.
Annunci online

sFIATati

Satira di difesa 12/11/2012

Mancavo da un po', in questi mesi ho aiutato un amico in difficoltà, Osama Bin Laden aveva bisogno di un identità nuova, ormai quella vecchia era sputtanata, nei panni di Renato Brunetta non poteva andare avanti, sia per ragioni fisiche, essere piccolo tutto il giorno era uno sforzo sovrumano, sia per ragioni intellettuali, essere piccolo tutto il giorno era uno sforzo sovrumano.

E così con l'intelligence americana ci siamo messi a studiare la nuova identità di Bin. Nella sala ovale eravamo io, Obama, il pupazzo Uan, Drew Barrymore, e il poliziotto dei Village People. Mangiavamo il cremino, lo so non esiste più ma gli americani, con l'ausilio di raffinatissime tecnologie, ce l'hanno. Obama con lo stecco di gelato in mano parla per primo:

   - Allora facciamo il punto, il cremino è buono prendiamone un altro.

Tutti eravamo d'accordo e ce ne siamo presi un altro.                                                                  

Ma ad un certo punto ho rotto gli indugi, era tempo di decisioni, ed era tempo di uomini veri con le palle che le prendessero, e così, dato che stava per iniziare la puntata di Centovetrine in tv, intervenni in modo risolutivo e veloce.

  - Signori, non siamo venuti qui nella sala ovale per mangiare un cremino, e abusare della stagista morta lasciata da Clinton, incatenata al tavolo, no.

 
  Cazzo hai ragione – aggiunge il pupazzo Uan col pene di peluche fuori.
 
 -  Siamo qui per trovare una nuova identità a Osama, ed io ho la soluzione. - dissi fiero con le 
    braghe ancora calate.
 
  - La metti al posto della Marcuzzi? - mi chiede Drew Barrymore.
 
  - No Drew cazzarola, no l'abbiamo già scambiata la Marcuzzi con Cesare Previti, ma porca zozza Drew! Non ricordi mai la beneamata minchia! Cesare cacava di continuo, quel ruolo era ideale per lui, stai zitta o ti sostituisco con Magioglio – ero incazzato, Drew Barrymore solo perché eravamo stati insieme, crede di poter mettere il becco su tutto.

   - Comunque – riprendendo il discorso – io pensavo a Sergio Marchionne.

Stupore in sala, il poliziotto dei Village People si tocca le palle, Obama diventa bianco, la sala ovale quadrata. Con il labbro superiore tremante, il poliziotto dei Village people si rivolge a me:

   - Ma sei sicuro? - e serra ancora di più l'asfissiante stretta ai coglioni.
 
   - Si caro poliziotto dei Village People, pensateci è il ruolo ideale. Marchionne sta già sul culo a tutti è vero, e bisogna dirlo sta facendo un grande lavoro, ma con questo cambio otterremmo in minor tempo due risultati : 1 A Osama piace stare sul cazzo alla collettività, 2 forse la Fiat farà auto migliori, lo so sembra impossibile, ma forse.... - ero carico.
 
   - Ok a me piace – disse Barack Hussein Obama II , avete capito bene Hussein, avete capito?

Alla fine tutto il consiglio da l'assenso, e il progetto parte. E in questi mesi stiamo vedendo i frutti, ma secondo voi tutte le cazzate dette e fatte non hanno finalità? Certo che ce l'hanno, farsi schifare dalla maggioranza dei normodotati di intelletto, tra i quali non c'è nessun dirigente Fiat.

Pare, ma prendetelo con le pinzette quello che sto per dirvi. Pare che riescano a risolvere anche l'angosciante e storico problema della Fiat, cioè far esplodere le auto dopo almeno 1000 km e non appena comprate. E forse, forse!, riescono a fare un modello bel...carino.

Nella notte lo squillo di una telefonata rompe il silenzio del mio studio, alzo la cornetta e riconosco la voce dall'altro capo del telefono e del mondo, era il poliziotto dei Village People mi dice:

   - Sai io ho un nome, mi chiamo Ermete.

   - Lo so, buonanotte poliziotto dei Village People.

