.
Annunci online

IL CORRUTTORE ANTI-CORRUZIONE.

Satira di difesa 23/2/2010

Nella Repubblica di Bananalandia se ne sentono sempre di buone e divertenti, il presidente del consiglio di questo paese, cioè Puffo Puttaniere, è un anziano mattacchione il quale quando è ispirato, e il gonfiore alla prostata gli chiude le vene al cervello, spara immani cazzate che fanno ridere tutti i sudditi di Bananalandia.

 

Capita così che, mentre accoglie il pari grado dell’Albania, gli sfugga la solita battuta da mattatore: “Dall'Albania solo belle ragazze ...”. Dimenticando la tragedia  delle donne che dall’Albania vanno a Bananalandia costrette a prostituirsi, diciamo che Puffo da il meglio con battute sulle vittime di dittature . La figa però resta il suo punto debole, nel senso che per la figa si inguaia, combina casini e crea ministeri.

 

Da quando qualche anno fa ha scoperto un rimedio per far tornare, l’oramai vuoto sacco scrotale, agli antichi fasti non è più lo stesso, il magico composto consiste in : ortiche, alghe di mare, bostik e sangue di Elio Vito. Da quando lo usa il suo unico pensiero è la figa ed evitare la galera, l’ultimo è il pensiero che lo accompagna da quando sono finiti gli anni della fanciullezza. Per la figa è disposto a tutto, non si presenta a vertici internazionali, va a feste in luoghi malfamati, si fa amico spacciatori e affini. Da qualche tempo, per fare l’originale, non regala più collane e bracciali ma incarichi pubblici. Lui mica è banale, e cosi per le giovani accompagnatrici (per lui, troie per la cattiva opposizione) basta un servizietto e si ritrovano un posto da assessori o sindaco o ministro.   

 

Qualche giorno fa Puffo Puttaniere aveva spiazzato tutti dichiarando che nelle liste per le prossime elezioni ci voleva solo gente pulita e competente. Panico nel suo partito, chi candidiamo? C’era già chi si preparava per andare a costituirsi alla caserma più vicina, tanto per molti la politica è un modo per non andare in carcere. Ma prima che il partito di Puffo si svuotasse arriva la rettifica, “salvo casi valutati singolarmente” sospiro di sollievo, era come il “tana libera tutti” in tutti i sensi.

 

La giustizia era il suo problema primario, lui è convinto che Bananalandia ha un grosso problema con la gestione della giustizia. Il problema di quel paese è che pretende che Puffo rispetti la legge, assurdo se avesse rispettato la legge ora sarebbe come un buco del culo ad un orgia gay : pronto ad essere inchiappettato.  Ecco che allora scendono in campo due suoi scagnozzi: Paolo Bonabava e  Gianni Linguetta i quali tra giri di parole confondono la gente sulle ultime dichiarazioni del capo “i magistrati [tranne quelli corrotti da lui]si devono vergognare”, colpevoli di indagare su personaggi che usano i soldi pubblici a loro piacimento. Gli scagnozzi gridano al complotto , al travisamento delle sue parole, lui per vergogna intende valorizzare i magistrati ( come dare del coglione a qualcuno per sottolinearne la fine intelligenza) etc..

 

Ma ecco che a questo punto Puffo Puttaniere tira fuori il coniglio dal cappello, l’asso dalla manica, il condom dal portafoglio : “farò una legge anti-corruzione”, i maligni di Bananalandia pensano ad una dichiarazione di suicidio,   ma lui dice seriamente che il ministro Angelino Loscaltro porterà una legge in parlamento apposita. Notare anche qui la battuta del grande comico, Puffo Puttaniere che fa una legge anti-corruzione è come se Hitler facesse una legge per la salvaguardia delle minoranze etniche, finisce in un bagno di sangue. Io sull’esempio del premier di Bananalandia ho messo a guardia dei miei soldi un ladro, non ci crederete mai : mi ha derubato.

