncini corti, tipico abbigliamento dicembrino.

 

Ad un certo punto quello col cerotto fa un cenno con la testa al tennista e si avvia lungo il marciapiede, il tennista attraversa la strada con la stessa disinvoltura di Previti mentre passa una mazzetta a un giudice, senza dare nell’occhio facendo qualche rovescio  qua e la e beccandosi altrettanti “mortaci” qui e lì, si accoda al tappo col cerotto. Il tennista aveva capito cosa volesse fare il tappo, voleva portarlo in un posto sicuro dove parlare, ed infatti dopo pochi metri il tappo gira a sinistra e si ferma d’avanti ad una porta .

 

<< Qui dentro non ci viene mai nessuno, staremo tranquilli >> disse il tappo

<< Ma è una sede del Partito Comunista dei Lavoratori !! >> rispose meravigliato il tennista.

<< Appunto >> fece il tappo

 

Entrarono e si sedettero vicino al bancone dei salumi ( il posto era una ex salumeria diventata poi sede del partito sopraccitato) e si ritrovarono entrambi a fissare un busto di Lenin scolpito nel culatello.

 

Tappo : << Ok qui possiamo parlare >>

Tennista : << Possiamo usare i nostri veri nomi adesso o manteniamo quelli in codice ?>>

Tappo : << Si dai usiamo quelli veri Massimo >>

Tennista : << Ok Silvio allora…..>>

Tappo : << Eh no ! non ti ho mai autorizzato a darmi del tu, se proprio dobbiamo essere informali dammi del “sua eccellenza”>>.

 Massimo << Scusi mia eccellenza, vengo al punto siamo quasi pronti per il piano volto a salvare le sue nobili terga  dalle patrie galere>>

Sua eccellenza : << Cioè ? Non ho capito parli troppo difficile >>

Massimo : << Il piano per salvarle il culo dal carcere è quasi pronto mia eccellenza >>

 

Sua eccellenza : << Allora dimmi con la legge come va, procede ? >>

Massimo : << Certo con Angiolino abbiamo scritto un mega lodone : si tratta di un immunità per il presidente del consiglio non solo per i reati precedenti la copertura della carica, ma anche per quelli dopo e durante, basterà che lei compili un modulino dove specifica quali reati intende compiere al momento o nell’immediato futuro, essi saranno cancellati immediatamente. Inoltre per i processi in corso può scegliersi il giudice che più le fa comodo, anche se non fa il giudice o non ha mai studiato legge. Inoltre il lodo difende anche da chi la querela, dal tartaro, dagli autovelox, dalle visite della finanza e dalla prostata. >>

 

Sua eccellenza << Uffaaa!!! Parole parole ma insomma co’ sto’ lodo posso andare a troie ? >>.

Massimo : << Certo, senza rischi, e inoltre le consente la promozione a ministro delle signorine sul campo, l’unico intoppo è che per farla passare serve una maggioranza più larga dell’attuale, io sto lavorando col PD ma se si potesse fare qualcosa con Casini.. >>

Sua Eccellenza << Non ti preoccupare Casini lo tengo in pugno, ho delle foto di alcuni esponenti dell’UDC che si intrattengono con dei mafiosi>>

Massimo : << E dov’ è la novità, mi sembra il solito…>>

Sua Eccellenza : << in queste foto si fanno dei pompini reciproci >>

Massimo : << So’ Cazzi ! >>

Sua Eccelenza : << E certo ! con che cosa si fa un pompino altrimenti…devo sempre spiegarti tutto. Con il resto dell’opposizione come andiamo?>>

Massimo : << Il Pd è a posto da quando ho fatto vincere Bersani, pensa che è talmente moscio che ha bisogno del viagra solo per alzarsi dal letto. Mentre all’ estreme sinistra uso la tattica della scissione : avvicino un politico tipo Rizzo e lo convinco a scindersi e fare un nuovo partito comunista, ci ho preso la mano siamo arrivati a quindici>>

Sua eccellenza : << Ma non starai esagerando ? >>

Massimo << Ma no mia eccellenza, fanno tutto loro, basta mettere quattro comunisti in una stanza ed ecco che ti fanno otto partiti, sono fantastici gli ultimi si chiamano : Partito Comunista dei Tappezzieri, Partito Comunista delle Massaie, Partito Comunista Satanista, Partito Comunista Democristiano, Partito Comunista Leninista per Cassano in Nazionale.. eccetera….>>

 

D'ALEMISMI ACUTI.

Satira di difesa 17/5/2009


Ne avevamo bisogno, il mondo della letteratura e più in generale della cultura tutta sentiva una vuoto, ed ecco che a riempirlo arriva il nuovo libro del Baffetto a Vela D'Alema. Costui viene riconosciuto da molti media e politici come inteligentissimo, come un grandissimo stratega, politico capace, nonostante sia un perdente nato.