TANGENTI A MILANO RELOAD

Satira di difesa 8/3/2012

CIAO LUCIO

Satira di difesa 2/3/2012


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. LUCIO DALLA

permalink | inviato da LZ il 2/3/2012 alle 22:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

MARCHIONNFLEX

Satira di difesa 28/2/2012

QUESTI PAZZI ITALIANI.

Satira di difesa 21/2/2012


Sono un alieno mi chiamo Xingif, ma voi potete chiamarmi Pericle Borlazzi. Io e la mia gente veniamo dal pianeta Sturgloff nella galassia Nania anello 8 piano 2 scala B. Siamo da secoli in Italia, per coprire la nostra base abbiamo creato la città di Sulbiate. Si è per questo che la gente di lì sembra strana e no Mengacci non è di Sulbiate.

Vi studiamo da tanto tempo, e ormai vi abbiamo preso a cuore, ma nonostante i nostri tentativi abbiamo costatato che siete giunti ad una totale ed irreversibile follia, siete talmente matti che non ve ne accorgete neanche e vivete come se tutto quello che vi circonda fosse logico e normale. E' nostro dovere avvisarvi, gli esempi sono tanti:

La coccia che ha fatto traboccare il vaso è stato Sanremo, è lì che ci siamo ribellati e abbiamo deciso di parlarvi. Ne abbiamo viste di stronzate nella nostra vita, ma il duetto D'Alessio-Bertè le ha superate tutte. Ma come si fa un'artista, il quale ha cantato tanti successi, è internazionale, andarsi a sputtanare con Gigi D'Alessio? Ne ha fate di cazzate la Bertè, ma questa è la peggiore. E voi lì a televotare, avete televotato invece di andare da quello sfrangiamaroni di D'Alessio e scartavetrarlo da quel palco.

Vi sentiamo in giro per i bar o negli autobus parlare di economia, di spread di titoli di stato, ma di cosa parlate non vi rendete conto che dite cretinate inaudite? Non sapete neanche come si accende la luce del frigo e parlate di politiche europee? Non avete neanche più una democrazia, vi hanno commissariato e parlate di fare elezioni? Vi parlano di fondo europeo salva stati, a giugno vi dovrebbero dare 8 miliardi di euro, ma in cambio per iscriversi al fondo voglio dall'Italia 90 miliardi di euro. Voi siete pazzi lo state accettando come se niente fosse. Ma se non avete 8 miliardi, come farete a cacciarne 90? Pazzi! Avete bisogno di lavoro e voglio cambiarvi l'articolo 18 per licenziarvi più facilmente. Pazzi!

E' peggio di quella volta che creammo la Lega Nord. Si la creammo noi, nei nostri laboratori avevamo inventato una sorta di “calamita per gli stronzi”, era una calamita che attirava degli stronzi appunto, infatti l'avevamo provata con la nostra cavia di laboratorio Calderoli. Si Calderoli non è così di natura è il risultato di vari esperimenti volti a trapiantargli un cervello, tutti falliti. Insomma nella gabbietta dove Calderoli correva nella ruota, inserimmo questa calamita e lui fu come sbalzato dalla ruota e si attaccò ad essa. Successe la stessa cosa con l'altra cavia Bossi.

Purtroppo le cavie fuggirono e trasformarono la “calamita per gli stronzi” in un partito la lega nord, e ne calamitarono di stronzi. E voi li avete votati malati di mente che non siete altro. E state ancora a parlare di democrazia? Pazzi!

Prendete uno gli mettete in testa un criceto morto e gli fate allenare la Juventus? Ma state bene? Lo chiamate anche allenatore, ha il rivolo di sangue della bestia che gli cola sulla fronte. Ma come si fa? Conte fa uno sforzo sovrumano solo per cercare di parlare italiano, dice una parola ogni quarto d'ora e voi lo state anche a sentire? Si lamenta degli arbitri loro che li hanno corrotti per anni, ma andiamo e parlate ancora di calcio di vittorie e sconfitte? Siete talmente Pazzi che ci scommettete pure.

Scommettere e giocate su tutto , anche su quanti poliziotti sono andati a prendere Doni. Ma non capite che il calcio serve solo per farvi scommettere, ma non vedete che vi riempiono di pubblicità dove vi invogliano scommettere e poi fanno i paraculi con la frase “gioca responsabilmente”. E' come mettere Berlusconi con delle troie e poi dirgli “tromba responsabilmente”.