MANICOMIO DELLE LIBERTA’

Pensiero Orrendo nasce un poco strisciando 15/2/2009



“NAPOLI, 14 FEB - 'Berlusconi paga un debito contratto con me un anno fa in cambio della caduta del governo Prodi? Una frase da farabutti', dice Mastella. Il leader dei Popolari-Udeur replica cosi' alla dichiarazione del capogruppo dell'Idv al Senato, Felice Belisario, dopo la notizia della sua candidature alle europee nelle liste del Pdl. 'Non conosco questo signore -precisa all'ANSA- ma chiunque sostenga una falsita' del genere e' un farabutto. Non ebbi alcun contatto con Berlusconi'. (ANSA, dichiarazione di Mastella – 14 febbraio 2009)”

 

“Altra questione: ma quel famoso accordo tra lei e Berlusconi, ci fu o no?
«L'unica cosa che le posso dire è che io vidi Berlusconi 20 giorni dopo la caduta del governo. Di quell'incontro Berlusconi, poi, diede una versione non fedele alla realtà».
Ecco, allora la dia lei.
«Lo farò nel libro a cui sto lavorando».
Un'anticipazione?
«Nonostante il mio affetto per il suo giornale - Il Tempo era il giornale, insieme al Mattino, che leggevo da ragazzo - mi consenta di rimanere vago su questo».
D'accordo, glielo consento. Quando uscirà questo libro?
«Tra un paio di mesi».
Intanto però, ad un certo punto sembrava fatto anche un contratto per lei in Mediaset.
«Non mi risulta. Ho resistito a ben altri regali, tanto per essere chiaro». ( Intervista di Mastella al Tempo e riportato sul suo blog - 16 gennaio 2009)”

 

"E' successo che i sondaggi hanno dimostrato come con Mastella avremmo perso dall'8 al 12%",  ha detto Silvio Berlusconi, spiegando le ragioni del 'no' all'Udeur di Clemente  Mastella. Berlusconi ha comunque usato parole positive nei confronti di Mastella: "E' l'unico nel centrosinistra che non ha mai manifestato invidia o odio verso di me". "C'era un impegno mio nei suoi confronti - ha proseguito - per candidare una decina di parlamentari tra Camera e Senato in totale. Poi, pero', i sondaggi ci hanno mostrato impietosamente che le difficolta' erano molto elevate, perche' con Mastella avremmo perso dagli 8 ai 12 punti. E questi sondaggi hanno influenzato anche il 'no' di Roberto Maroni e Gianfranco Fini". (Dichiarazioni di Berlusconi a RAInews24 – 4 marzo 2008)

“[....]Senta: la posizione dell'Udeur, il vostro partito-famiglia, è diventata piuttosto complicata. La decisione di Berlusconi vi ha...
«Berlusconi non ci ha fatto proprio niente! Quello è solo un uomo inaffidabile, vergognosamente inaffidabile! E lo scriva, capito? Scriva che è inaffidabile e anche scortese con le donne».             Scortese, scusi, perché? «Perché io, se vogliamo dirla tutta, ho anche cercato di incontrarlo... Mentre mio marito trattava gli aspetti politici, della faccenda, io avrei voluto avere un confronto con l'essere umano Berlusconi».
E invece?
«La sua segretaria è stata capace di dire una sola parola: "Impossibile". E, se permette, non si tratta, così, una signora come me...».
È in campagna elettorale, il Cavaliere, non avrà avuto tempo.
«Sciocchezze. Clemente il tempo per parlare con i politici e pure con la gente, lo trova sempre. Ma la verità è che Clemente è di un'altra pasta... è partito da qua, da Ceppaloni, e senza soldi, senza televisioni, senza l'appoggio dei poteri forti è riuscito a creare un partito e a diventare due volte ministro, due volte vice- presidente della Camera e sempre... »[….]                                     
Berlusconi, comunque, dice che avete un modo di fare politica diverso.
«Berlusconi, lo scriva ancora, è un uomo i-na-ffi-da-bi-le... Anzi, sa che le dico? Che in quella famiglia si salva solo Veronica, donna splendida, venti categorie superiore al suo uomo».  . “ (Sandra Mastella al Corriere della Sera – 2 marzo 2008)

LA CONDANNO ALLA CANDIDATURA NEL PDL !

Satira di difesa 2 11/3/2008

 

Ah le cazzate del Nanodellelibertà(sue), non so ma quelle dette da lui hanno un sapore particolare quasi unico, un po’ come la nutella ovviamente il sapore non è di cioccolata, ma di un’altra sostanza sempre marrone vomitevole.

Ebbene il Nano, sulla candidatura del figlio di…lupa di Ciarrapico, dichiara : << ci serve >> aah beh ! allora anche il maiale è utile e serve, sicuramente più del LupoPeppino, ma mica qualcuno si sognerebbe di candidarlo….o no ? beh meno male che le liste sono chiuse.