D'Alema è in tour un po' su tutti i giornali, e anche alla festa del libro di Torino, per presentare l'ultima sua fatica “Il mondo nuovo. Riflessioni sul Pd “. Il meglio del D'Alema-pensiero, cioè fotto gli elettori e gli alleati e mi nomino presidente del consiglio. Avere consigli sul PD da D'Alema è come farsi consigliare da Erode sui bambini: può avere effetti collaterali, tipo la morte. D'Alema quando ha qualcosa-qualcuno sul cazzo, per toglierselo dai piedi vi partecipa, sabotandolo dall'interno. Ormai è come il bacio della morte, quando vedi che aiuta qualcuno per una elezione già sai che quel qualcuno è un perdente, stessa cosa per i vari progetti politici come il PD.


Questo 000 James Tont solo in due occasioni ha fallito, forse per distrazione, nel 1996 e nel 2006 ed infatti coincidono con le vittorie del centro sinistra. Nel 1998 iniziò il suo appoggio a Prodi, e infatti glielo appoggiò bene e ci fu un ribaltone facendosi nominare presidente del consiglio dalla maggioranza, ovviamente dei parlamentari, quale semplice cittadino voterebbe D'Alema, esentati i pazzi.


Ebbene ultimamente si sta riciclando come padre fondatore o grande statista e dispensa i suoi consigli a destra e a manca. In occasione delle varie presentazioni della sua ultima fatica letteraria lo statista sforna frasi ad effetto tipo : «Questa destra si può battere» «il centrosinistra italiano è una realtà straordinaria che rappresenta metà del Paese. Lo “sconfittismo” serve alla classe dirigente politica per non vedere i propri errori». Tutte belle parole, se non fossero dette da lui.


Riemerge anche la linea vincente da tenere per opporsi a Berlusconi : << dialogare>>, non c'è niente da fare la bicamerale lo ha lobotomizzato. Costui parla di futuro e di cose da fare come se fosse nato ieri, dimenticando che anche lui ha contribuito alla crisi italiana, da non confondere con quella mondiale. Il suo apporto politico al miglioramento della vita degli italiani è paragonabile alle sinapsi di Rutelli : zero. Adesso anche lui come Tremonti attacca la finanza, nonostante sia stato uno delle sponde politiche di Consorte e Rucucci alle scalate bancarie.


Ovviamente D'Alema può parlare tranquillamente dato che non c'è più memoria di questi avvenimenti, e soprattutto nessun giornalista gli fa domande. Infondo cosa sarebbe il berlusconismo senza D'Alema, forse meno vincente. La sua opposizione la si vede nella Redtv, che a sede nel palazzo di Puffo Puttaniere, o nei dalemiani come Bersani, i quali quando hanno un occasione per attaccare l'avversario (es. ballarò di martedì scorso) sulla pessima gestione del caso Alitalia- Malpensa, preferiscono dire un << Non ne parliamo>>, e il governo ringrazia.


SAVE THE FLORIS!!

Satira di difesa 25/3/2009

Segnalo un caso umano e televisivo che ha bisogno almeno di un po' di affetto e solidarietà : Floris. Il presentatore di “Ballarò” ieri ha messo su una trasmissione che definire senza senso è poca cosa. Ospiti per il centro Casini, per la destra la Meloni e Baffetto a Vela D'Alema, per la P2 Maurizio Costanzo (tessera 1819) e la Muffa Cicchitto (tessera 2232) e per l'ex centro-sinistra   intervista breve al Bofonchiatore Prodi (snifff.....lo rimpiango).

 

Una trasmissione non dovrebbe risolvere i problemi di un paese, ma almeno dovrebbe far capire quali sono le soluzioni di una e dell'altra parte politica, beh Ballarò punta sempre all'opposto cioè non far capire la beneamata mazza toccando tanti argomenti e non facendo capire niente. La colpa ovviamente è del caso umano Floris, il quale puntualmente, ogni martedì sera, lascia i coglioni in camerino e si fa zittire da chiunque durante la trasmissione, ieri non lo ha risparmiato nessuno, lo ha cazziato pure il ragazzo del bar che porta i caffè.

 

Fa quasi pena questo ominide che implora di poter fare qualche domanda nella trasmissione che conduce, ma in realtà in Rai i padroni sono i suoi ospiti politicanti. E così tocca sorbirci la Muffa Cicchitto, che avendo rifatto il tagliando alla lingua da poco, attacca con la solita tiritera sulla grandezza del Nano delle Libertà(sue), che è un po' un ossimoro, sulla magistratura filo-sovietica che ha inviato nelle procure alieni gay capeggiati da Elvis con l'intento di spazzare via la Dc il PSI e i Teletubbies( quest'ultimi sono attualmente rifugiati nel pantheon del PDL).

 

Floris è lì che lo fa parlare (tanto ormai), ma quando tutto sembra perso ecco che un Visitors si impossessa analmente di D'Alema e gli fa dire cose da opposizione e addirittura di sinistra. L'enorme sforzo però costa la vita del Visitors, il quale muore e D'Alema torna il solito facendo l'ennesimo elogio al latitante tangentaro Bettino Craxi, ormai un elogio glielo fanno tutti e in tutte le trasmissioni.

 

La puntata va via così tra un Ciuffone che smentisce un documento che ha firmato e un Costanzo che difende i giovani senza futuro e costretti a drogarsi, lui ovviamente per cercare di fare qualcosa per loro insieme alla moglie e a canale 5 organizza trasmissioni piene di rincoglioniti, ma giovani, che nella vita non vogliono fare un cazzo, tranne che occupare un salotto televisivo col loro culo, il quale sembra più intelligente del cervello (ormai atrofizzato).

IL CONCETTO DI BANANA

Satira di difesa 2/10/2008



Il NanodelleLibertà(sue), l’uomo che in Italia ha distrutto definitivamente la politica sana, vuole più poteri. Quelli che ha già sono pochi, le scimmiette BingoBondi che lavorano per lui e che gli hanno evitato svariate volte la galera non sono sufficienti. Più potere ancora. L’opposizione è ferma e decisa, il BaffettoaVela fa sapere che Ciuffone l’Arcoretano c’è lo vedrebbe bene al Quirinale. Anzi afferma senza vergogna, che dato che trattasi di personalità autorevole, con un passato politico importante, meriterebbe la carica di presidente della repubblica. Poi diciamo che dal suo passato si tende a cancellare le sei prescrizioni, e le due assoluzioni dovute per aver cancellato il reato. Però perche no? In pratica BaffettoaVela vuole fare la Corea del Nord, un unico leader che controlla tutto tv compreso.

L’AstrattoWalter invece non ci sta, dice no al NanoinLibertà. Non fai in tempo a dire “meno male finalmente si cacciano fuori le palle”, già ti immagini un opposizione vera, ed è proprio li che Walter torna il solito. Non appoggia il referendum di Di Pietro, per abrogare la legge Alfano, poi come se non bastasse attacca l’ex pm perche ha osato criticare Napolitano. Non si fa, è il garante della Costituzione secondo l’AstrattoWalter. Poi non fa niente se firma leggi, come l’Alfano, sfacciatamente incostituzionali. Intanto anche il GerarcaFini si sveglia dal torpore e minaccia : <<Il ricorso ai decreti legge rientra tra le prerogative del governo. Un eventuale abuso di questo strumento, non solo determinerebbe valutazioni di tipo politico, ma anche il diritto della Camera di far sentire la propria voce>> il tutto mentre Cicchitto gli faceva le pernacchie.

In un altro luogo la Marcegaglia, leader di Confindustria, non vuole trattare più con la Cgil per il rinnovo dei contratti dei lavoratori. Troppo esosi per lei “peggio della scala mobile”, però intanto quelle sanguisughe dei lavoratori continuano a cadere come mosche. Tre sulla A1 durante dei lavori altri qua e là sparsi sul territorio, TUTTI  se ne strafottono. Eppure almeno le imprese dovrebbero essere sensibili al tema.

A Milano, alla Bocconi, hanno addirittura organizzato un convegno “sull'efficacia e la valenza dell'etica nei sistemi economici e nella conduzione d'impresa”. Tra gli organizzatori c’è Barbara Berlusconi, figlia del Nano-premier, ospite Veronica Berlusconi, moglie del Nano-premier. Tra i relatori c’era Maurizio Costa ad di Mondadori, casa editrice del Nano-premier. Insomma è tutto in famiglia. La famiglia del pregiudicato, specializzato nel falso in bilancio, parla di etica d’impresa e la notizia è pure riportata sul Corriere senza commenti. Per Barbara l’etica è «l’insieme dei valori morali, quelli che un individuo si costruisce vivendo, sono soprattutto quelli che gli impartisce la famiglia, la scuola e la società in generale» e aggiunge «Il più importante insegnamento da parte di mio padre è il rispetto altrui e il non ledere quelle che sono le libertà altrui >>. Lo dice una che è cresciuta con il boss della mafia Mangano in casa, c’è da ammirarla.

Il rettore della Bocconi ha annunciato che dopo l’etica insegnata dai Berlusconi,verrà organizzato: un convegno sulla legalità, con relatore Provenzano; un convegno sull’educazione civica, con interventi di Donato Bilancia in teleconferenza dal carcere; Infine un convegno sull’importanza della salvaguardia dei bambini, con ospite Michael Jackson.

Chi parla di Repubblica delle Banane per me è un ottimista, qui siamo ai Cachi e si sa se son cachi……


TRE METRI SOPRA LA BICAMERALE

Satira di difesa 2 14/1/2008

Cosa devono sopportare le nostre orecchie ! Tra poco, date le troppe stronzate che devono ascoltare, si suiciderranno affogandosi in un mare di cerume .

Ieri il BaffettoaVela, al secolo Massimo D'Alema, ospite della trasmissione di Fabio Fazio, ha dato spettacolo di se'. Prima parla del panorama politico internazionale, ma poi quando si affronta il problema del Nanodelleliberta'(sue) e delle sue minacce tipo " ti voto la legge elettorale se tu non tocchi il conflitto d'interesse", il BaffettoaVela, da ex amante del Nano dichiara stizzito " Non siamo al servizzio di Berlusconi".

E gia, proprio lui da questa risposta, si vedeva ancora sul viso il dolore mentre pronunciava quelle parole, lui.....sedotto e abbandonato in bicamerale..lui che per mostrare il suo amore quando era presidente del consiglio ando' in Mediaset a tranquillizzare lo stizzito Confalonieri, il quale temeva che il governo del Baffetto avesse intezione di far rispettare le regole......ah l'amore che fa' fare.

In merito al Nanodelleliberta'(sue), qualche ingenuo alieno, disinformato sulla situazione italiana, potrebbe pensare " Ma che centrano le minacce sulla legge elettorale, con la riforma Gentiloni"......ah beata ingenuita'.

Ma dico io cosa teme il Nanodelleliberta'(sue) ? La "sinistra" non gli ha toccato le tivvu' quando aveva una maggioranza schiacciante, figurarsi oggi con la situazione attuale.....e in fatti il ministro Pastella (E non ridete), gia' ha fatto sapere che non c'e' bisogno della riforma delle televisioni....forse sogna una poltrona nel governo del Nano.

Insomma e' una pasta dove si mescola tutto, con lo scopo probabile di non far capire una beneamata m..chia.

MI FA’ MALE IL PD……

Satira di difesa 2 11/10/2007

 

Lo so io non ne volevo parlare, ma è stato più forte di me, alla fine mi sono accodato ai tanti post sul Partito Democratico volevo evitarlo ma alla fine ci sono cascato.

Parlare male del PD è facile come sparare sulla croce rossa, oppure dire che Berlusconi è un criminale o che il cielo è blu, insomma dire una serie ci cose ovvie.

Ci sono tante pecche, forse troppe, uno degli obbiettivi del PD è voler ridurre i partiti in Italia, ma manco a farlo apposta quel sovversivo di Dini (bravissimo nel partecipare ai governi sia di destra che di sinistra) fonda i Liberal Democratici che ha suo dire sarà di centro ma vicino alla sinistra – tradotto significa: “teniamo il governo per le palle”- . Tra l’altro notare che LD sono anche le iniziali del suo fondatore Lamberto Dini....... che fantasia.

Altra cosa da notare è che da domenica scorsa sono già quattro i partiti fondati, tutti con pochi intimi (alla Follini per farci capire) della serie trovi più gente la notte in Autogrill che in questi partiti.

Quello che però mi provoca maggior lesionamento ai testicoli è il fatto che questo nuovo partito servirà per dare ancora lo stipendio ai vari Ciriaco De Mita, cioè alle solite vecchie facce da…..lascio a voi completare .

Se il partito fosse veramente democratico la classe dirigente dovrebbe sceglierla gli iscritti al partito, ma invece no quindi non ci sono facce nuove ma i soliti, tra l’altro c’è anche D’Alema (l’infiltrato della destra), il quale si può dire che è riuscito a uccidere la sinistra dato che da presidente del consiglio ha fatto danni enormi come solo uno di destra a sinistra può fare.

Ma invece danno alla gente le finte primarie, c’è suspense nell'aria tutti tesi ad aspettare il giorno dell’elezione del leader, come se non si sapesse che è Veltroni (l’uomo che sussurrava alle lumache) uno che non si capisce cosa voglia fare ; il suo programma politico è essere d’accordo con tutti, dice tutto e il suo contrario , quando parla ha una specie di astrattismo ipnotico che rimbecillisce chi lo ascolta e alla fine sono convinti che abbia detto qualcosa d’importante.

Se Veltroni è la risposta del futuro è probabile che la domanda sia sbagliata.