LA CUCINA DI LZ

Forse meritiamo l'estinzione 24/1/2012



Visto che ormai in tutte le trasmissioni televisive e in molti giornali c'è l'angolo cucina, anche io ho aperto il mio. La differenza è che non sembrerò una deficiente in stato di shock, dopo aver visto il marito scopare con un canguro, come la Benedetta Parodi, ne canterò maledettamente da schifo e fino all'abrasione testicolare “sono le tagliatelle di nonna Pina”.

Oggi cucineremo il coniglio cornuto e mazziato.

Prendete un coniglio di statura medio-grande, meglio se cresciuto in campagna, meglio se in provincia di Vercelli allevato biologicamente con un contratto a tempo indeterminato, sposato da pochi anni, con una zoccola che si fa sbattere dal primo che passa (ma anche dal secondo) e con almeno tre figli a carico, non serve alla ricetta ma a me piace rompere il cazzo.

Ora che abbiamo il nostro coniglio, accarezzate dolcemente il tenero frugoletto sensibile e SGOZZATELO SENZA PIETA! Attenzione solo le mammolette danno un colpo secco al collo, i veri chef con le palle ammazzano la bestia con un coltello, e diciamoci la verità, la sevizia pure. Una volta ho visto Vissani, che per ammazzare la gallina, gli ha avvelenato il the.

Sbattete il coniglio per intenerire la carne, prima su un frullatore rosso Braun e poi su un televisore Philips del 1920, mi raccomando in questo ordine preciso anche con gli attrezzi indicati. Togliete le interiora del coniglio e poi riempitelo con le interiora di un mastino napoletano di nome Prometeo, metteteci anche delle spezie e un anas, il tutto ovviamente deve passare dall'ano se non sapete come fare chiamate Monti, lui è uno specialista del campo, se non sapete come contattarlo : andate nel primo cesso dell'autogrill “Tevere est,” ho scritto il suo cellulare, è sotto la scritta “Ti inculo dove vuoi”.

Fatto ciò mettete il tutto in forno a 250 gradi per 2 giorni, fermatevi se la cucina inizia a sciogliersi. Fate aprire il forno, senza guanti, all'amante di vosta moglie e/o marito, che inviterete apposta. Non mangerete il coniglio ma almeno vi siete vendicati.



P.S. Per Brad Pitt : per te non vale, quindi non invitarmi a mangiare il coniglio da te.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tv cucina ricette demenza coniglio monti clerici parodi lz

permalink | inviato da LZ il 24/1/2012 alle 20:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

ANESTESIA TOTALE

Satira di difesa 16/1/2012

Da quando c'è il governo tecnico, i partiti sono quasi spariti dai media e sparendo hanno lasciato la Tv da sola a colmare il vuoto che hanno lasciato i vari politicanti. Prima di Montacci tua, l'attuale premier, te li ritrovavi da per tutto i politicanti, ora a Porta Portese a farsi ungere da Vespa in Kway, ora alle previsioni del meteo a dire che la perturbazione che proveniva dall'atlantico era colpa del precedente governo.

Per riempire questi vuoti si fa approfondimento politico ormai in ogni trasmissione, il guaio è che si fa parlare il primo stronzo che passa,o se vi fa piacere il primo Giletti che avanza. E' cosi ci tocca vedere questi Magiogli che parlano a Domenica In di politica, si avete capito bene non vomitate per cortesia, riducendo il problema dei nostri pessimi rapporti con Francia e Germania ad un :”A Sarkosy ggli impariamo noi la moda”.

Rai due risponde con quella faccia da  Milo che conduce “Italia sul due” il tema è la crisi economica e la disoccupazione, Milo invoca speranzoso “Daniele cosa ne dici” il Daniele in questione è Daniele Interrante, noto ai più come l'amico di Costantino, se state pensando “e sti' cazzi” sappiate che è anche il mio pensiero. A quest'ominide del lavoro gli è sconosciuto persino la parola, dato che a esso ha preferito Lele Mora. Ebbene la sua opinione, degna di un economista di Cambrige, la snocciola con la classica faccia da “situazione triste” : “la situazione è drammatica, la gente è in difficoltà”, per lo sforzo celebrale fatto, mette la testa in un cestello per il ghiaccio della Moet Chandon.