Per ora, non si sono analizzate ancora bene le liste, il Senato attende con ansia, dopo Totò VasaVasa, anche Salvatore Sciascia, dirigente Fininvest condannato nel 2001, reo-confesso, per aver corrotto la guardia di finanza col fine di “non vedere” le irregolarità del gruppo, lo stesso Paolo Berlusconi ammise sia il proprio coinvolgimento sia quello del CavalierRinfoltito.

PENSIERO ORRENDO NASCE UN POCO SCTRISCIANDO/7

Pensiero Orrendo nasce un poco strisciando 3/3/2008

 

Riesumato il corpo di S. Pio il 24 aprile sarà esposto ai fedeli, tutto è successo nel massimo riserbo, l’unica pecca sono stati due signori, uno piccolo anziano e rinfoltito e l’altro più alto col sorrisone da ebete e che ripeteva continuamente “we can”, i due, che si dichiarano presidenti di partito, si sono azzuffati nella sala dov’ era situata la bara, pare che il motivo del litigio fosse dovuto al voler candidare, da parte di entrambi, la salma del santo come capolista a Foggia. Mentre i carabinieri li conducevano in caserma pare che abbiano spiegato il loro gesto :
 “Volevamo attirare l’elettorato cattolico”…..


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd candidature pdl riesumazione s. pio

permalink | inviato da Liberazona il 3/3/2008 alle 16:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

DIE HARD DURO A MORIRE…PURTROPPO.

Satira di difesa 2 21/2/2008

 

E Ciriaco non ci stà, così dopo anni di lavoro oscuro al riparo dalle luci del palco lui mente e cuore della Margherita da anni agiva nell’ombra dando anche poche interviste, ma oggi dopo questo lungo silenzio torna a farsi vedere in pubblico. De Mita si è offeso voleva che il PD dell’AstrattoWalter lo candidasse, questo duro a morire della politica, che farebbe un baffo anche al miglior Bruce Willis, non ci stà all’esclusione per raggiunti limiti d’età e quindi con una faccia da culo che solo un democristiano di razza , brutta razza, può avere protesta pubblicamente.

Il fatto che sia oramai ottantenne che da più di 40 anni è in politica, senza essere mai riuscito a parlare bene in italiano tra l’altro, e che in virtù di questo quindi sia il caso di fare posto ad altri proprio non ci pensa, lui crede ancora di poter dare qualcosa al paese, cosa sia poi è ignoto di sicuro c’è che il paese ha dato tanto a lui e sicuramente anche troppo.

BruceDeMitaWillis usa parole dure del tipo << Mi sento insultato e me ne vado >> per lui le regole non devono valere, se lo statuto del PD dice che dopo due legislature non si può più candidare nessuno degli iscritti, eh beh per lui si deve fare un eccezione data la sua << Intelligenza politica >>, appena pronunciate quelle parole nella sala del congresso del PD si sparge un imbarazzante silenzio, tutti i partecipanti si meravigliano del fatto che De Mita avesse un “intelligenza” e per di più “politica” addirittura.

Insomma dall’ex presidente del consiglio a capo del famoso governo del pentapartito, ci si aspettava un po’ di silenzio, giusto per ricordare fù quel governo che fece iniziare l’indebitamento pubblico dell’Italia che è arrivato ai giorni nostri al terzo posto nel mondo, ma niente da fare da noi parlano dei mitragliatori di minchiate come Sgarbi, perché lui no ?

E infine prima di zittirsi BruceDeMitaWillis minaccia il popolo italiano con un “non abbandonerò la politica” esatto avete capito bene e toccatevi le palle, successivamente poi abbiamo la mutazione da Bruce Willis a Highlander e dichiara : << io l'ultimo comizio lo farò quando muoio >>…ne rimarrà soltanto uno…, insomma calcolando la vita media dei politici c’è l’avremo sui coglioni ancora per molto.

Comunque Ciriaco non deve temere per lui c’è sempre posto, già s’è fatto avanti AcciTabacci con il suo cassonetto differenziato detto anche Rosa Bianca, oramai un dissidente non fa in tempo a rompere col suo partito che subito si ritrova Tabacci fuori la porta di casa con il suo campionario, tant’è che molti rimpiangono i bei tempi in cui a romperti le scatole erano i testimoni di Geova .