.
Annunci online

UN ESTATE ITALIANA

Satira di difesa 11/8/2010

Umberto Bossi: << Siamo nella palude>>. Finalmente è entrato in una sede della lega.

Cossiga in rianimazione, il medico :<<Condizioni gravi ma stabili>> come questo paese.

Recapitato, in una busta, un proiettile al figlio di Ciancimino. Il timbro postale è di Arcore.

Corte dei Conti contro Protezione civile :<<Lavori urgenti per dubbie emergenze>>. Bertolaso: "Da quando in qua un pompino è una dubbia emergenza?"

Di Pietro:<< Berlusconi pensa al colpo di grazia >>. No dai accanirsi su un cadavere no.

Migliorano le condizioni in india, ma 50 italiani restano bloccati. Non vogliono lasciare un disastro per un'altro.






Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo crisi cossiga bossi ciancimino

permalink | inviato da Liberazona il 11/8/2010 alle 13:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

DI CHE OPPOSIZIONE SEI ?

Satira di difesa 27/2/2009


Certo che quando ci si mette il PD fa delle svolte che definire “epocali” è poca cosa. Per dare un taglio netto col passato, con una dirigenza che aveva fatto del nulla lievitato il suo principale argomento, insomma per chiudere il passato con l’Astratto Walter nominano segretario il suo vice Harry Potter Franceschini, lo sfondatore di porte aperte.

E si un bel taglio netto col passato, per riparare al disastro veltroniano si mette a capo colui che ha contribuito a crearlo, geniale. Pare che, come primo atto da segretario, Franceschini abbia messo su una ronda di democratici pronta a manganellare qualsiasi dalemiano si avvicini al suo ufficio, dato che non vuole fare la fine di Veltroni. Poi come secondo atto ha sciolto il governo ombra, sbigottimento generale in casa PD : nessuno sapeva dell’esistenza del governo ombra neanche gli stessi componenti.

Ma basta parlare di PD, parliamo di opposizione, quella che si fa il governo da solo. Eh si perché questo governo, dato che è formato da menti geniali, spara una minchiata astronomica mascherata, da disegno di legge, e se la boccia da solo, cioè come Taffazzi si prendono a bottigliate sui coglioni. E poi criticavamo l’Unione di Prodi, questi sono peggio. Sono come quei cazzari che frequentano i bar, quelli che hanno sempre storie assurde da raccontare poi alla fine arriva sempre qualcuno che dice “ma che stronze dici”, ecco loro lo fanno con le leggi.

Ne sa qualcosa Sacconi, ministro del welfare, tanto impegno per bloccare con una legge ll diritto allo sciopero, poi viene fermato da un Pistolino Bossi qualsiasi. E gi tocca addirittura sentirlo fare dissertazioni sull’importanza dei valori costituzionali. Si avete capito bene, lo stesso individuo che dichiarava di pulirsi il deretano con il tricolore, che ogni tanto minacciava la democrazia con marce su Roma o fondando nazioni inesistenti, ebbene costui difende la Costituzione. E’ come sentire Provenzano parlare di etica, o Previti di onestà, insomma di cose a loro sconosciute.

Sempre in tema di auto-opposizione segnalo Tremonti, il quale va in giro per trasmissioni a dire l’opposto del suo capo, il Nano delle Libertà. Risultato : non si capisce la beneamata mazza di quello che intende fare, ma forse è un effetto voluto.

Segnalo infine un caso umano: Il ministro della cultura Bingo Bondi, diciamo più che ministro è un ossimoro vivente. Il poeta che si è prestato alla politica, e la poesia spera che non gli venga restituito, ebbene costui si ritrova sempre più solo dato che molti suoi collaboratori si dimettono per protestare sui tagli alla cultura della Gelmini. I maligni dicono che la causa vera è per le troppe poesie che il nostro paroliere dedica ad ogni cosa : dal sorgere del sole ai rutti di Calderoli.

Comunque sia un appello per la Gelmini : dia qualche milioncino alla cultura, o almeno un volontario della protezione civile che assista un uomo solo, meglio se sordo.

CAIos.

Satira di difesa 2 13/1/2009


Ma che casino, possibile che dobbiamo sempre farci riconosce all’estero ? Spinetta, l’ad di Air France, non riesce neanche a mettere piede in Italia che trova sempre la solita caciara di questi dilettanti allo sbaraglio, che si spacciano per politici e credono di essere importanti. Prendavamo in giro l’Unione Brancaleone quando, una volta al governo, si facevano opposizione da soli, beh in questi gironi la ParrucchieraMoratti e PistolinoBossi si sono esibiti in un revival.

Loro in pratica erano gli unici due italiani che non avevano capito coma andava a finire la vicenda CAI – Alitalia – Air France. Come Decio Cavallo quando credeva che Totò gli avesse venduto la fontana di Trevi, anche per loro è venuta a prenderli l’ambulanza. Destinazione ospedale psichiatrico. Possibile che non avevano capito l’enorme pacco che ci hanno rifilato loro stessi ?

Ad accordi quasi chiusi mi spunta fuori l’offerta Lufthansa, la quale non sapeva neanche lei di aver fatto un’offerta, ma la Parrucchiera e Pistolino c’è l’avevano, non si capisce perche i tedeschi avrebbero dovuto recapitare a loro l’offerta e non al Demente del Consiglio, ma c’è l’avevano. Insomma hanno fatto lo stesso bluff che il NanodelleLibertà aveva fatto in campagna elettorale, ma non gli è riuscito. Hanno cercato di mettere il sale sulla coda di AirFrance, sale procurato dalla Parrucchiera. Il tutto per cercare di salvare Malpensa, un aeroporto nato morto che si è costruito solo per far girare tangenti.

Alla fine l’accordo si chiude e Colanninno, capo degli Sbancarottieri Fraudolenti, illustra i punti fondamentali alla stampa. Altro casino non si capisce che hanno concordato; in pratica dicono che Malpensa sarà valorizzata, addirittura i giornali titolano “Come Amsterdam e Parigi”(e Londra e Barcellona no?), immagino le migliaglia di persone che si fermeranno a Vizzola Ticino o a Lonate Pozzolo per il capodanno ….eh si.

Comunque la valorizzazione di Malpensa (con ben 14 voli internazionali mica bruscolini) sarà possibile con un ridimensionamento di Linate. Si avete capito bene in pratica avremo due aeroporti a mezzo servizio. E il personale di Linate? Non si sa. Inoltre si abbassa il limite da parte dei patrioti per la vendita delle loro azioni, già al quinto anno, e non dopo, potranno vendere (quasi sicuramente ad Air France, visto che l’ex AirOne ha le pezze al culo).

Tutti i protagonisti della vicenda sono felici, beh felici adesso diciamo che hanno tirato un sospiro di sollievo. L’unica che ci ha guadagnato veramente è Air France, molti temevano che non facesse accordi, ma perché mai? Sono francesi mica scemi, spenderanno in tre anni 320milioni in totale, invece del miliardo e mezzo subito per i soli debiti come da accordo con Prodi, inoltre si ritrovano un azienda senza debiti (visto che li pagheremo noi) e senza esuberi anzi con addirittura meno personale di quanto avessero previsto l’anno prima. Infine tra quattro anni gli basterà un piatto di lenticchie per avere tutto il resto di Alitalia.

Siamo noi che dovremmo incazzarci visto che il NanodelleLibertà(sue) ci ha inchiappettato ancora. Ci ha rifilato il Pacco ( in campagna elettorale quando ha fatto saltare l’accordo con Air France ), non contento ci ha fatto il Doppio Pacco (mettendo su una banda di delinquenti e scaricandoci i debiti di Alitalia) e infine ha chiuso con un Contropaccotto ( rifacendo l’accordo con Air France e lasciando più lavoratori in mezzo alla strada).



PS Ringrazio Moon81 per il “Premio Dardos”, lo ringrazio di cuore e lo ricambio. Inoltre vi consiglio di visitare il suo blog e tutti quelli che trovate nei link.

NON VA BENE, MA LO PRENDO.

Satira di difesa 7/1/2009


Due notizie signori miei : la CAI, cioè gli Sbancarottieri Fraudolenti che si spacciano per imprenditori e che con qualche spiccio si sono presi Alitalia, molto probabilmente chiuderanno un accordo con AirFrance col bene placido del Demente del Consiglio arcoretano; la seconda notizia è che Air France è italiana !!!!

Non c’è altra spiegazione, i francesi sono diventati italiani. Tutto è possibile nel berlusconismo, la faccia come il culo sarà requisito fondamentale per spiegare alla gente come mai AirFrance prima, in campagna elettorale, era inaffidabile e non doveva acquistare Alitalia. Poi tutto d’un tratto diventa il partner internazionale e sorpresa delle sorprese Malpensa ridimensionata o chiusa. E meno male che ci pensava PistolinoBossi.

Alla fine si sa come andrà la storia, quando l’obbligo di tenere le azioni, da parte dei Sbancarottieri Fraudolenti, sarà cessato venderanno tutto ai francesi. Insomma il segreto di pulcinella. C’è da dire che si vede l’impronta leghista del governo. Dopo l’abolizione dell’Ici per le seconde case e per quelle “dei ricchi”, l’unica tassa federalista che avevamo, ecco un’altra vittoria per il PistolinoBossi.

Ma il governo dei dilettanti allo sbaraglio è, purtroppo per noi, al lavoro continuo h24. Ci sono ancora tante figure di merda da fare e cosi poco tempo per farle. Ci ha provato l’Entita degli esteri Frattini, il quale dato che ha la stessa importanza di una scoreggia di formica fa esternazioni quasi sempre ignorate dai tre quarti del globo terracqueo, contando che l’altro quarto e composto da sordi.

Il NullaFrattini, con un ritardo pazzesco prende posizione sui fatti di Gaza, posizione talmente inutile che riesce a far fare un’ottima figura all’AstrattoWalter, per dire mission impossible compiuta. Frattini se ne esce con un “aumenteremo gli aiuti per il popolo palestinese”, ma dove vive? Ma ha visto come siamo messi noi? Cosa dai ai palestinesi la social card ?

Invece di sparare cazzate a vuoto potrebbe fare qualcosa per la situazione tra Ucraina e Russia, che so portare il caffè a Putin per esempio, o magari iniziare a lavorare seriamente. Dimenticavo ai berluscaz le cose serie non gli riescono.

MA CHE CONTRADDITTORIO ! SIAMO TRA AMICI.

Informazione 7/4/2008


Ormai siamo abituati alle interviste dei nostri candidati alla casa del Grande Bordello, senza contraddittorio, con giornalisti o presunti tali, i quali il massimo che fanno per mettere a disagio il politico di turno, è di riempirlo di complimenti fino a farlo arrossire. Insomma niente a che vedere con le interviste che fanno i loro colleghi di altri paesi, i quali hanno come obbiettivo quello di prendere in castagna il politico, e lui per non apparire in difficoltà si prepara bene al famoso contraddittorio, quello vero.

Ovviamente quello che è andato in onda ieri, verso ora di pranzo, altro non era che uno spazio auto-gestito del candidato, che sia un tg o una trasmissione televisiva detta “Telecamere”. Quest’ultima presentata da Anna LaCosa, che tanto per ricordare è la stessa che prendeva “regalini” dai proprietari di cliniche private in cambio di sponsorizzazione dell’attività, vedeva come ospiti sia l’AstrattoWalter sia il Nanodellelibertà(sue), ovviamente separati altrimenti c’era confusione per la gente da casa che sentiva dire più o meno le stesse cose da entrambi .

L’AstrattoWalter rilascia la sua bella dose di fesserie, ovviamente senza che nessuno gli dica niente Anna LaCosa è semplicemente lì per fare domande già pattuite e non commentare mai contro un’affermazione di Vuolter, il quale riesce a mascherare bene le panzane dette con la solita formula del “Si può fare” e “Cambiamento”. Quando è toccato al Nano parlare……eh beh che dire si è dato alla pazza gioia, tra interventi nei tg e quelli con Anna LaCosa, è stata una totale fiera della cazzata, menzogne che ormai il Ciuffolone di Arcore snocciola con una facilità impressionante.

Sulla “questione sicurezza” lo statista brianzolo dice che la sinistra gli rimane una situazione dove circa il 40% dei reati è commesso dagli immigrati. Booom ! In realtà volendo essere seri, nel nostro paese solo il 5% dei reati è commesso da immigrati, e in totale da circa dieci anni tutti i reati sono in diminuzione (fonte ministero dell’interno). Il problema è che “stranamente” durante un governo di sinistra accade una cosa strana, nei tg si parla tanto della piaga delle rapine in villa, il caso vuole commessi tutte da stranieri, salvo poi sparire durante il governo del Nano…puff non c’è più.

Le altre vaccate sparate dal Nano poi vanno un po’ su tutti gli argomenti, dalla situazione rifiuti (cercando sempre di omettere la sua parte di responsabilità) alla situazione dei conti pubblici (la quale mai come adesso è migliore del passato tanto che la comunità europea ha rimosso le sanzioni). Alla fine la promessa, << Risiederò a Napoli fino alla fine dell’emergenza rifiuti >>, ma non ne abbiamo già troppa di immondizia lì ?

Bossi, il Masaniello!

Satira di difesa 2 30/9/2007


 

E’ l’ennesima prova della fuga di cervelli dall’Italia.

 

L’esule in questione era quello del MasanielloUmberto, che se ne andato lasciando in Italia un corpo, il quale privo del fondamentale organo dice le vaccate più assurde sottoponendo l’italico popolo ad un continuo e inarrestabile lesionamento del sacco scrotale.

 

Sono di ieri le dichiarazioni del duce padano Bossi: «Da qui possono partire ordini di attacco dal nord. Io sono certo di poter avere dieci milioni di lombardi e veneti pronti a lottare per la libertà», ne seguono tante altre di simile e folle tono. Mi domando perché dobbiamo essere sottoposti ad una simile tortura.

 

Ma il Ducedipolenta  non è nuovo a queste dichiarazioni qualche giorno fa diede dello stronzo a Cavour e Garibaldi, lui si permette una cosa simile (è come se la cacca criticasse la cioccolata) , cioè non so che dire è incredibile quanta attenzione mediatica possa ottenere uno che dice queste cose senza che nessuno gli inondi il viso di saliva.

 

Già nel 1997 c’era stato l’eroico assalto al campanile di San Marco a Venezia, pensate con un pericolosissimo carro armato di cartone e lanciavano letali bombe di polenta, insomma roba forte a livelli delle BR e Alcaica, della serie la mamma degli idioti e sempre incita (e crede che esista la padania).

 

A proposito figli della mamma di cui sopra alla sagra delle Amenità partecipa anche Berlusconi, ovvio dove ci sono stronzate volanti nell’aria il Nanodellelibertà non può non esserci e dice del    Ducedipolenta : «l'alleato che mi ha sempre sostenuto più di tutti», ricordo che ne 1994 lo chiamo Giuda e disse che non si sarebbe più alleato con lui. Ah… il Nano è sempre un campione di coerenza.

 

Mi domando cosa si aspetta ad arrestare una persona del genere, scusate per la parola persona è inappropriata visto di chi si parla,  uno che ha attaccato più volte l’unità nazionale (ricordo il suo  «Roma ladrona», anche se da ministro poi lo stipendio di Roma faceva comodo).

 

Forse si aspetta che anche lui faccia una marcia degna di nota come Benito, nella Repubblica delle Banane tutto è possibile.

 

P.S. Da notare che “Il Giornale.it” non fa accenno alla cosa.  Quando si dice informazione….….