Ma abbiamo visto di tutto e di tutti parlare di economia e finanza, persino la Mussolini, col solito fare da mucca pazza. Siamo stati invasi da parole senza concetti di fondo, una su tutte è lo spread. Tutti ormai ne conosciamo la definizione, ma cos'è in realta ? Che influenza ha nella nostra società? E' legato alle borse o alla finanza ? E' possibile fermarlo? Per tutte queste domande non c'è spazio in Tv, forse un po' sui giornali. La Tv pensa solo ad invaderci la testa è riempirla di parole, come in 1984 di Orwell, siamo li a dire spread spread e a insultare il nemico indicatoci dalla Tv, come nel libro prima era l'Eurasia e poi cambiava ed era l'Estasia.

Lo stiamo facendo adesso, oggi con i tassisti. Ci hanno indicato il nemico e stiamo gridando “abbasso i tassisti” siamo sicuri che sia questo il problema principale? Non bisognerebbe prima occuparci delle vere caste che hanno affossato questo paese?

Non ce ne stiamo accorgendo ma stiamo facendo il gioco di chi ha in mano questo paese che spinge alla guerra tra poveri, attacchiamo i tassisti che sono dei lavoratori che hanno famiglia e non sono miliardari, forse c'è solo qualche furbo tra loro.  Mentre non si dice niente sulle aziende quotate in borsa che hanno consiglieri in comune e bloccano la concorrenza e lo sviluppo tecnologico, che fanno cartello facendo tutti lo stesso prezzo (vedi la telefonia), che falsificano i bilanci per far salire le azioni rubando i soldi dei piccoli azionisti, i quali comprano le azioni che i manager delle stesse aziende rivendono dopate.

Non diciamo niente dei petrolieri che comprano tutti il petrolio dallo stesso fornitore, ma ci fanno prezzi diversi, che ci vendono il petrolio della Basilicata come se venisse dall'Iraq. Questi signori creano danni, questi Tronchetti Provera e company fanno stragi di lavoratori e poi vengono venerati dalla Tv e stiamo lì ad invidiarli invece di odiarli.

Tassisti e notati probabilmente dovranno essere riformati, ma solo alla fine di riforme totali della nostra società, è vero più notai significa prezzi più bassi, ma poi la casa chi la compra? Più tassisti significa un po' di occupazione in più, ma il taxi chi lo prende?

IL SANGUE DEI FINTI

Satira di difesa 1/6/2011

Nel Popolo della Libertà Provvisoria regna il caos, ma bisogna fare una seria analisi, cioè trovare dei colpevoli, qualcuno a cui scaricare il barile, un capretto espiatorio meglio di BingoBondi però. 

A Napoli il povero Lettieri non fa neanche in tempo a perdere, che subito gli danno addosso dandogli del brocco, riconoscono che non era il candidato adatto, sarà che a i molti era sconosciuto? Non è detto poi che a Napoli, dato che c'è la camorra, bisogna per forza rappresentarla politicamente con l'uomo di fiducia di Cosentino. La più divertente, tra i critici di Lettieri, è stata come al solito l'OGMussolini, la quale si scapicollava in ipotesi al limite della follia, la signora non solo dice che si sarebbe dovuto fare le primarie, ma lei candidandosi le avrebbe anche vinte e avrebbe poi vinto anche le successive elezioni per il sindaco. Se la canta e se la suona da sola, sarebbe tutto perfetto se la signora non omettesse che lei già una volta si candidò a sindaco, contro Bassolino, ma fu anche lei umiliata, dato che i suoi elettori erano vecchi fan del duce, i quali si strofinavano il manganello nel leggere il cognome Mussolini in scheda.

Primarie, questa è la parola d'ordine degli uomini del PDL, bisogna fare le primarie, uno stordito Quagliariello nello studio di Mentana si lascia scappare anche un “primarie per tutti”, poi essendosi accorto che a lui non è dato pensare, si corregge e parla di primarie per i sindaci, il re non si tocca. Anche Osvaldo Napoli dice di non essere preoccupato, anche se non esibisce più quel bel sorriso rassicurante come una tagliola arrugginita. Di Capezzone non ci sono tracce, stessa cose per Dell'Utri, non commenta la sconfitta, gli intimi dicono che è ancora sotto shock per la recente assoluzione, non ci è abituato.

Milano comunque è stato lo schiaffo più pesante, io l'avevo detto a Puffo Puttaniere di candidare una Vacca frisona, avrebbe vinto di sicuro, e invece no si è scelto di continuare con la gallina col caschetto, inoltre c'era pure FidelCasto-Formigoni con le sue camicie assurde, il quale faceva perdere sempre più voti tra gli stilisti. PuffoPuttaniere intanto per far vedere che il PDL è un partito vero, nomina Alfano segretario, cioè mette in un partito finto un fantoccio vero.

Infine dopo i ballottaggi alcuni leader della sinistra e del PD si lasciano a dichiarazioni esagerate, non c'è niente da fare sono sempre pronti a rovinare tutto.

COSE CHE AVREI VOLUTO DIRE, MA NON HO AVUTO TEMPO.

Satira di difesa 29/5/2011

Covo di Bin Laden: Trovate altre prove della pazzia del capo di Alquaeda, nel cassetto delle mutande è stata ritrovata la sua tessera del PD.

Al concerto per la Moratti ci saranno Gigi D'Alessio e Iva Zanicchi, Il Gabibbo non verrà ha fatto sapere che non vuole sputtanarsi.

La Moratti anticipa la sua giunta : Castelli vicesindaco, Lupi assessore, manca solo Nosferatu e il museo lombrosiano è pronto.

Una ricercatrice australiana trova la massa mancante dell'universo, era contenuta nel cranio di Gasparri.

La Moratti a Sky faccia a faccia con una sedia vuota, non c'è stata partita la sedia ha più carisma.

Lampedusa, soccorso barcone in avaria, Maroni contro Malta: "Rischiata tragedia" , noi sulle tragedie abbiamo solo certezze.

Roma per la coppa Italia invasione di palermitani, incatenato Borghezio.

Batterio killer, Codacons dopo le infezioni "Bloccare import di cetrioli dall'Europa", in Italia non c'è pericolo, a noi ci infilano solo cetrioli italiani.

Raid della Nato fa strage di civili, Karzai: "Tra le vittime donne e bambini", ma non l'avevano ucciso Bin Laden?

Minetti: «Io mai igienista dentale del premier», casomai era lui che si occupava della bocca di lei.

Giappone: “riparato guasto al sistema di raffreddamento a Fukushima” ha annunciato l'uomo a tre teste addetto alla sicurezza della centrale.





permalink | inviato da LZ il 29/5/2011 alle 22:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

LA CONGIURA

Satira di difesa 17/4/2011

Sono venuto a sapere di un patto tra il Bertolazzi del quinto piano e i giudici per non farmi parcheggiare la mia ritmo cabrio del 1978 con interni zebrati. Infatti da anni tento invano di parcheggiare nei pressi del palazzo dove vivo, la mia meravigliosa auto, ma il Bertolazzi, che è un infida carogna, trova sempre da ridire su come parcheggio l'auto. Una volta non va bene perche sto fuori dalle striscie, e l'altra perche non devo rovinare l'aiuola, un'altra ancora perchè non posso mettere sotto le ruote il suo cane, e che cazzo. Oggi devo rilevare che la congiura nei miei confronti è molto più ampia, pare che la mia stupenda ritmo del '78 giallo canarino morto con interni zebrati rovini l'estetica della città, e l'assessore ai beni culturali della mia città, Castelnuovo sulla Palude, mi intima di non andare in giro con il mio veicolo.


La gente deve capire che questa è un ingiustizia, la mia ritmo deve essere libera di circolare, è per questo che più di quindici anni fa entrai in politica, per la libertà, perchè in un paese dove una ritmo cabrio gialla non può circolare, ebbene, quello non è un paese libero e civile. Sarà l'inizio di una nuova era, la libertà vincerà su tutto, ci saranno alettoni enormi su piccole fiat uno, così larghi da poterci mettere una brandina quando si andrà a fare il puttan-tour. Ci saranno parcheggi sterminati a vista d'orecchio infiniti fino all'orizzonte, ci saranno.....



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. CONGIURA GIUSTIZIA PM RITMO CABRIO

permalink | inviato da LZ il 17/4/2011 alle 16:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa